«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

sabato 15 dicembre 2012

Disegnatrice

Stanotte ho sognato l'ennessima ragazza immaginaria e mai vista prima...
In questo caso si trattava di una ragazza molto più giovane di me, con capelli castani piuttosto lunghi, occhi blu, volto tondo e un orribile nasino all'insu (il naso di per sé era ok ma a me piacciono le donne ben nasute!). Era anche un'abile disegnatrice: mi ha fatto vedere nel suo quadernone da disegno una colomba che, grazie a un'illusione ottica, si sdoppiava. Come scritto questa ragazza era più giovane di me tanto che avevo delle perplessità a mettermi con lei ma parlandole, grazie alla sua superirore dialettica, è riuscita a vincere i miei dubbi. Il dialogo è andato più o meno così: "Lo sai che sono più vecchio di te?", lei "Sì, me ne sono accorta e mi sta bene" e io "Ok, allora va bene anche a me..."
Nel complesso però, rispetto ad esempio alla ragazza dai capelli rossi (o anche quella dai capelli corvini), questa non mi ha lasciato delle emozioni vivide una volta sveglio.

Geologia nel 1899 - 16/12/2012
Il Corsaro Nero, sperso in una palude del centro America, non perde l'occasione per istruire i suoi fidi ma ignoranti marinai spiegandogli come possano le terre sollevarsi o abbassarsi:
«I sollevamenti sono prodotti dai terremoti regionali, gli abbassamenti invece pare che si debbano attribuire a mutamenti chimici o molecolari delle masse rocciose, sia all'imbibizione o dal prosciugamento di tali masse, o dal scivolamento lento della parte superficiale, che alla formazione di vuoti sotterranei dovuti alla eliminazione di materie solubili.(*1)»

Nota (*1): citazione tratta da La Regina dei Caraibi di Emilio Salgari, Ed. Newton Compton, 2012

Monti 26: contraddizione doppia - 16/12/2012
Lo so: i miei lettori sono annoiati dai miei “ululati” contro Monti. Oltretutto è molto stressante anche per me: odio scrivere su di lui e il malumore mi accompagna per giorni...
Eppure voglio fare ugualmente una precisazione riguardo due contraddizioni che, temo, non emergono chiaramente dal pezzo Monti 25...
1) Se l'Italia è stata risanata, come si vanta il non-eletto Monti, non c'è motivo per cui lo spread debba aumentare il giorno dopo le sue dimissioni. Se accade è per l'isterismo provocato dai media e, soprattutto, perché i parametri economici fondamentali dell'Italia, dopo la “cura” Monti, sono crollati...
2) Se Monti rassegna le dimissioni perché il PdL sparla del suo operato ma non lo sfiducia allora la scelta di andarsene è solo sua: se Monti fosse quindi in buona fede nella sua preoccupazione per l'Italia allora avrebbe dovuto non dimettersi! Le vere ragioni delle sue dimissioni sono ben altre...

Michelle J. - 18/12/2012
Dopo Elliot e Nika (e altre ancora non citate nel blog) ho una nuova FII (v. Elliot R.)!!
Si tratta di Michelle Jenneke:


Modificato (19/12/2012): ho ripensato all'affermazione "e altre ancora non citate nel blog" e mi sono divertito a ricercare tracce di altre FII lasciate in pezzi che parlavano di altro. Ho così trovato accenni ad altre tre FII: Katrin Krabbe in Peperonata di Krabbe, Vendela Kirsebom in Benvenuta C... e, ovviamente, Milla Jovovich in DVD Reviews.

PIL x Polli - 18/12/2012
Problemino:
Se il debito pubblico di questo anno equivale al 120% del PIL a quanto equivalerà il prossimo anno, supponendo che il valore assoluto del debito non cambi, se il PIL scenderà del 3%?

Svolgimento:
debt=1.2 * PIL_questo_anno
ma anche:
debt= X * PIL_anno_prossimo
PIL_anno_prossimo = PIL_questo_anno * .97
allora:
debt= X * PIL_anno_prossimo = X * PIL_questo_anno * .97
uguagliando debt con debt:
1.2 * PIL_questo_anno = X * PIL_questo_anno * .97
Da cui si ricava:
X = 1.2 / .97 = 1.237
Ovvero il debito pubblico andrà ad essere pari a quasi il 124% del nuovo PIL...

Nessun commento:

Posta un commento