«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 31 marzo 2013

Detto fatto...

Alla fine (v. Pericolo FB!) ho optato per crearmi un nuovo profilo su FB sul quale poter seguire gli aggiornamenti che mi stanno a cuore senza però che questi interessi siano direttamente collegabili alla mia persona.
Per fare questo tengo aperto su Opera il nuovo profilo e su Firefox il vecchio (dal quale ho tolto i "mi piace" che non volevo pubblici): soluzione complicata ma al momento non vedevo niente di meglio...

Siccome cerco amici che non siano presenti sul mio vecchio profilo (per differenziarlo!) accetto e offro volentieri amicizie con la mia nuova identità di Taddeo Sessa!

Ontologia - 31/3/2013
Qualcuno ha avuto la forza di leggere il mio indigesto Bene, “bravo”...? In tale intervento sprofondavo in una serie di considerazioni pseudofilosofiche che avevano lasciato anche me stesso più che perplesso. Avevo poi riassunto il problema centrale della mia autovalutazione con la domanda retorica «In altre parole: la realtà è una, ciò che è effettivamente stato, oppure è data dalla somma delle sue potenzialità?»

Oggi, per caso (*1), mi sono imbattuto nella definizione di ontologia (ovvero lo ricerca “sull'essere in quanto essere”) dove si spiega che il termine fu coniato da Christian Wolff (nel 1729). In particolare «...la concezione wolffiana dell'essere... ...dipende dalle sue premesse leibniziane, per cui al reale è anteposto il possibile, sicché l'ente è definito come “ciò che può esistere”, sia che di fatto esista sia che non esista, e l'esistenza come il “complemento della possibilità”» (*2).

È consolante venire a sapere che le proprie conclusioni, per quanto convolute, sono condivise non da un matto ma da qualcuno che è considerato un filosofo...

Nota (*1): beh, non proprio per caso ma sarebbe stato troppo lungo da spiegare!
Nota (*2): da Le garzantine: Filosofia, Ed. Garzanti, 1999.

Breaking the balls - 2/4/2013
Il problema del Palm Muting nel brano Breaking the law dei Judas Priest persiste.
Sono talmente disperato che, come suggeritomi dal maestro un paio di lezioni fa, sto ascoltando a ciclo continuo il passaggio incriminato per abituare il mio orecchio al giusto ritmo: per adesso ho la nausea ma non credo di saperlo suonare meglio...
Comunque la postura in piedi ha risolto il problema “fisico” della mano destra non in grado di plettrare e contemporaneamente stoppare le corde col palmo.

Ciangottio in palestra - 2/4/2013
Sto continuando ad andare in palestra: per adesso sto facendo un programma di “risveglio muscolare” che comunque mi stanca abbastanza e toglie l'ossigeno necessario al cervello per fare osservazioni interessanti.
Solo nello spogliatoio inizio a riprendermi e là, visto che i locali per gli uomini e le donne sono contigui, ho notato che: un uomo da solo rispetto a una donna da sola è talvolta più rumoroso perché potrebbe fischiettare o canticchiare; se però le donne sono due (o più!) fanno decisamente più confusione di un numero qualsiasi di uomini: le prime chiacchierano fra loro a ciclo continuo, i secondi, quando va bene, si limitano a salutare quando escono!

Strappettino addominale - 4/4/2013
È da pochi giorni che ho iniziato ad andare in palestra e mi sono già fatto male!
Per la verità mi sono infortunato la scorsa volta ma oggi ne ho avuto la conferma: secondo l'istruttore non è niente di grave e basterà non sforzare questo muscolo per 7-10 giorni, magari trattandolo con del Voltaren o simili.
Fortunatamente non mi dà alcun fastidio per i vari esercizi e così, a parte gli addominali, posso continuare tranquillamente a farli: speriamo bene!

2 commenti:

  1. Della serie: "Complichiamo le cose troppo semplici …"

    RispondiElimina
  2. eh! eh!
    Forse hai ragione...

    Però è vero che quando sono insonne e i pensieri mi entrano in loop finisco per imbattermi in queste tematiche: da questo punto di vista è confortante scoprire che anche degli importanti filosofi hanno fatto i miei stessi ragionamenti...

    RispondiElimina