«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 3 novembre 2015

Varie politiche

È un po' che non scrivo di politica quindi credo sia l'ora di fare un breve punto della situazione.

Prima però una premessa che c'entra il giusto: mi sono imbattuto in questo articolo: Lombardia, 187mila tonnellate di scorie sotto la tangenziale di Orzivecchi...

Ecco, come ho scritto nel corto Attesa per Expo, mi aspetto qualcosa di analogo per l'esposizione universale milanese... Ovviamente con sprechi e danni in proporzione al costo dell'opera, ovvero di un paio di ordini di grandezza maggiori...

Notare anche le indagini/arresti sui vertici della regione: col nuovo senato di non-eletti, ma dotati della relativa immunità, probabilmente queste indagini non si sarebbero potute fare... Ecco quale sia l'unica funzione di un senato altrimenti inutile: proteggere dalle indagini della magistratura il livello politico più alto che gestisce i grossi appalti...

E qui arriviamo a Renzi...
Ormai è una garanzia: non ho bisogno di seguirlo giornalmente per sapere che tutto quello che fa è contro gli italiani e su mandato dei poteri forti... Anzi, meno ne so e meglio sto: ogni volta che mi imbatto in qualche notizia mi viene il mal di stomaco per la rabbia...
Recentemente ne ho sentita una nuova sulle “Casse di Risparmio”: non scendo nei dettagli perché non li conosco ma la mia sensazione è che si stia manovrando politicamente per mettere in ostaggio dei grandi poteri finanziari il risparmio degli italiani... In “soldoni” questo significa maggiore vulnerabilità al ricatto che ha subito la Grecia qualche mese fa...

La destra italiana continua a non esistere: da una parte un impresentabile e invotabile Alfano; dall'altra un Berlusconi che è l'ombra di se stesso, un re sempre più incapace ma senza eredi...

Poi c'è la Lega i cui massimi esponenti fanno apparire gli attivisti più beceri e ignoranti del M5S come dei professori universitari. Si accusava il M5S di qualunquismo ma la lega gli ha rubato la ricetta aumentandone a dismisura le dosi di faciloneria e vi ha aggiunto un "caratteristico" pizzico di razzismo...

E poi c'è il M5S, quello che fu la mia unica flebile speranza per l'Italia, e che tutt'ora lo è per molti milioni di italiani.
Ma io ormai vedo il M5S come il partito azienda di Casaleggio dove Grillo è solo socio di minoranza e uomo immagine. I reali obiettivi di Casaleggio, che in sostanza detta la linea politica, sono completamente ignoti: già solo questo, di per sé, è sconcertante e inquietante.
Ma nei fatti, bisogna avere il prosciutto sugli occhi per non rendersene conto, l'aspetto più drammatico della gestione Casaleggio è il suo non volere cambiare il paese andando a vincere: tutto fa pensare che si accontenti di rimanere all'opposizione facendo finire nel congelatore i voti, e soprattutto le speranze, di milioni di elettori.
Gli indizi in tal senso sono molteplici e non starò qui a ripeterli tutti (chi è interessato usi il marcatore “M5S”) ma il principale è che, verificata l'inutilità delle proteste in Parlamento dove la maggioranza ignora qualsiasi tentativo dialogo, non si sposti la protesta nelle piazze, accanto agli italiani, con manifestazioni popolari contro le iniziative del governo (e ci sarebbe solo l'imbarazzo della scelta per decidere su cosa protestare). Evidentemente si teme di ottenere troppo consenso.

Da questo punto di vista, ovvero della volontà di non vincere, l'ennesima riprova sarà data dalla scelta del candidato per Roma (ma poi 'sto Marino si è dimesso o no?).
Di Battista avrebbe reali e forti possibilità di vittoria: ma ottenere il sindaco di Roma sarebbe una pubblicità troppo grossa per il M5S perché se ne parlerebbe un giorno sì e l'altro pure, oltretutto gli elettori del movimento avrebbero un altro punto di riferimento importante e anche questo molto probabilmente, vedi il continuo boicottaggio di Pizzarotti, non è voluto. Dal punto di vista di Casaleggio è molto meglio non correre rischi, presentare un candidato sconosciuto, e sperare che non vinca.

Ma i sondaggi danno in crescita il M5S...
Verissimo, e probabilmente hanno anche ragione, ma si tratta di una crescita dovuta non alla bontà dell'azione politica (leggi “opposizione”) del M5S, del resto totalmente inefficace, quanto all'incapacità del governo Renzi che, in effetti, governa CONTRO gli italiani.
Un'opposizione seria, con idee e programmi concreti, con una visione di lungo respiro, in questa esatta situazione politica sarebbe, non in lieve crescita, ma al 60-80% dei sondaggi!

Invece l'attività politica del movimento non è coordinata e limitata alle singole ed estemporanee iniziative dei parlamentari che ancora credono realmente in quello che fanno. Ci sono infatti dei parlamentari del M5S che si impegnano e lavorano come matti ma, per la mancanza totale di qualsiasi coordinamento, non ottengono niente o quasi. Prima o poi si stancheranno e si accontenteranno di intascarsi lo stipendio. Triste, ma è quello che Casaleggio vuole.

Sfortunatamente in questo squallido panorama politico, al momento, non vedo alternative decenti. Solo dei palesi tentativi per intercettare il malcontento degli elettori del PD e del M5S privi però di qualsiasi sostanza ideologica e/o programmatica.

Conclusione: nei tempi oscuri gli uomini si accontentano della speranza in un futuro migliore ma l'abisso attuale è così cupo e profondo che basta l'illusione di una speranza...

Nessun commento:

Posta un commento