«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

giovedì 28 novembre 2013

Pazzesco decadimento pizzesco

Dopo molti mesi ho ricomprato la mia pizza surgelata preferita alla D+: si tratta della “margherita” che io uso come base e alla quale aggiungo tutti gli ingredienti che più preferisco...
Il pregio principale di queste pizze era la qualità dell'impasto che aveva una consistenza simile a quella delle pizzerie. Era una vera delizia!

Sfortunatamente stavolta il risultato finale è stato pessimo: subito a colpo d'occhio il diametro delle pizze mi è sembrato minore del solito ma è stato proprio l'impasto a deludermi completamente.
Invece di essere fragrante come lo ricordavo mi è venuto come cartone secco: duro e senza sapore.

Allora ho ricontrollato i vecchi cartoni che conservo per il camino ma che, in verità, tendo ad accumulare...

Questa era la pizza buonissima...

che improvvisamente venne sostituita, a parità di prezzo, da quest'altra marca. Devo però ammettere che inizialmente non notai differenze significative.

Questa è invece la confezione della pizza comprata ieri...

Avete notato la differenza? Secondo me sta tutto nel “Lievitata 24 ore – cotta su pietra su forno a legna”. Questa indicazione è presente nelle prime due foto ma non nell'ultima.
Credo che questa differenza spieghi il minor sapore e la dimensione minore: peso uguale ma minore lievitazione e di conseguenza diametro...

Che delusione! Come farò adesso!?
Io avrei preferito pagare qualcosa in più, ma conservando la qualità, piuttosto di questo schifo immangiabile...

2 commenti:

  1. In casa tua impastare a mano e lasciare lievitare per 24 ore!

    RispondiElimina
  2. Ci ho pensato...
    Usando però la macchina per il pane... :-)

    RispondiElimina