«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 12 giugno 2016

Verso il ballottaggio...

Il prossimo fine settimana in molti comuni italiani ci sarà il ballottaggio e allora, finalmente, potremmo trarre qualche conclusione. In particolare nei giorni scorsi molti conoscenti leggevano nei risultati del primo turno una grossa sconfitta del PD di Renzi. Io rimango dell'opinione che ciò che realmente conta sono solo i risultati finali: se il PD riuscisse a tenere e a ribaltare, qua e là, qualche risultato allora Renzi potrebbe comunque cantare vittoria.

Al contrario di molti continuo a ritenere modesto il risultato del M5S: non lo giudico infatti dal totale dei voti o dalle percentuali ottenute. Il M5S dovrebbe essere (ma sfortunatamente non lo è) l'unica opposizione al governo e, con questo governo, facendo bene il proprio lavoro avrebbe dovuto moltiplicare i propri consensi: eppure molti elettori preferiscono astenersi piuttosto che votarlo...

Comunque vedremo domenica...

Porcoritmo - 12/6/2016
All'ultima lezione (v. Lezione LXXXVI) mi era stato assegnato un brano, Porcupine Tree di Lazarus, per il quale ho da subito nutrito una fortissima antipatia: si trattava di impararne l'accompagnamento che era costituito dalla monotona sequenza di A5 | E | D5 | D5 e, nella seconda parte, da A | E | D | D.
L'unica difficoltà era costituita dal ritmo un po' strano. Fortunatamente dopo breve tempo (una decina di giorni?) sono riuscito a togliermelo di mezzo perché proprio non lo sopportavo...
Ecco qui di seguito la mia registrazione: Porcoritmo...

Dimenticavo! Da tempo avevo registrato anche Rocking for a free world. Nell'esecuzione sembro molto più esitante di quanto non fossi in realtà: il motivo è che l'accordo ritmato (con la 6° corda suonata a vuoto) tendeva a distorcere se plettravo con troppa forza. Per questo motivo cercavo di essere particolarmente delicato nella plettrata ma il risultato è che sembro incerto!

Bellezza alla finestra - 12/6/2016
Quando Bisba, affacciata alla finestra del bagno, mi ha visto sporgermi dalla finestra di camera è rimasta molto sorpresa dalla mia audacia:
Bisba: “Oh scemo! Ora caschi!

Particolare...

Avevo fatto anche delle foto più divertenti ma mi sono venute tutte mosse...

Miracolo di Natale... (quasi) - 13/6/2016
Negli ultimi mesi la mia connessione si era pesantemente degradata: 3Mbit di punta ma, normalmente, era al palo con 2Mbit. Non solo: specialmente dopo un temporale, non funzionava per il 50% del tempo. Quando il router era collegato, usando il telefono, sentivo un fortissimo fruscio di sottofondo che arrivava quasi a coprire la voce del mio interlocutore.

Tutto iniziò, circa un anno fa, con una riparazione approssimativa (storia lunga) eseguita con l'equivalente Telecom del nastro isolante e dello sputo: fin da subito cominciarono le interferenze che, col tempo, peggiorarono fino alla situazione descritta poco sopra.

Ma ecco il miracolo: da ieri non c'è più l'ombra di un fruscio! Qualcuno ha protestato al mio posto, ha lottato per mesi con l'assistenza Telecom e ha avuto la pazienza di sopportare i tecnici (in sub appalto dalla Telecom) che cercavano di individuare il problema senza strumenti adeguati e/o conoscenze tecniche... Che dire? Grazie 1000 mio ignoto eroe!

Confronto fra stragi - 14/6/2016
Sfogliando i giornali in linea ho notato molti editoriali di non indignarsi abbastanza per la strage di Orlando in contrasto con quella di Parigi per la quale, sembra, anche in Italia ci furono manifestazioni di supporto per le vittime.

Gli editoriali (che in realtà non ho letto) sembrano suggerire che il minor sdegno e orrore sia dovuto al fatto che le vittime della strage di Orlando fossero gay. Non so... Io credo che il confronto Orlando-Parigi non sia giusto. Parigi è molto più vicina all'Italia, ci fu una vittima italiana, fu un attacco multiplo e coordinato, fu vissuto in diretta con le notizie che arrivavano alla spicciolata e un terrorista riuscì a fuggire non chiudendo quindi la vicenda. A me sembrano differenze molto significative.

Sono dell'idea che se il Bataclan fosse stato un locale gay ci sarebbero comunque state le dimostrazioni di sostegno che invece, apparentemente, sono mancate per la strage di Orlando.

Nessun commento:

Posta un commento