«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

giovedì 30 giugno 2016

Chiamami

Oggi ho registrato la mia esecuzione a velocità reale di Call me (le prime 70 battute circa) e, quasi quasi, passo a un altro brano...
Ho fatto una mescolanza fra la traccia della chitarra (i vari accordi iniziali e finali) e la traccia della voce con la melodia. Le pause sono volute e sono corrette: l'unica imprecisione è proprio sul bicorde finale dove plettro (quasi) solo una corda.
Ecco QUI!

Effetti usati: ZNR (riduzione rumore) + Overdrive + Chorus/Reverberation

Come “bonus” aggiungo anche tre registrazione a velocità reale (non consecutive, ho eliminato quelle con errori evidenti) di Birds of War: ecco QUI. Gli effetti usati sono gli stessi indicati nel corto Dopo una settimana esatta...

Giunte a confronto - 30/6/2016
In questo articolo di Repubblica.it la giunta Appendino, già completata.
In questo articolo della Stampa.it le vicissitudini della giunta Raggi, con veti incrociati, condizionamenti dei “garanti” e nomi non proprio trasparenti.
Giudicate voi le differenze...

Chi farà meglio? Chi rischierà di essere espulsa?
Voglio essere sibillino e dico solo che non si tratterà della stessa sindaca...

Decisione demenziale - 2/7/2016
Possibile che non mi riesca leggere un giornale in linea senza imbattermi in un articolo (ma spesso sono di più) che mi faccia irritare?
In genere mi arrabbio quando leggo articoli che ritengo ipocriti, talvolta fuorvianti o addirittura falsi, del potente che trionfa sul debole, delle ingiustizie...
Spesso questi elementi si sovrappongono insieme e talvolta è uno a predominare e gli altri diventano “aggravanti” o viceversa.

L'articolo di oggi è Diritto all’oblio, per la Cassazione la cronaca “scade” come lo yogurt. Confermata condanna per testata online di Mario Portanova.

In questo caso ciò che mi irrita è la palese stupidità, e quindi l'ingiustizia, di una sentenza della Cassazione. Inutile che riporti qui le mie obiezioni: è tutto scritto nell'articolo...

Ermellini e vecchie pantegane - 2/7/2016
Sempre rimanendo in argomento (vedi il corto precedente) mi irrita anche scoprire che all'estero le cose funzionano mentre da noi no.

La Corte Costituzionale austriaca, non guardando in faccia nessuno né tantomeno l'opinione pubblica internazionale, ma osservando la legge che ha il dovere di proteggere, ha clamorosamente annullato il ballottaggio (vedi Austria, la Corte costituzionale annulla il ballottaggio: da rifare la sfida tra il verde Van Der Bellen e il nazionalista Hofer) delle ultime elezioni rimettendo di fatto in gioco l'esponente dell'estrema destra.

In questo caso fondamentale è stato il tempismo della decisione: se tale sentenza fosse arrivata fra 5 anni, a mandato finito, sarebbe stata completamente inutile. La democrazia e la giustizia si preservano anche con l'efficienza. Da noi invece la Corte di Costituzionale ha tempi geologici (o geriatrici! v. anche I giudici USA) e le sue decisioni arrivano dopo anni e anni quando ormai danni gravissimi sono già stati fatti...

M5S al potere? - 2/7/2016
Uno dei miei mantra è “Il M5S non vuole vincere le elezioni nazionali”. Infatti il M5S non fa una vera opposizione al governo: pagliacciate (inutili) in parlamento, ululati (inutili) sul “Blog di Grillo” ma mai una dimostrazione di piazza (utilissima)...

Adesso però inizio a sospettare che qualcosa possa essere cambiato: la morte di Casaleggio ha rotto molti equilibri.

Perché questo mio cambiamento di giudizio? Dopotutto l'opposizione del M5S resta virtuale e impalpabile... La pulce nell'orecchio me l'ha messa l'inversione di 180° del M5S sull'Europa: l'articolo Il M5S non vuole lasciare più l'Europa e l'euro della Stampa. Questo significa che il M5S, pur di rimanere in Europa, è pronto ad accettare le imposizioni di Bruxelles: e questo è proprio ciò che i parapoteri (*1) vogliono sentirsi dire. Il M5S sarebbe il “Piano B” dei parapoteri una volta bruciato Renzi. Questo spiegherebbe anche la mancanza di opposizione reale del M5S: aspetta con calma il proprio turno senza disturbare il "collega"...

Nota (*1): parapotere = “potere forte” nel senso spiegato in Rimpiazzo per “potere forte”...

Nessun commento:

Posta un commento