«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

venerdì 5 febbraio 2016

Amalia V. 1.00

Stavolta per San Valentino non mi farò cogliere alla sprovvista: ho infatti avuto un'eccellente idea!

Ho intenzione di crearmi una fidanzata virtuale con requisiti e specifiche ben precise; poi ogni giorno, quando ho dieci minuti di tempo libero, posso lanciarne la simulazione nella mia immaginazione che ha un fps variabile ma in genere fra le 10 e le 30 volte più veloce del reale. Questo significa che in poco meno di un'ora potrò simulare un'intera giornata (tanto le 8 ore di sonno giornaliero le simulo alla svelta...) passata insieme alla mia fidanzata virtuale!

Ecco quindi la mia creatura: Amelia V 1.00

Aspetto
L'aspetto è la cosa più semplice della mia simulazione: la base è quella fornita da un mio sogno di ormai quasi quattro anni fa: vedi il corto Linus.
Per comodità riepilogo qui di seguito:
Capelli lunghi un po' oltre le spalle di color rosso scuro; ondulati e tenuti sciolti; magari con un ricciolo sbarazzino sulla fronte...
Pelle bianchissima ma non diafana; luminosa e sana: assolutamente senza nei (mi fanno impressione!).
Occhi celesti chiarissimi, quasi grigio chiaro; trucco scuro che li fa risaltare maggiormente. Sguardo intenso, quasi ipnotico.
Naso dritto: senza gobbe, né storto né all'insù. Un po' come il mio, magari leggermente più sottile e delicato.
Bocca con labbra carnose ma non troppo grande; denti bianchi e regolari. Voce bassa, profonda e calda.
Per l'altezza non ho deciso: direi più o meno come me ma devo vedere se con o senza scarpe.
Sicuramente non grassa ma nemmeno troppo magra; tonica ma non troppo muscolosa, sicuramente proporzionata. Fianchi ampi, sedere tondo e gambe lunghe. Seno normale: né grande né piccolo.
Mani affusolate e morbide: unghie curate ma corte.
Età direi sui trent'anni ma potrebbe sembrare più matura della sua reale età: non facilmente definibile.
Veste in maniera ricercata, colori caldi ma sobri; ama i foulard e giacche a collo alto. Non segue la moda ma ha un suo stile molto definito, forse un po' anni '80. Giacca/cappotto a collo alto.
Preferisce le gonne, corte ma sobrie, ai pantaloni. Porta stivali alti. I suoi piedi sono un po' piccoli rispetto alla sua altezza. Usa un profumo lievissimo (i profumi forti mi danno fastidio), di frutta (cocco?), forse semplicemente uno shampoo/doccia e non un vero e proprio profumo (è molto pulita).
Ah! dimenticavo! Sulla guancia destra ha il marchio della strega: una piccola voglia a forma di mezza luna con la concavità rivolta verso la bocca.

Carattere
Nel sogno non ebbi modo di parlarle a lungo quindi per adesso non ho le idee molto chiare al riguardo.
Sicuramente misteriosa, non dice tutto quello che sa e non spiega il misterioso interesse che ha per me. Per qualche motivo sembra conoscermi bene anche se io non l'avevo mai vista prima.
Equilibrata, seria e osservatrice: sicuramente molto intelligente. Silenziosa, parla poco.
Si muove in maniera scattante ma armoniosa: è una ballerina? Cammina a testa alta guardando lontano davanti a se: ha qualcosa di fiero e indomabile. Un fuoco che le brucia dentro: normalmente è calma rilassata ma su certi argomenti si scalda molto: sa qualcosa che non mi vuole dire, almeno non subito...
Ride in maniera timida, spesso si copre la bocca con la mano, ma i suoi occhi brillano. Comunque non è timida, anzi appare piuttosto sicura di sé. Non scherza molto però ha un buon senso dell'umorismo e apprezza le mie battute. A volte guarda lontano e il suo sguardo pare perdersi: poi sospira e se si accorge che la sto guardando mi sorride un po' triste e dice che non è niente.
Ha un accento melodioso che non so ben identificare: direi che è del nord Italia ma chiaramente ha delle contaminazioni che non riesco a interpretare. È molto vaga quando parla della sua famiglia: non sono sicuro se sia semplice riservatezza oppure se abbia segreti che preferisca tenere per sé.
Ci capiamo al volo, ci basta uno sguardo per sapere quello che stiamo pensando.

Per adesso mi pare possa bastare: la base per la simulazione è abbastanza definita. Domani, ma forse già stanotte, proverò a lanciare la simulazione e vedrò di chiarire qualche mistero: soprattutto perché questa donna bellissima è così interessata a me?

Conclusione: credo che questa Amalia mi darà grandi soddisfazioni!

Modificato 5/2/2016 (dopo prima simulazione):
Hotfix 1 (*1) (Amalia V. 1.00a)
E meno male che doveva parlare poco! Io intendevo in senso assoluto, non per una donna...
Comunque ho cambiato il requisito: da “parla poco” a “parla veramente molto poco”.

Hotfix 2 (Amalia V. 1.00b)
Amalia non è una spia: né della CIA né di altre agenzie!
Durante la simulazione mi ero reso conto che questa preoccupazione si stava facendo sempre più pressante e avrebbe rischiato di sconvolgerla...

Nota (*1): gli Hotfix sono delle piccole modifiche che apporto al volo alla simulazione anche durante l'esecuzione: il loro scopo è solo quello di risolvere rapidamente piccoli problemi o anomalie...

Nessun commento:

Posta un commento