«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 19 novembre 2014

Referendum boomerang

Premetto subito che spero di sbagliarmi...
Lo scorso ottobre scrissi il pezzo L'ultimo tabù dopo la manifestazione di Roma: la delusione per le “novità” fu notevole...
Contro ogni speranza speravo in una rifondazione del movimento per adeguarlo alle nuove esigenze: invece niente... bene così, nella confusione totale e nell'anarchia, incapaci di una strategia politica e con i singoli di buona volontà che lottano da soli allo sbaraglio mentre i "furbi" se ne approfittano...

La “novità politica” fu che ci saremmo dovuti concentrare su “pochi temi” perché altrimenti la gente si confonde o cose del genere (non ricordo esattamente la giustificazione di questa affermazione).

Uno dei temi forti "accuratamente" selezionato è il referendum sull'uscita dall'euro...

Tema economico fondamentale insieme a quello sul debito pubblico, ne sono consapevole, ma come si fa a pensare che possa divenire il nostro cavallo da battaglia?
Già alle europee gli sproloqui su euro e simili costarono a occhio un 5% di voti in meno al M5S e un 10% di voti in più a Renzi...

Il motivo è semplice: la problematica "euro sì/euro no" è complicatissima!
Questo ha due conseguenze: 1) il 99% degli attivisti non è in grado di spiegare, con motivazioni attendibili, a un comune cittadino perché si debba uscire dall'euro; 2) il 99% degli italiani, non vuole ascoltare o non è in grado di capire, le complesse spiegazioni necessarie a comprendere i pro e i contro.

Il risultato è che il 99,99% degli italiani ragionerà di pancia e, in pratica, sarà completamente in balia della propaganda pro euro che faranno i media i quali, sicuramente, non mancheranno di terrorizzare gli elettori con immagini apocalittiche su cosa succederebbe in caso di uscita dell'Italia dall'euro...

Conclusione: referendum o elezioni, qualunque cosa ci sia, saranno l'ennesima batosta per il M5S.

Ma io proprio non capisco... Ammettiamo che si voglia scegliere (chissà perché) solo pochi argomenti su cui puntare. Benissimo: ma allora perché non scegliere tematiche facilmente comprensibili dagli italiani? Grazie a Renzi c'è solo l'imbarazzo della scelta! La disoccupazione e tutti i temi legati al mondo del lavoro, la difesa della salute, la difesa della scuola, contro la guerra e gli F-35, contro le grandi opere inutili e la cementificazione dell'Italia... bo... queste sono solo le prime cose che mi sono saltate in mente e non dubito che ce ne siano ancora molte altre...

Tutti questi argomenti sarebbero più comprensibili e farebbero guadagnare consensi al M5S e invece ci si va a infilare in un vicolo cieco...
Come si fa a non pensare che Grillo stia volutamente boicottando il M5S?

Nessun commento:

Posta un commento