«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

sabato 5 novembre 2016

Conan vs Crom

Dunque lo scontro è avvenuto ieri e, in realtà, Conan sarei io mentre Crom sarebbe il navigatore Chrome di Google...

Quando vado da mio padre mi aspetta sempre un nuovo problema informatico: menù che spariscano, stampante non riconosciuta, audio che non funziona e simili...

Stavolta il problema era su Chrome dove si era installato "da solo" (vero babbo?) un nuovo motore di ricerca (*1) che faceva apparire pubblicità in continuazione. Onestamente pensavo che sarebbe stato semplice trovare una soluzione ma non è stato assolutamente così anche perché, usando solo Firefox, non ho nessuna confidenza con Chrome.

Leggendo in rete ho scoperto che quel motore è considerato malware non veramente pericoloso ma sicuramente insopportabilmente fastidioso. E rimuoverlo non è facile.
Cioè su Windows basta usare uno dei tanti programmi appositi tipo Adware o simili: altrimenti bisogna cambiare voci nel registro e altre mille sottigliezze.
Per Linux invece, che è molto più sicuro di Windows, non ci sono programmi del tipo di Adware (o almeno io non li ho trovati) e, in teoria, sarebbe bastato rimuovere questo motore di ricerca dalle estensioni di Chrome.

Il problema è (l'ho capito poi) che l'ultima versione (perché non ne ho trovato menzione in rete) di questa estensione malware riesce a redirigere l'utente dalla pagina per la gestione (ed eliminazione) delle estensioni a quella delle applicazioni.
In pratica quando inserivo chrome://extensions/ mi ritrovavo invece su chrome://apps/ e questo anche se provavo ad accedervi usando il menù di Chrome. Ovviamente in questa maniera mi era impossibile eliminare l'estensione indesiderata.

Dopo vari tentativi inutili cercando in rete ho rimosso e reinstallato Chrome ma senza ottenere il risultato voluto: l'estensione malware era sempre al suo posto.
Questo però mi ha fatto capire che le estensioni dovevano essere salvate tutte in una cartella dell'utente: dopo qualche ricerca ho scoperto che la cartella era in ~/.config/google-chrome

Qui ho iniziato a controllare tutte le varie cartelline e alla fine ho trovato quello che cercavo:
~/.config/google-chrome/Default/Extensions
che a sua volta conteneva numerose cartelle identificate da una sfilza di caratteri alfanumerici. Ho supposto che ciascuna di queste sottocartelle corrispondesse a un'estensione ma non sapevo come distinguerle l'una dall'altra.
Fortunatamente mio padre aveva su Chrome un secondo profilo, qualcosa del tipo: ~/.config/google-chrome/Profile_1 al cui interno c'era un'altra cartella Extensions che a sua volta conteneva un sottoinsieme delle varie estensioni della cartella sotto Default.

Allora ho cancellato da ~/.config/google-chrome/Default/Extensions tutte le cartelle (=estensioni) non presenti in ~/.config/google-chrome/Profile_1/Extensions (non so, saranno state 5 o 6) e, finalmente, ho risolto il problema. Forse ho eliminato anche delle estensioni installate volutamente da mio padre (in realtà non credo) ma in tal caso le reinstallerà in caso di necessità.

Però che fatica!

Conclusione: ecco perché io preferisco Firefox...

Nota (*1): sfortunatamente non ricordo ne più il nome relativamente complicato...

Nessun commento:

Posta un commento