«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 6 aprile 2016

Corso sospeso

Sono arrivato alla triste e difficile decisione di sospendere il mio corso di programmazione (v. Corso di Programmazione: Lezione 0 e seguenti). Il motivo è la mancanza di risposte, domande e commenti da parte dei miei lettori: in genere ciò non è assolutamente un problema perché, come ho più volte spiegato, scrivo per me stesso, se qualcuno mi legge bene altrimenti pazienza.
Invece il corso di programmazione era scritto e pensato per gli altri e, visto che mi costava un notevole impegno, se non c'è interesse preferisco lasciar perdere subito piuttosto che sprecarci altro tempo.

In realtà il corso è solo sospeso e non abbandonato perché un'amica mi ha promesso il suo interesse una volta risolti i suoi problemi di salute: è possibile quindi che già fra qualche mese la serie riprenda con più entusiasmo di prima!

Il valore dell'informazione - 6/4/2016
Ho finito di seguire la seconda lezione del corso di modellizzazione: l'ho trovata piuttosto noiosa perché ha ripetuto concetti base di probabilità e teoria dei giochi... Però sul finale ha affrontato un argomento interessante: qual è il valore dell'informazione?

Sembrerebbe una domanda astratta, una domanda alla quale non è possibile dare una risposta definitiva, ma non è così.

Il valore di un'informazione è dato dalla differenza fra la decisione ottimale senza conoscerla e la decisione ottimale usando la stessa. Cioè se la mia decisionale ottimale mi portava a un guadagno di 1000€ e con l'aggiunta di un'informazione arrivo a 1200€, allora tale informazione vale 200€.

Ma l'aspetto che ho trovato più affascinante, al di là della matematica, è la comprensione che il valore di un'informazione sta nelle scelte che permette di prendere. Mi pare una conclusione inaspettatamente filosofica...

I promessi sposati (*1) - 8/4/2016
Ancor meno della politica seguo le chiacchiere (meglio note come il gossip) sui personaggi famosi, eppure mi sta nascendo una crescente curiosità: possibile che fra i “promessi sposati” (*1) Renzi Tramaglino e Lucia Boschi non ci sia niente?
Mi pare infatti che il nostro capo del governo tenda a proteggere la sua petalosa ministra (v. anche Da petaloso a...) in una maniera che va oltre l'opportunità politica ma, ovviamente, è solo una mia sensazione...
Qualcuno mi sa dire di più al riguardo?

Nota (*1): lo so che solo Renzi è sposato ma il titolo mi piaceva troppo...

Casaleggino - 12/4/2016
È morto Casaleggio ma non c'è panico nel M5S: alla guida del movimento gli succede, per diritto ereditario, il figlio Davide.

Buchi nell'acqua - 14/4/2016
La mia logica per dire no alle trivelle era molto semplice e si basava sulla mia breve esperienza di poker: per la popolazione italiana il guadagno è praticamente nullo mentre gli effetti di un disastro sarebbero catastrofici. Se il governo volesse fare il bene della popolazione (e non dei petrolieri, gli unici che hanno tutto da guadagnarci!) l'unica decisione razionale, viste le premesse, sarebbe quella di rifare da capo la legge, anzi di non farne niente perché "il gioco non vale la candela"!

Un amico mi ha però segnalato un articolo dove studiosi ed esperti di più campi fanno un analisi molto più accurata della mia su vantaggi e svantaggi delle trivellazioni nell'Adriatico.
Giustamente evitano le considerazioni politiche ma si limitano agli aspetti tecnici. Oltre a confermare i rischi per l'ambiente, la salute e il turismo spiegano che l'industria del petrolio è già in declino ed è paradossale investire in essa piuttosto che su altre fonti energetiche ecologiche...

Ma ecco l'articolo: L'appello di 50 professori e scienziati per il “Sì” al referendum

Nessun commento:

Posta un commento