«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 23 settembre 2015

Di chi è la colpa?

Sempre indietro: il numero dei pezzi che vorrei scrivere aumenta sempre più! Fortuna che poi me li dimentico...

Oggi volevo scrivere di altro, togliermi la puntata sul Decameron o un altro dei pezzi più “importanti”, ma poi, scorrendo FB mentre sorseggiavo il tè, mi è caduto l'occhio sull'ennesimo meme: una foto divisa in due parti, in alto un barcone stracolmo di profughi e in basso una grossa esplosione nella periferia di una cittadina; sovrapposte due scritte: sopra - «If you are so opposed to migrants entering your country» e sotto - «Why do you keep voting for people who love to bomb the crap out of other countries?» (*1).

Ragioniamoci insieme: che cosa dovrebbe significare questo meme?
L'interpretazione più superficiale, che è quella immagino data dal 99% delle persone, è che si debba essere comprensivi verso i profughi perché “noi” siamo corresponsabili della guerra da cui fuggono.

Chiaramente io la vedo diversamente: già settimane fa, sempre su FB, ebbi una discussione a tre su un meme simile e impiegai non so quante parole e ragionamenti per arrivare proprio al punto da dove questo secondo meme parte! (*2)

Le mie obiezioni sarebbero molteplici (come, ad esempio, che il mio paese bombardi effettivamente altri paesi) ma mi concentrerò solo sulla principale.
Supponiamo quindi che l'Italia bombardi altri paesi o ne sia comunque corresponsabile: quale partito avrei quindi dovuto votare?
Qualcuno pensa che se al governo ci fosse stato Berlusconi l'Italia avrebbe avuto un ruolo diverso?

No, non è così! Per chi si voti è indifferente perché i partiti tradizionali, al di là delle chiacchiere e del colore della loro casacca, sono tutti uguali: ormai, non solo in Italia, i partiti non eseguono il volere del popolo, che in teoria dovrebbero rappresentare, ma, con scuse più o meno articolate, eseguono le indicazioni dei poteri forti.

In Italia né chi vota PD né chi vota PDL (o come si vuol chiamare la destra) vuole la guerra: è solo qualche potere forte (magari i fabbricanti d'armi) che ha interesse in essa. Lo stesso vale per gli USA: non importa che al potere ci siano democratici o repubblicani, i bombardamenti in Siria ci sarebbero stati anche in caso di governo di colore opposto. E lo stesso vale per tutti gli altri paesi del cosiddetto “blocco delle democrazie occidentali”: è la democrazia stessa che non funziona più come dovrebbe!

Poi può darsi che ci siano elettori di una forza al governo che prestano fede alle chiacchiere di coloro per cui hanno votato e si convincano che quello che viene fatto sia nell'interesse maggiore del proprio paese (se non dei bombardati o dell'intera umanità!); ma queste persone sono le stesse che, se il loro partito fosse all'opposizione, penserebbero peste e corna delle stesse azioni. Quindi anche queste persone, se hanno una colpa, è solo quella di avere scarsa autocritica e di essere troppo suggestionabili.

In definitiva questo tipo di meme dà genericamente la colpa a tutti, o almeno a una parte degli elettori, mentre invece i veri colpevoli sono altri: i poteri forti che, dall'ombra, guidano le scelte dei governi, indipendentemente dal volere di coloro che li hanno votati...

Paradossalmente questi meme non aiutano a fare chiarezza e a risolvere il problema, che sarebbe una profonda rifondazione dell'intero meccanismo democratico, ma anzi, servono solo a nascondere i veri colpevoli.
La maggior parte dei lettori di questi meme si ferma infatti al livello più superficiale e finisce per azzuffarsi fra loro dandosi la colpa l'un con l'altro. E tutto questo impegno inutile, perché mal indirizzato, distoglie le stesse persone dall'affrontare il problema di fondo: il motivo per cui i governi non fanno il volere (e in molti casi, fra cui quello italiano e greco, nemmeno gli interessi) dei propri cittadini.

Mi chiedo quindi se l'origine di questi meme sia spontanea: cioè se essi siano stati preparati e diffusi da persone effettivamente in buona fede, che credono veramente che basterebbe un governo di colore diverso per evitare i bombardamenti in Siria...
Oppure c'è qualcosa di più opaco dietro di essi? Che possa essere un complicato esperimento di ingegneria sociale mirato a confondere e distrarre la popolazione?

Qualche giorno fa avrei dato alla buona fede una probabilità del 99% e all'ipotesi del complotto un misero 1%, ma il mondo in cui viviamo si dimostra ogni giorno sempre più bugiardo e infido: solo una settimana fa quanti di voi avrebbero scommesso che i veicoli della Volkswagen avessero al proprio interno un programma che gli consentisse di falsificare le prove di consumo? A me personalmente sarebbe sembrata fantascienza di bassa lega (“troppo probabile e rischioso essere beccati con le mani nella marmellata” avrei risposto!) e ci avrei riso sopra, invece...

Conclusione: le conclusioni potrebbero essere mille in questo caso ma a me piace darne solo una. Sarò quindi pragmatico e dico che bisogna stare molto attenti quando si attribuisce la responsabilità di qualcosa a qualcuno.

Nota (*1): traduzione: sopra - «Se sei così contrario agli immigrati che entrano nel tuo paese», sotto - «Perché continui a votare per persone che amano bombardare gli altri paesi?»
Nota (*2): poi lasciai perdere e non conclusi il mio ragionamento perché ebbi la sensazione di non essere seguito e odio perdere tempo...

Nessun commento:

Posta un commento