«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

sabato 7 luglio 2012

Lezione XXXII: Tracollo

L'altra settimana avevo saltato la lezione perché ero andato, per un breve periodo di insonnia, al mare.
Per questo motivo oggi ero particolarmente impaziente di fare lezione.

Come al solito c'è stato il mio resoconto sugli esercizi per casa anzi, per la verità, oggi abbiamo iniziato dalla tracolla per chitarra che ho comprato!

Tracolla: È solamente da due giorni che la sto utilizzando e quindi ero particolarmente impacciato comunque il maestro mi ha dato dei buoni (credo) consigli sulla postura da utilizzare: io avevo accorciato la tracolla al massimo per avere la chitarra più vicino possibile alla mia faccia tenendola col manico parallelo al suolo come quando sono seduto. Il problema era che la paletta mi sembrava molto distante e il F praticamente non mi riusciva.
Il maestro mi ha consigliato di allungare la tracolla e, soprattutto, di tenere il manico più verticale: in questa maniera i movimenti della mano sinistra sono facilitati a scapito però della destra che si trova a dover plettrare le corde un po' diagonalmente...
Insomma devo fare qualche prova...

Ear Training: Non sto migliorando. Nei pochi giorni in cui sono stato fuori casa non ho potuto allenarmi ma non credo che il problema sia questo.
La difficoltà maggiore è che il programma gratuito GNU Solfege non mi permette di allenarmi su una sola ottava (o, meglio ancora, escludendo specifiche corde) ma spazia su diverse ottave. E poi per le stesse corde utilizza campioni musicali con timbri diversi: ovviamente le frequenze delle note sono corrette ma il cambiamento di timbro mi confonde molto...
Il maestro mi ha detto che cantare le note mi potrebbe aiutare: proverò...

Brano Saw: Non è più un problema! Pur senza aver fatto nessun esercizio particolare improvvisamente riesco a seguire (abbastanza) la base e, contemporaneamente, non ho più particolari problemi a suonare la sequenza fatta di ⅛ sfasata di ⅛ rispetto all'inizio della battuta...

Brano Whizz L'ho finito di imparare solamente ieri e oltretutto lo suono a velocità ridotta: il motivo è che si tratta di un brano particolarmente lungo e, anche per il caldo, non ho avuto molta voglia di studiarlo. Comunque non mi è parso difficile e non credo che avrò problemi ad aumentare rapidamente la velocità nei prossimi giorni...

Pattern: Sono arrivato a un decente 55bpm. Come al solito l'unico accordo che mi dà problemi è il F (suonando solo gli altri accordi potrei andare molto più veloce) ma anche con questo sono molto migliorato. Fino ad oggi avevo 9 giri e, ad ogni esercitazione, mi allenavo con 3 di essi a rotazione. Allora ho chiesto al maestro di darmene altri 3 per arrivare a 12 e potermi così allenare con 4 giri a rotazione.
I nuovi giri sono:
Am | G | F | E
G | Em7 | C | D7
C | E7 | F | G7
Em7, E7 e D7 sono nuovi ma non particolarmente difficili anzi Em7 ed E7 sono proprio facili...

Power Chord La scorsa lezione avevo protestato dicendo al maestro che gli esercizi che mi aveva dato erano brutti e noiosi: così si era deciso di allenarmi suonando direttamente dei brani con dei power chord. La scelta è caduta su Battle Hymn che avevo già studiato (al quale ho autonomamente aggiunto anche Paranoid).
In queste due settimane Battle Hymn, almeno dalla battuta 21 alla 55, mi viene decentemente alla velocità originale. Invece di cercare di imparare nuove battute il maestro mi ha dato un nuovo brano con dei diversi power chord: si tratta di “For whom the bell tolls” dei Metallica.
Il brano è molto veloce e quindi inizialmente lo suonerò a velocità ridottissima. Comunque le prime 28 battute sono tutte uguali e quindi, una volta imparato il ritmo, non dovrebbe essere difficile...
Dalla battuta 29 alla 36 invece ci sono dei power chord bicordi: non ricordo più per quale motivo ma il maestro mi ha semplificato il primo E5 di ogni battuta trasformandolo in un semplice MI (mi pare che ci fosse un problema di diteggiatura con l'accordo precedente che lo rendesse particolarmente difficile da eseguire)...
Inoltre mi ha spiegato un trucchetto per passare da un F5 a un E5: per motivi di velocità invece di eseguire il E5 usando il medio e l'anulare dovrò usare solamente l'indice (che si deve appena spostare per arrivare nella posizione giusta).
Sono ansioso di provare!
Con Paranoid sono arrivato a 56 bpm: l'obiettivo sarebbe raggiungere almeno i 70bpm ma il maestro mi ha consigliato di arrivare a 60bpm e metterlo da parte per un po' di tempo altrimenti ci divento matto...

Wind of change: Anche con questo brano (beh in verità intendo solo il ritornello) sono molto migliorato: l'aver memorizzato per bene sia le parole che la sequenza di accordi mi aiuta molto! Comunque non ne farò mai una versione “unplugged” perché la mia voce è orribile...
Invece di imparare il resto della canzone (che in verità non mi dispiaceva) il maestro mi ha dato un brano in italiano che dovrebbe avere il vantaggio di essere più facile da cantare: si tratta di “Che sarà” di Jose Feliciano...

Nessun commento:

Posta un commento