«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 7 agosto 2012

Successo??!!

Oggi volevo scrivere un post divertente (sulla mia nuova fidanzata immaginaria) quando un articolo sulle entrate tributarie del Corriere.it mi ha fatto cambiare idea...

L'articolo riporta dati ben precisi e non opinabili forniti dal dipartimento delle Finanza del ministero dell'Economia. Se l'articolo si fosse limitato a riportare queste informazioni io mi sarei semplicemente preoccupato ma non arrabbiato (*1). Sul finire dell'articolo c'è però un disarmante commento dello stesso ministro dell'Economia che mi ha fatto cadere le braccia: prima di commentarlo voglio però riassumere i dati riportati dal Corriere.it

Prima di tutto, nel primo semestre del 2012, le entrate sono state di 191 miliardi con un incremento del 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2011 (*2), ovvero: 183 miliardi di entrate nel 2011 con un aumento di 8 miliardi...
Le imposte dirette aumentano del 5,1% (+ 5 miliardi) e le indirette del 3,5% (+ 3 miliardi) (*3).
Poi si precisa che, nonostante l'aumento dell'IVA (passata dal 20 al 21%), il gettito di tale imposta è in calo del 1.4% (-700 milioni).

Problemino da 5° elementare: supponendo l'aliquota del 20/21% unica (in realtà esistono anche quella del 10 e del 4%) di quanto è stato il calo dei consumi fra il 2011 al 2012?
Innanzi tutto c'è una ambiguità: l'1,4% è riferito all'IVA per il 2012 o per 2011? Io l'interpreto nella maniera più “normale” ovvero come calo rispetto al 2011...
Data la mia supposizione ottengo che IVAV (entrate IVA Vecchia del 2011) = 0.7/1.4*100 = 50 miliardi
Quindi IVAN (entrate IVA Nuova del 2012) = 50-.7 = 49.3 miliardi (*4)
Quindi CV (Consumi totali Vecchi del 2011) = 50/20*100 = 250 miliardi
e CN (Consumi totali Nuovi del 2012) = 49.3/21*100 = 235 miliardi
Cioè, con queste ipotesi, si ha una contrazioni dei consumi di 15 miliardi pari al 6% rispetto al 2011 (o al 6.4% rispetto al 2012...) (*5).

Il “prelievo forzoso” dai conti correnti ha invece prodotto un incremento delle entrati “dell'imposta di bollo” pari al 136% (cioè più che raddoppiato). Ho scritto “prelievo forzoso” perché di questo si tratta e quello che cambia è solo il nome: invece di chiamarlo prelievo forzoso dello 0,10% lo hanno chiamato imposta di bollo dello 0,10% con la differenza, ovviamente svantaggiosa per i cittadini, che tale prelievo ha un importo minimo di 34,20€ e perciò, per CC con depositi minori di 34200€ corrisponde a un prelievo maggiore dello 0.10%. Da notare che per il 2013 tale prelievo forzoso è già stato fissato allo 0,15% (e quindi ancora maggiore per CC con depositi minori di 22800€)

Le entrate dei giochi si riducono complessivamente del 5.7% con l'eccezione delle lotterie istantanee che hanno invece un aumento del 3,4%.
Non per dire “io l'avevo detto” ma, chi è curioso, può rileggersi il post La volpe e il superenalotto...

In pratica l'aumento delle entrate è dovuto alla prima rata dell'IMU di circa 4 miliardi (ovvero la metà delle nuove entrate).

Questi i dati.
Le parole che mi hanno fatto arrabbiare sono: “E buona parte di questo successo si deve all'Imu.
Avete letto bene: si parla di “successo”!
Questo perché, “nonostante la congiuntura fortemente negativa”, le entrate tributarie sono aumentate!

Quello che mi scandalizza è la miopia/cecità (o forse è faccia tosta) di chi ci governa: è vero che le entrate sono aumentate ma a quale prezzo? Le entrate sono aumentate di 8 miliardi ma i consumi, vedi la mia stima sull'IVA, sono calati di circa 15 miliardi!
Questo significa che gli italiani hanno pagato più tasse ma al prezzo di grandi privazioni come si comprende inequivocabilmente dall'andamento dei consumi.
Oltretutto questi soldi extra incassati dallo Stato andranno a migliorare la vita dei cittadini? Produrranno dello sviluppo? Assolutamente no! Sono soldi a fondo perduto che servono solo a pagare le rate dell'inestinguibile debito pubblico (vedi i miei post col tag “Economia”): in pratica soldi regalati alle banche e ai grandi gruppi finanziari che speculano sul nostro debito e che, probabilmente, mantengono artificiosamente lo spread sul livello attuale...

Cioè come si fa a considerare questo risultato fallimentare un “successo”!!???
Qui si sta dando il colpo di grazia a un'economia morente! Il governo opera come un dottore che a un paziente anemico pratica un salasso!
Possibile che questi “tecnici” non riescono a fare delle banali stime (vedi ad esempio il mio post Indagine sul debito e, soprattutto, Ancora sul debito) sull'andamento della situazione?!

Nota(*1): beh, non più del solito pensando alle insensatezze compiute del governo Colline...
Nota(*2): mi piacerebbe incrociare questi valori con quelli riportati da Eurostat ma al momento non ne ho tempo: magari in un prossimo post...
Nota(*3): e questo significa (se le proporzioni non sono un'opinione!) che le entrate per le imposte dirette sono circa 100 e le indirette 86 miliardi: totale 186 miliardi. Mi domando da dove derivino i 5 miliardi extra di entrate...
Nota(*4): se invece il calo dell'1.4% fosse riferito al 2012 ovviamente si avrebbe IVAN = 50 miliardi e IVAV = 50.7 miliardi...
Nota(*5): con calcoli analoghi, partendo dai risultati della nota *4, si avrebbe: CV = 254 e CN = 238 con una differenza di 16 miliardi...

Nessun commento:

Posta un commento