«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

venerdì 15 maggio 2015

Lezione LXXIX: Tutto bene...

Lezione anodina: io non avevo grossi problemi da risolvere o dubbi amletici da esporre e il maestro non era particolarmente ispirato...

Riscaldamento: Come al solito...

Ritmi: Niente di nuovo...

She is my Sin: sono arrivato alla battuta 133 solo 6 nuove battute in più rispetto alla scorsa lezione...
Però c'è un'ottima novità: ho risolto il problema delle due battute (sono uguali che si ripetevano almeno tre volte) che da sempre (v. Lezione LXXVIII) mi angustiava...
La novità è stata mentale: sono riuscito a memorizzare una singola battuta come fosse una sequenza unica. In questa maniera mi è facile ripeterla ho sostituirla con un nuovo accordo...
Prima invece cercavo di memorizzare l'intera sequenza: ci facevo errori e non mi era chiaro dove finiva...

Flight of Icarus: Tolto! (v. corto Speriamo si schianti!)

Da Zero: rispetto alla scorsa lezione ho completato gli esercizi 7-38 e 8-40. Per l'8-39 sono sceso al -15%: si tratta del tipo di esercizio che mi rimane più difficile ovvero suonare l'accompagnamento sopra una base reale. In questo caso i problemi sono duplici: da una parte devo meccanicamente cambiare accordo molto rapidamente e questo spesso mi causa errori; da un'altra ho problemi con gli accenti della ritmica: ogni battuta è divisa in 6/8 e si devono accentare il 1° e il 4° ottavo. Il maestro si è accorto che io prolungo troppo l'accento, lo faccio cioè durare più delle altre note.
Si è così deciso di semplificare la ritmica: per ogni battuta dovrò plettrare solo la 1° e la 4° nota (quelle accentate) e fare invece i movimenti a vuoto per le altre. Questo, si spera, mi aiuterà a mantenere il giusto ritmo. Sicuramente mi dovrebbe permettere di accelerare rapidamente la velocità di esecuzione...
Contemporaneamente sto studiando l'esercizio 8-42 (l'8-41 l'ho saltato: era un esercizio di riscaldamento banale...). Si tratta di una melodia: ha dei passaggi difficili ma ancora non so se saranno bloccanti o no.
Abbiamo iniziato a guardare anche i primi due esercizi del secondo volume del corso (Chitarrista da Zero! 2): sono sui PC, argomento non trattato nel precedente fascicolo, e non credo mi daranno problemi. Tecnicamente sono molto facili, forse l'unico problema potrebbe essere la velocità ma non credo...

Rettangolo: niente di nuovo. Continuerò a esercitarmi con le due basi... Mi sono dimenticato di dire al maestro che le ho rallentate entrambe del 25%: non credo però sia importante...

Hotel California: alla penultima lezione mi ero fatto dare la ritmica per questa canzone e, nonostante qualche problema (v. corto HC ma quasi WC) più o meno c'ero...
Comunque, quando il maestro mi ha sentito suonarla, si è subito accorto che la base che usavo non era intonata essendo di un tono più alta! Io non me ne ero accorto ma, certo, non mi aiutava a seguire il ritmo... Con Audacity risolvero il problema in pochi secondi.
Poi mi ha cambiato la ritmica del F (devo chiedergli se tale modifica vale anche per tutte le battute del coro o solo per la prima) nel coro (quella che avevo non era troppo adatta!) e mi ha sostituito il Am con la seguente sequenza di note: LA, SI, DO (tutti quarti) e RE, MI (due ottavi).
Ah, e un accordo E7 dello spartito che ho scaricato, secondo il maestro, dovrebbe essere un E...
Insomma ci devo continuare a lavorare ma dovrebbe essere divertente.

Teoria: avevo qualche domandina facile facile...
D. Nella pentatonica di G non c'è il FA# (e quindi ci sono solo note presente nella tonalità di DO maggiore) che implicazioni ci sono a suonarla su tonalità di DO?
R. Lo puoi fare. Il problema è che nella pentatonica di G non c'è il DO che è la tonale della tonalità di DO e, anzi, tenderai a suonare spesso il SOL. L'effetto finale potrebbe essere un po' strano.
D. Mi ridici la nomenclatura della scala maggiore e settima di DO?
R. La scala maggiore è facile:
C, Dm, Em, F, G, Am, Bdim
La scala settima è più subdola:
Cmaj7 (che si legge “DO settima maggiore”, il “maj” si riferisce al 7 non al C! Io la chiamerei “C maggiore di settima maggiore), Dm7 (che si legge “RE minore sette”. Io lo chiamerei “D minore di settima minore”!), Em7, Fmaj7, G7 (che si legge “SOL sette”. Io lo chiamerei “G maggiore di settima minore”), Am7, BØ (che si legge “SI semidiminuito”. Io lo chiamerei Bdim7 ovvero “B diminuito di settima minore” ma il maestro mi ha detto che in questa maniera si intende un altro accordo: inconsistenza da musicisti...)

Nessun commento:

Posta un commento