«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 24 luglio 2012

Luglio 2001

Da qualche giorno me ne ero ricordato ma non avevo avuto voglia di scriverla: sfinalmente ecco la penultima puntata della serie di post più noiosa...

Motto di Luglio: “Meglio rimpiangere un errore fatto che rimpiangere di non aver fatto nulla - KGB (*1)”

Santi:
2 San Ces
3 Santa Nausica
4 Santa Ciambella
5 Santa Pustola
6 San Silvestro
9 San Pietro Papa
10 San Bonifacio Papa (pure...)
11 Santa Patrizia
12 San Pelikan
13 Santa CDC
16 Santa Mangrovia
17 San Mugido dello Stelvio
18 San Maniaco vergine
19 San Taurotrago
20 Santo Lego
23 San Dimesso
24 San Tegolo Calcolatore
25 Santa Panna Avariata
26 Santo Gagarin
27 San Siro
30 San Sori
31 San Oris

Note ai Santi:
Come al solito i nomi dei santi sono ispirati dal malumore del giorno (Ces, Dimesso), colleghi (Nausica, Patrizia), oggetti sotto mano (Pelikan, forse Ciambella). Incomprensibile è San Mugido dello Stelvio: Mugido significa muggito ma all'epoca non sapevo niente di spagnolo...
Tegolo Calcolatore sta invece per Regolo Calcolatore. Gagarin è il cognome di Yuri (che è anche il mio secondo nome). Siro, Sori e Oris sono tutti anagrammi e l'ultimo è anche il nome di mio nonno.
Il più divertente è San Maniaco Vergine.

Pagina di esempio:

Note alla pagina:
Come spiegato in Giugno 2001, un mio collega che lavorava su Delphi se ne sarebbe presto andato e, quasi ovviamente, si era pensato a me per sostituirlo. Quindi di nuovo formazione nella prima settimana, poi part time dal cliente e tempo pieno a fine luglio...
Odiavo quel posto: ci sarebbe molto da dire sulla relazione dipendenti locali e noi consulenti esterni. L'unica cosa gradevole era il viaggio per raggiungere la sede: ci andavo insieme al collega che avrei poi sostituito e per tutto il tragitto si chiacchierava. In pratica io facevo domande e lui mi dava il suo punto di vista MOLTO interessante...

Nota (*1): in effetti credo che esista il proverbio “Meglio rimorsi che rimpianti” ma all'epoca non lo conoscevo ed ero anzi molto fiero della mia conclusione “filosofica”...

Nessun commento:

Posta un commento