«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 23 ottobre 2016

Troppo grosso?

Dopo la mia recensione piuttosto severa di The young Pope (v. i corti The young Pope e The young Pope 2) mi è venuta la curiosità di leggere quelle “ufficiali”. Mi aspettavo di trovare opinioni miste nelle quali, almeno alcuni dei difetti da me evidenziati fossero presi in considerazione. Invece no: sono tutte entusiastiche e qualcuna “mormora” di capolavoro...
Se ci fosse stata qualche voce discordante probabilmente non vi avrei fatto caso: la mia opinione dei critici è comunque molto bassa! Ma il fatto che fossero tutti così acritici mi ha insospettito: dopotutto mi chiamo KGB.

Una possibile spiegazione per l'entusiasmo la sia ha indirettemente leggendo: The Young Pope, per Jude Law e Sorrentino esordio da record su Sky.
La serie è stata già venduta in tutto il mondo a prezzi altissimi: che si tratti quindi di una produzione “troppo grossa” per fallire e che quindi si cerchi di promuoverla in tutte le maniere?

Il tam tam del capolavoro è iniziato alla recente 73° mostra di Venezia dove sono stati mostrati i primi due episodi: non ho capito se la visione fosse aperta a tutti o solo ai giornalisti. Comunque sia chi doveva commentarla (giornalisti) c'era. Da ora in poi sarò più sospettoso quando noterò situazioni simili...

Devo scoprire se l'Osservatore Romano ha fatto qualche commento: magari là trovo qualcuno che la pensa come me!

Conclusione: il solito corto ipertrofico. Con un po' di pazienza avrei potuto limarlo per farlo rientrare nelle canoniche 17,2 linee (*1) ma oggi non ne ho voglia...

Nota (*1): che poi, per rientrare nel limite, mi invento di volta in volta nuove regole: ad esempio le note e le frasi riportate valgono solo come una linea, etc...

Nessun commento:

Posta un commento