«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 12 aprile 2017

Lode e critica

Un bel “più” alla Stampa.it: ho notato che da qualche tempo (*1) i suoi articoli sono pubblicati con licenza “Creative Common” e quindi, con le dovute attribuzioni, è possibile citarli legalmente senza troppi patemi.
Onestamente trovo che gli articoli della Stampa.it siano abbastanza filogovernativi ma non in maniera sfacciata come quelli di Repubblica.it e Corriere.it (*2): però questa iniziativa è veramente ammirevole e l'apprezzo enormemente.

All'estremo opposto è finito il IlFattoQuotidiano.it: capisco la necessità di finanziarsi tramite abbonamenti ma il numero di articoli leggibili solo a pagamento è cresciuto a dismisura. Ultimamente quando clicco su qualcosa che mi pare interessante non posso mai leggerlo... Peccato perché apprezzo molto l'informazione del IlFattoQuotidiano.it visto che è uno dei pochi media indipendenti.

Nota (*1): esattamente da quando non lo so: io l'ho notato da qualche mese...
Nota (*2): che da anni ormai mi rifiuto infatti di leggere...

E l'epitome? - 12/4/2017
Beh, per quasi un mese non ci ho lavorato se non se non per appuntarmi piccole correzioni/aggiunte via via che mi venivano a mente: qualche giorno fa però ho scritto tre pagine di appunti.
La prima pagina era su un ipotetico capitolo sull'immigrazione: come spiegato in Il capitolo mancante sono però ancora un po' dubbioso al riguardo; magari potrei trasformare il tutto in un meno impegnativo sottocapitolo del capitolo 12 “Tendenze globali”...
La seconda pagina (mezza per la verità) erano appunti per un nuovo sottocapitolo per il capitolo 13 “USA e resto del mondo” incentrato sui paesi arabi. Sicuramente sarà presente nella prossima versione.
La terza pagina sono appunti per un capitolo sulla religione che, almeno nella sua prima versione, sarà incentrato sul cristianesimo (data la sua influenza sulla cultura occidentale): anche questo sicuramente sarà presente nella prossima versione.

E quando sarà pronta la prossima versione dell'epitome? Dipende da quando mi decido a iniziare a scriverla: ovvero quando mi sentirò motivato a farlo... vedi prossimo corto!

Deluso ma contento - 12/4/2017
Onestamente mi aspettavo che pochissime persone avrebbero letto questa mia epitome ma la realtà è di gran lunga peggiore delle mie aspettative!
A quanto mi è dato sapere solo un mio amico dice di averla letta tutta e più volte: però non mi ha dato commenti utili se non per l'introduzione e il primo capitolo e limitatamente alla mia scrittura...

Contemporaneamente sono però più contento di quanto mi aspettassi: ho la consapevolezza di aver fatto un buon lavoro che mi ha inoltre portato a chiarire, prima di tutto a me stesso, numerose idee che avevo già dentro di me ma che ancora non erano completamente “sbocciate” né erano ben collegate fra di loro. Insomma, almeno a me, l'epitome è già molto utile come spiego in Adam Smith e la microeconomia.

Forse stupidamente sono molto orgoglioso di quanto ho realizzato anche se nessuno sembra apprezzarlo: fortunatamente l'opinione che ho di me stesso e degli altri è tale che questa “incomprensione” non mi ferisce più di tanto...

Governo amorale - 15/4/2017
Articolo: Marianna Madia, il ministro ha mentito: non ha mai fatto la ricerca nella tesi di Laura Margottini da IlFattoQuotidiano.it

Se ci fosse anche solo qualcosa di vero in queste accuse io mi vergognerei a uscire di casa: lei invece non si vergogna a rappresentare l'Italia.

Questa gravissima bugia sembra essere considerato alla stregua di un errore di gioventù, poco più grave di una multa presa per divieto di sosta. Ma del resto tutto l'attuale governo Gentiloni, mutazione acefala del precedente, non è al “di sopra” ma al “di sotto” di ogni sospetto. Questa è solo l'ennesima riprova della totale mancanza di etica della politica italiana.

Pesi e misure - 15/4/2017
A inizio marzo ho iniziato la mia dieta: abituato alla bilancia elettronica (che più o meno aveva una precisione dell'ordine dei 3 etti) adesso, con quella tradizionale, ho sempre la sensazione di non diminuire di peso ma in realtà, per adesso, ho perso 6 chili. Soprattutto la differenza la vedo nella cintura dove ho guadagnato (o perso?) ben quattro fori: evidentemente, come speravo, il grasso bruciato è essenzialmente di pancia. Peccato però che debba perdere ancora una decina di chili per avvicinarmi al mio peso forma... sigh...

Nessun commento:

Posta un commento