«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 11 agosto 2013

Miele e tè

Ultimamente sto dolcificando i miei numerosi tè quotidiani con il miele: in realtà preferisco lo zucchero di canna ma questa particolare confezione di miele è già scaduta da un anno e voglio evitare che diventi scaduta da due o più anni...

Inizialmente avevo il problema che, per versare nel tè il primo cucchiaio di miele, dovevo aspettare almeno mezzo minuto per evitare che mi colasse fra barattolo e tazza: la colpa era del sottilissimo filo di miele che scende dal cucchiaio.
In seguito mi sono accorto che il secondo mezzo cucchiaio che aggiungevo non aveva questo problema: inizialmente ho pensato dipendesse dalla quantità minore che non strabordava e così ho provato a dolcificare con tre mezzi cucchiai ma senza successo: la mia prima teoria era errata...

Mi sono reso conto infatti che l'elemento determinante era la temperatura del cucchiaio che, riscaldatosi nel tè dopo la prima cucchiaiata, rendeva meno viscoso il miele.

Finalmente adesso ho risolto i miei problemi immergendo il cucchiaio per qualche secondo nel tè caldo e, solo dopo, lo adoperandolo per prendere il miele.
In questa maniera il fastidioso “filo colante” di miele si interrompe immediatamente senza farmi perdere tempo né sporcare il barattolo!

PS inizialmente questo pezzo doveva essere un corto ma mi è venuto troppo lungo: ridurlo ai canonici 17,2 righi, benché possibile, l'avrebbe reso meno interessante e chiaro. Come risultato ho ottenuto un pezzo lungo ma corto...

2 commenti:

  1. Primo: il miele NON scade. La "scadenza" sull'etichetta se l'è inventato il legislatore italiano in vena di complicarci la vita con qualcosa di inutile e dannoso.
    Secondo: per trasportare il miele dal barattolo alla tazza occorre una mossa con la mano che si impara col uso di questo prezioso alimento.

    RispondiElimina
  2. eh! eh!
    Probabilmente hai ragione ma se non mi do una mossa ad usarlo fra 10 anni il barattolo sarebbe rimasto ancora lì, e fra qualche milione d'anni si sarebbe trasformato in ambra di miele! ;-)

    Comunque ti garantisco che riscaldando il cucchiaio non ci sono problemi con i "fili" di miele!

    RispondiElimina