«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

giovedì 28 gennaio 2016

Il giglio di ghiaccio

Poesiuola pensata nella notte e messa nero su bianco al mattino, prima di dimenticarla: come un sogno infatti l'ispirazione evapora alla luce del giorno. Le tracce che lascia sono troppo labili per ricordarla ma abbastanza forti da far rimpiangere ciò che era stato e non potrà più essere...

Il giglio di ghiaccio
=====================
Ho visto il giglio:
Candido, fresco e incontaminato;
Mai fiore più bello ho incontrato.
Ho preso il giglio:
L'ho piantato, a casa, in vaso raro
E l'ho curato ché già mi era caro.
Ho amato il giglio:
Sul mio tavolo splendeva al sole,
La sua luce mi accendeva il cuore
Ho odiato il giglio:
Ma ignorava il mio caldo affetto;
E l'indifferenza mi gelò il petto.
Ho ucciso il giglio:
Brillava per la sua grande bellezza
Ma poi essa lo tradì alla nettezza...

Nessun commento:

Posta un commento