«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

giovedì 29 dicembre 2011

Lezione perso il conto... (8)

Dovrei abituarmi a giudicare le lezioni del maestro dopo aver provato gli esercizi per casa...
Anche l'ultima lezione mi aveva lasciato perplesso: S. era arrivato di nuovo in leggero ritardo (con un nuova chitarra a 8 corde!). Secondo me è sempre maleducazione arrivare tardi ma se lo fa qualcuno che viene pagato per insegnare tot minuti è doppiamente grave...

Come al solito mi ha chiesto com'è andata e io gli ho risposto che ho trovato il nuovo brano, “The Entertainer”, molto più difficile del precedente ma che per il resto andava tutto bene. Mi ha detto che è normale che avessi difficoltà col brano perché c'è da suonare note su corde più distanti. Il motivo per cui ho evidenziato questo breve dialogo sarà chiarito in seguito...

Poi abbiamo riguardato gli esercizi per casa e, per la precisione, il riscaldamento: gli avevo spiegato che era molto noioso e spesso avevo poca voglia di fare gli esercizi proprio per questo (inoltre erano almeno 2 o 3 settimane che non lo si cambiava).
Risultato: il ragno, la coppia e l'orizzontale sono rimasti invariati mentre la cromatica è stata eliminata (era veramente inutile!). L'esercizio della verticale è invece stato pesantemente modificato tanto che ho rinominato i due nuovi esercizi basati su essa verticale-A e verticale-B. La verticale-A in realtà è uguale alla verticale classica con la differenza che l'esercizio è limitato alle prime due corde (solo che arrivati al 12° tasto si torna indietro). La verticale-B è invece molto più interessante: anche questa è limitata alle prime due corde e, ciò che cambia, è l'ordine con cui si premono i vari tasti: invece del classico 1, 2, 3 e 4 si preme 1, 2, 4 e 3; in maniera simmetrica quando si torna indietro...
Infine è stata aggiunto il nuovo esercizio 1234-obliquo: limitatamente ai primi 4 tasti suono la prima corda del primo tasto col primo dito, la seconda corda del secondo tasto col secondo dito e così via fino al quarto; poi ripeto la stessa procedura dalla seconda corda del primo tasto e, infine, dalla terza corda del primo tasto; Ah, e faccio andata e ritorno un paio di volte.

Poi mi ha fatto provare gli altri esercizi ma non abbiamo cambiato niente (mi ha detto che con gli accordi non vado troppo male!) e ci siamo limitati ad aggiungere agli esercizi delle Scale la pentatonica di DO (che io ho ribattezzato penta-do).
Sempre sulle pentatoniche mi ha accennato a come capire se si tratta di una maggiore o minore ma non sono riuscito a capirlo (credo per colpa sua!)...

Un dettaglio che mi è piaciuto della lezione è stato quando il maestro mi ha chiesto se mi trovavo meglio sulle corde basse o alte e poi mi ha dato l'esercizio in conseguenza (la verticale-A e verticale-B); analogamente, alcune lezioni fa, mi aveva chiesto se tendo più a guardare la mano sinistra o la destra...
Queste domande denotano la sua esperienza con l'insegnamento perché, come mi ha spiegato, non tutti gli studenti incontrano le stesse difficoltà. Ma soprattutto ho apprezzato che non abbia assolutamente cercato di modificare queste mie tendenze: le ha prese come dati di fatto è ha semplicemente “aggiustato” ad esse il suo insegnamento. Mi piace che non abbia fissazioni su come vadano fatte le cose...

Ah! ho apprezzato anche un altro dettaglio: diversamente da tutti gli altri chitarristi che conosco lui accorda la chitarra con l'apparecchietto elettronico (non so come si chiama!). Quando gli ho chiesto il perché mi ha semplicemente risposto che in questa maniera è più preciso! Altri chitarristi mi hanno invece dato l'impressione di fidarsi più del proprio orecchio che dell'apparecchietto elettronico...

Finalmente oggi ho provato il nuovo riscaldamento e ho dovuto insistere molto sul 1234-obliquo perché non mi riusciva bene (nessun problema invece con le nuovi verticali...) mentre, con gli altri esercizi, non ho incontrato (ovviamente!) nessuna nuova difficoltà ma non ho neanche fatto particolari progressi.

La sorpresa è stata quando ho riprovato il brano The Entertainer: sono andato decisamente meglio specialmente nel passaggio che mi risultava più ostico.
Ecco, credo che il motivo di questo miglioramento sia dovuto all'esercizio 1234-obliquo che, in pratica, include al suo interno il passaggio che mi rimaneva difficile: se davvero questa relazione di causa-effetto non è immaginaria devo dire che il maestro è stato proprio bravo!

Nessun commento:

Posta un commento