«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

venerdì 1 novembre 2013

Ascensione

Per provare i miei nuovi scarponi (v. Scarponi) ho fatto una breve escursione: mi sono diretto sulla cima della balza sopra la mia casa...

Ho seguito per qualche centinaio di metri la stradina che porta al mio cancello (niente foto...) e poi ho preso un sentiero sulla destra.

È più ripido di quanto sembri soprattutto sulla parte finale...
Arrivato a metà altezza ho girato sul retro della balza: un lato della balza infatti è verticale ma l'altro è scosceso ma comunque scalabile senza troppi problemi.

Questo è il retro (in ombra) della balza: anche gli alberi sono un po' confusi e crescono storti...

Negli ultimi metri di salita bisogna aiutarsi un po' con le mani: farlo con una macchina fotografica è un po' difficile (e infatti ho sporcato di fango l'obbiettivo).

Quando si inizia a pensare di essere arrivati si scoprono nuovi ostacoli...
Poi, finalmente in cima! Ma...

Un branco di capre assassine mi attacca!
Riesco però a sconfiggerne il capo gettandolo dal dirupo e le altre, perdendosi d'animo, preferiscono fuggire (e solo allora ho potuto scattare la foto)...

Stranamente la cima è perfettamente piatta! (In questa foto se ne vede solo metà...)

Un po' di panorama!
In basso si può vedere il tetto della mia casa: siccome non sono una capra assassina preferisco non sporgermi troppo...

Guardando verso sinistra (contro sole) si vedono altri alberi...
Non so... sicuramente la foto è sovraesposta però mi piace: tagiandola bene credo che potrei usarla come banner nel mio profilo di FB...

Guardando a destra invece il panorama si apre.

Sempre guardando a destra, un particolare ottenuto zumando: notare la nebbia bassa oltre la collinetta...

Strisciando come un serpente ho fatto poi questa foto della casa sporgendomi sul baratro: notare la carcassa della capra assassina sconfitta in combattimento in basso a destra...

Infine non ho resistito a scattarmi un autoritratto sulla cima piatta (e brulla) della balza...
La forma strana della testa è dovuta a un orribile cappellino che però preferisco indossare per non ritrovarmi schifosissimi insettini fra i (pochi) capelli. Ci tengo anche a sottolineare che la mia testa è molto più grande ma che la prospettiva dell'ombra la snellisce!

Durante la discesa non ho fatto foto (beh, un paio sì ma non le pubblico perché non mi sembrano interessanti) anche perché è molto più impegnativa della salita.
In totale l'escursione è durata 40 minuti con almeno un quarto d'ora per le foto...

Nessun commento:

Posta un commento