«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 1 aprile 2015

Ancora giochi...

Continuo a seguire con interesse e piacere i video di IFreeMz (v. Altri giochi e Giovani bacucchi) e in particolare ho guardato/sto guardando: Resident Evil Revelation, Resident Evil Revelation 2, Game of Thrones e Life is Strange.

In Giovani bacucchi avevo criticato fortemente Resident Evil 6 non per essere fatto male (tecnicamente ineccepibile) ma perché vecchio in ogni aspetto della meccanica del gioco: i mostri che si “sciolgono” lasciando al loro posto delle munizioni, le magiche piantine medicamentose, le battaglie infinite (e stupide) contro i nemici di fine livello... Insomma un gioco estremamente simile, per molti aspetti, al capostipite della serie di oltre 20 anni fa! Non più un survival horror ma un action game con, ovviamente, una grafica tridimensionale adeguata al suo tempo...

Ecco, Resident Evil Revelation, è il genitore infelice di Resident Evil 6!
Ne ha tutti i difetti e, in più, altri suoi specifici: i controlli non funzionano bene, la mappa è incomprensibile, i nemici monotoni e ripetitivi, c'è uno strano aggeggio con cui si devono inquadrare i mostri per qualche secondo ottenendo in cambio pasticche curative (e infatti questo infelice elemento del gameplay è scomparso in RE 6), l'AI del personaggio che affianca il protagonista è pateticamente non realistica (molto meglio in RE 6) etc. Inoltre anche la trama presenta dei gravi limiti e un paio di personaggi sono insopportabili: delle caricature venute male, antipatiche invece che divertenti...
L'unica novità buona è il meccanismo per potenziare le varie arme che infatti è una delle poche eredità accolte da Resident Evil Revelation 2...
Me lo sono sorbito tutto perché, come per RE 6, ero curioso di scoprire la trama della serie...
Voto: 4½

Resident Evil Revelation 2 invece è tutta un'altra cosa! Pubblicato 3 anni dopo RE 6 sembra aver recepito la maggior parte dei miei suggerimenti!
È tornato a essere un po' meno azione e più di atmosfera: è bastato ridurre l'abbondanza di proiettili... L'AI del personaggio manovrato dal calcolatore è ottima ma soprattutto ha un impatto fondamentale nella meccanica del gioco: adesso per risolvere alcuni passaggi è necessario usare a turno i due personaggi che hanno caratteristiche molto diverse: uno combatte e l'altro no...
Non mi convince l'inizio della trama ma tutto il resto è molto avvincente e sono curioso di scoprire come evolverà la vicenda.
Ancora sopravvivono le piantine magiche per curarsi (ma sono affiancate da bende e disinfettante) ma almeno non c'è (per adesso) la noiosa follia dei nemici di fine livello che non muoiono mai e che vanno uccisi e riuccisi e riuccisi...
C'è un meccanismo ad albero per scegliere le nuove abilità (come in Dying light) e qualche rompicapo, anche non banale, da risolvere per poter proseguire...
Insomma un bel gioco: nessuna novità rivoluzionaria ma tanti miglioramenti molto graditi. Forse lo comprerei... Voto: 7+

Parlando di giochi con idee nuove Life is strange è proprio uno di questi!
Il protagonista è una ragazzina, che studia fotografia al liceo di un paesino sulla costa dello stato di Washington (lo stato a est, sull'oceano Pacifico...), che ha l'insolita capacità di poter tornare indietro nel tempo di qualche minuto e cambiare quindi le proprie decisioni o fare azioni diverse. Nel gioco infatti non c'è da combattere dei mostri o guidare auto a folle velocità ma c'è da parlare con tutti i vari personaggi per risolvere almeno un paio di grossi misteri (calati in maniera molto naturale nella trama del gioco).
In pratica la storia evolve diversamente in base alle decisioni prese: per certi versi ricorda un gioco di ruolo...
Per adesso la trama è molto avvincente e aspetto con curiosità le nuove puntate (*1).
L'unico dubbio che ho è quanto sia reale il controllo che si ha sulla storia: per adesso, periodicamente, appare scritto “Questa scelta avrà conseguenze nel futuro” ma saranno conseguenze significative oppure, semplicemente un personaggio dirà una cosa invece che un'altra ma alla fine non cambierà niente? Ad esempio nell'ultima puntata la protagonista non riesce a salvare un'amica che si suicida mentre, operando scelte diverse, sarebbe stato possibile salvarla: mi chiedo se nelle puntate future il fatto che tale personaggio sia vivo o morto abbia effetti sulla storia.
Il dubbio è legittimo perché a ogni biforcazione della trama le possibili storie si moltiplicano e per sceneggiatori e programmatori sarebbe un compito improbo ideare centinaia di continuazioni diverse...
In definitiva ho la sensazione che la maggior parte delle scelte che è possibile effettuare non abbiano conseguenze significative: questo sarebbe grave perché toglierebbe gran parte dell'interesse per il gioco. Dopotutto in questo gioco si fanno solo delle scelte: se si scopre che queste non servono a niente finisce anche il divertimento.
L'unica maniera per valutare questo aspetto del gioco sarebbe fare più partite operando scelte diverse: sicuramente IFreeMz non lo farà... magari proverò a cercare altri video su questo gioco per farmi un'idea anche di questo aspetto... Voto: per quanto detto sono incerto, per il momento gli do un 7...

Di Game of Thrones ho visto ancora molto poco. Sicuramente la sceneggiatura rispecchia fedelmente l'atmosfera dei libri e, almeno inizialmente, mi pare ben fatta e avvincente.
Come nel gioco precedente anche qui il gioco sembra basarsi più sulle decisione prese con i vari personaggi, tramite dialoghi a più opzioni, che in combattimenti o altri aspetti di gioco più tradizionali.
Anche in questo caso vale lo stesso dubbio di fondo che ho per Life is strange: le scelte che si fanno hanno un reale impatto sul gioco oppure no? Bisognerebbe giocarlo almeno un paio di volte per capirlo: ma, come per Life is strange, temo che la libertà di scelta sia solo apparente...
Voto: (non definitivo) 7

Nota (*1): Una nuova (credo!) tendenza è quella di far uscire i giochi a puntate: da una parte questo consente al giocatore di provare un gioco spendendo solo una frazione del prezzo normale (e questo mi piace)... Tutto però sta nel prezzo: se voglio comprare tutti gli episodi quanto vado a spendere? Più o meno che comprando il gioco tutto insieme? Insomma qualche sospetto che i per i giocatori ci sia la fregatura ce l'ho...

Nessun commento:

Posta un commento