«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

sabato 18 ottobre 2014

O sbagliato!

Io o sbagliato ma chi è senza peccato scagli la prima h...

Su e giù - 20/10/2014
Dal precedente aggiornamento (v. il corto Tri corsa) ho fatto le scale almeno altre tre volte: oggi sono arrivato a 40 minuti ed ero abbastanza (=non morto) fresco. Non provo nemmeno a pesarmi perché tutti congiurano contro i miei sforzi. Un esempio: qualche giorno fa mio padre mi ha regalato un barattolo di Nutella...
Positivo comunque che almeno, nonostante la pancia che mi ballonzola, stia acquistando un po' di fiato e resistenza.

Democrazia interna - 20/10/2014
Non è vero che nel M5S non c'è democrazia interna!
Chi lo afferma è fuori!

Scale vecchie e corde nuove - 7/11/2014
Ho cambiato le corde della chitarra: ho provato le Super slinky marca Ernie Ball, vedremo...
Non ho poi avuto voglia di fare l'esercitazione completa ma ho voluto comunque fare una prova di registrazione: le scale C, Dm, Em, F, G, Am, Bdim e Cmaj7, Dmin7, Emin7, Fmaj7, G7, Amin7, Bdim7.
L'idea è anche quella di fare un confronto fra qualche mese per vedere di apprezzare l'usura delle corde: al momento non riesco a ricordare come suonavano mesi prima!

PS: la registrazione è qui...

“Rivincita” di scacchi - 8/11/2014
Inizia oggi la “rivincita” per il titolo di Campione del Mondo di Scacchi fra Carlsen (attuale detentore) e Anand (sfidante ed ex campione). Ho scritto “rivincita” fra virgolette perché Anand ha dovuto vincere un torneo per ottenere il diritto a competere contro Carlsen: non è cioè una rivincita automatica come avveniva in passato (prima del 2000).
Come al solito lo scontro è troppo breve (solo 12 partite) e basta un passo falso per compromettere tutto l'incontro. Il risultato sarà una grossa propensione alle patte nelle prime partite fino al primo risultato decisivo: da quel momento in poi la parte in svantaggio rischierà il tutto per tutto per recuperare ottenendo, probabilmente, l'effetto di perdere altre partite...
Prima o poi se ne accorgeranno anche i mentecatti di organizzatori e anche la minoranza del pubblico che apprezza l'attuale formula.

Nessun commento:

Posta un commento