«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

venerdì 15 novembre 2013

Lezione LXV: strage

Oggi ho avuto una nuova lezione col maestro: gli obiettivi erano consolidare, migliorandoli, i brani sui quali già mi esercito e togliere qualche esercizio ormai superfluo. Entrambi gli scopi sono stati raggiunti e, specialmente, il secondo!

Riscaldamento: niente di nuovo.

Pattern: abbiamo aggiunto un nuovo ritmo che ho battezzato rotto perché ha una grande pausa nel mezzo. Eccolo insieme agli altri (confronta con il medesimo schema di Lezione LXI e ½ per notare gli incrementi nei bpm):

Slide: eliminato!

I shot the sheriff: che ho “scherzosamente” soprannominato I shot my balls perché non lo sopporto più. Ovviamente rimane...
Al momento la suono, come stabilito la volta scorsa, sopra il metronomo che mi scandisce solo i quarti. L'aspetto positivo è che sono a 80bpm e devo arrivare a soli 82: sono fiducioso che alla prossima lezione elimineremo anche questo brano...

Cahriot of fire: eliminato!

Topgun Anthem: eliminato!

Heart of Steel: qui ci siamo dati da fare però, per prima cosa, devo segnalare uno strano errore...
Nella Lezione LXIV correttamente scrivevo «...siccome il brano è lentissimo e gli accordi devono suonare a lungo è allora consigliabile usare i power chords in prima posizione e, quando possibile, sceglierne versioni con le corde libere». Vero, anzi verissimo, però poi metto una diteggiatura per E5 super complicata e, soprattutto, che non usa corde libere! La diteggiatura corretta è quella normale ottenuta suonando la 6° corda libera e premendo il 2° tasto della 5° e 4° corda...
Ovviamente questo nuovo cambiamento mi ha di nuovo scombussolato però, trattandosi di un solo accordo diverso e per di più molto facile da eseguire, non dovrei impiegare troppo tempo ad abituarmici.
Gli abbellimenti veri e propri sono tre e, in due casi, si tratta di note che servono a collegare gli accordi e nell'altro caso si tratta del famigerato scivolo (v. Lezione LXIII): in effetti un paio di queste migliorie mi erano state già suggerite in precedenza ma, alle prese con altri problemi, le avevo ignorate fino a scordarmene completamente.
Per chiarezza ho trascritto lo spartito su Tuxguitar:
Gli abbellimenti sono alle battute 2, 8 e 20. I bpm non sono corretti (me li ha inseriti automaticamente Tuxguitar) perché il brano è molto più lento...
Lo scivolo sarebbe una sorta di slide “di rumore” effettuato su tutte le corde che si ottiene premendole con una forza tale da NON stopparle ma nemmeno sufficiente a farle suonare chiaramente. Il dito da usare per effettuare lo scivolo è il medio e per questo il successivo D5 conviene farlo usando indice e anulare (invece che i normali indice e medio).

In verità alla battuta 24 ci sarebbe un quarto abbellimento che però, non sapendo come rappresentarlo, ho omesso: si tratta di suonare l'accordo seguendo il ritmo della batteria ed eseguendo le pause stoppando l'accordo. È più facile di quel che sembri o almeno la mia versione al primo tentativo mi è sembrata decente (anche se, molto probabilmente, non andrà bene...).

I want it all: il maestro mi ha fatto passare allo spartito su Tuxguitar (che ho scaricato qui: la versione che uso è la prima, quella con id=32254) e mi ha assegnato le battute dalla 21 alla 24 della terza chitarra (terza traccia). Una complicazione è che la parte che avevo già studiato appartiene alla seconda chitarra! Ma non è questo il vero problema...
Gli accordi sono facili ma il loro ritmo mi è incomprensibile: forse devo provare a ascoltare più volte il brano originale per abituarmici... bop...

Nessun commento:

Posta un commento