«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 12 febbraio 2013

Ovviamente

La terza puntata dell'Ingegnere buono ma brutto (v. Ingegnere 1 e Ingegnere 2) è pronta da tempo: non l'ho pubblicata solo perché il finale mi sembra scadente...
Una delle battute più divertenti tirava in ballo il Papa e ora, OVVIAMENTE, sembrerebbe di cattivo gusto.... uffa!!

Dopo 28 anni - 14/2/2013
Nel 1984, da ingenuo lettore di fantascienza che ero, fui attratto da un libro con una bella copertina e dal titolo affascinante: si trattava della Cittadella dell'autarca di Gene Wolfe, Ed. Nord, 1984.
La copertina non l'ho più (strano...) ma ho il vago ricordo di un cupo guerriero in assetto da battaglia e dal volto nascosto...
Quando iniziai a leggerlo scoprii con rammarico che era il quarto volume del ciclo del “Nuovo Sole”: provai a cercare i primi episodi ma erano già introvabili (probabilmente lo comprai verso il 1986...).

Qualche giorno fa ho iniziato la lettura della Quinta testa di Cerbero (sempre di Gene Wolfe, Ed. Nord, 1984) che comprai usato qualche mese (anno?) fa. Come tutti i libri della Nord è bellissimo e così mi è venuta la voglia di vedere se su internet trovavo qualcosa. Questo è il risultato:



Viario? - 14/2/2013
Cos'è un viario?
Forse uno stradario?
Assolutamente no!!
Il viario è il mio idiotismo con cui proverò a sostituire il forestierismo blog: “viario” infatti, nella mia accezione, non deriva da “via” ma da vi-rtuale + di-ario...

Insomma, io proverò a usare “viario” per qualche mese e poi vedrò se continuare o no: i pareri al riguardo sono benvenuti!

Pareggio - 14/2/2013
Come previsto non sono diminuito di peso rispetto alla scorsa settimana e ho raggiunto nuovamente i 63.5Kg. Però, considerando che il peso della scorsa settimana era un picco negativo, credo di aver perso comunque un paio di etti.
La dieta continua!

Apuleiata 15 - 16/2/2013
«...nella sua smania di procurarsi un veleno d'effetto immediato, mi offerse in pagamento cento scudi d'oro. Mi raccontò che doveva servire per una persona gravemente affetta da lunga data da un male incurabile, desiderando essa di sottrarsi ai tormenti della vita.» (*1)
Esatto: come conferma una nota al testo, l'eutanasia non era solo permessa ma anche largamente diffusa!

Sottolineo quanto scrissi pochi giorni fa in Viziato: «In conclusione anche l'attuale etica occidentale risente ancora pesantemente (anche se non ce ne rendiamo conto e pensiamo di essere di mentalità aperta) degli influssi medioevali [del cristianesimo]». L'eutanasia, oltre al diverso rapporto col sesso, è appunto un altro esempio di questa influenza.

C'entra poco ma solo io ho notato nel discorso di abdicazione del Papa una possibile giustificazione dell'eutanasia? Magari ci tornerò con un pezzo ad hoc...

Nota (*1): L'asino d'oro (le trasformazioni) di Apuleio, Ed. BUR, 1955, trad. Claudio Annaratone.

Nessun commento:

Posta un commento