«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

giovedì 1 novembre 2012

Monti 23: ci è o ci fa?

Questo dubbio mi perseguita più o meno dall'inizio del suo governo. Quasi ogni provvedimento mi è sembrato sbagliato e spesso controproducente: talvolta l'inefficacia, se non la dannosità, dei decreti del governo mi è parsa talmente evidente da farmi cadere le braccia.
In quei momenti penso: “Ma come è possibile che Monti non se ne renda conto? O, se non Monti, qualcuno che nel governo pensi per lui?”. In questi casi il mio animo paranoico prende il sopravvento e finisco per convincermi che l'unica spiegazione è che Monti voglia il male dell'Italia (specialmente degli italiani), che magari esegua degli ordini che vengono da lontano per salvaguardare esclusivamente gli interessi dei grandi gruppi finanziari internazionali e cose di questo genere...
Altre volte invece sono più prosaico e meno sospettoso e allora torno a pensare che Monti sia incompetente ma in buona fede e non si renda conto di quello che sta combinando. Certo, più che passa il tempo e più che gli effetti nefasti dei suoi provvedimenti diventano palesi: mi sembra però di avergli già sentito fare un'affermazione molto acritica del tipo “Senza di me la situazione sarebbe peggiore”.

Questo è il mio dubbio che in realtà non centra con l'argomento di oggi ma magari aiuta i miei lettori a capire la mia difficoltà a rapportarmi con il non-eletto Monti e i suoi provvedimenti: ho sempre il dubbio che non capisca quello che stia facendo o che invece lo capisca fin troppo bene e tradisca con cognizione di causa (*1) la fiducia degli italiani.

Comunque sia ho dato un'occhiata al sito della BBC e, fra le notizie più importanti (*2), ho trovato il seguente articolo, Greece recession and debt problems even worse (tradotto liberamente “La recessione e il debito greco sempre peggio”), sulle condizioni disastrose della Grecia.
L'articolo conferma una delle mie tesi: ovvero che la Grecia è destinata a fallire. Visto che la ricetta del non-eletto Monti per l'Italia (tasse & tasse) è la stessa usata in Grecia questo dovrebbe far riflettere...
La Grecia è come una famiglia nelle mani degli strozzini (i grandi gruppi finanziari): non c'è verso che riesca a pagare il suo debito. Nella mia analogia l'Europa le dà piccoli aiuti per pagare qualche rata in cambio dei gioielli di famiglia: a mio avviso rendendosi complice degli strozzini.
È evidente che questa situazione non può andare avanti molto a lungo e che, prima o poi collasserà.

E questo ci riporta dritti dritti al mio post Monti 20 dove, fra altre cose, parlavo dell'improvvida adesione dell'Italia al cosiddetto “fondo salva stati”.

Per la precisione scrivevo: «A breve termine questo accordo ha portato a una forte riduzione dei tassi dei nostri BTP che, nonostante la “cura” Monti, stavano tornando verso i massimi via via che tutti i parametri economici del paese andavano a indicare il disastro.
Ma cosa succederà quando fra tre mesi, o sei mesi o un anno (ma non di più!) ci sarà da tirare fuori dal portafoglio 10-20 miliardi per “salvare” la Grecia o il Portogallo o la Spagna? Da dove saranno tirati fuori questi quattrini? Avendo visto come opera il governo Monti quelli più colpiti (ovviamente indirettamente! Cfr. Colline/Monti 13) saranno i più poveri: aumento della benzina a 3€, prelievo straordinario dai CC e cose di questo genere...
»

Ecco questo l'avevo scritto solo il mese scorso: ma adesso cosa pensate che succederà quando la Grecia dovrà emettere nuovi titoli di Stato? Pensate andranno a ruba?
Io credo di no: io credo che l'Italia & C. dovranno intervenire per comprare questi titoli greci e tenerne così artificiosamente basso lo spread.
Di questo sono sicuro. La mia incertezza riguarda invece a quanto ammonterà il contributo dell'Italia: 1 miliardo, 2 miliardi o 5?
Nel dubbio consiglio a tutti di viaggiare con il serbatoio della macchina pieno visto che il non-eletto Monti usa il prezzo della benzina come fosse un Bancomat...

Nota (*1): credo che nel nostro ordinamento l'alto tradimento sia previsto solo per il capo dello Stato ma sarebbe un'accusa molto appropriata al non-eletto Monti se questi agisse effettivamente in malafede contro l'Italia e gli italiani.
Nota (*2): che stranamente non figura nei giornali italiani (almeno con lo stesso risalto).

Nessun commento:

Posta un commento