«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

sabato 21 aprile 2018

Fiorame 5

Male, sta andando male: stanno sbocciando molti nuovi fiori ma non riesco a identificarli...

Avvertenza per il lettore occasionale: non sono un botanico né un esperto di fiori e per questo le mie “identificazioni” sono altamente inaffidabili, occhio quindi!

Prima le (poche) note positive ovvero i fiori che ho, almeno molto approssimativamente, identificato.

Appena ho visto il fiore ho pensato fosse il “solito” geranio volgare ma poi mi sono accorto che le foglie erano molto diverse (v. Fiorame 4)...
Geranio Sbrandellato – Geranium dissectum – 85%

Le foglie caratteristiche mi danno un po' più di sicurezza sull'identificazione ma, come al solito, non ci metterei la mano sul fuoco...

In giardino ho trovato ciò che a prima vista mi era sembrato un altro muscari ignorato (v. il corto Fiorame 3) ma poi mi sono accorto che le foglie non erano cilindriche ma piatte come steli d'erba: mi sono ricordato che il mio manuale avvisava di specie simili con “foglie larghe 3-8 mm, generalmente erette”: in questo caso potrebbe trattarsi di Giacinto dell'uva (Muscari botryodis) o Cipollaccio (Muscari armeniacum).
Vedrò di controllare su Wikipedia
Lampascione - Muscari comosum - 100%

Ma... molto probabilmente la pianta è del genere muscari ma non ho idea di quale sia la specie esatta: non so se il mio esemplare stava già sfiorendo ma non mi pare assomigli né al Giacinto dell'uva né al Cipollaccio...

Modificato 23/4/2018: l'amica (v. il corto Aiuto apprezzatissimo) mi ha scritto: «La seconda pianta è sicuramente un lampascione, Muscari comosum; che è un qualche muscari avevi già capito.»
Qui non ho altro da dire ma solo da aggiungere la didascalia corretta alle foto e siccome mi fido metto la percentuale di affidabilità dell'identificazione al 100%!

E ore le (numerose) note negative, ovvero fiori di cui non ho trovato traccia...

Sempre in giardino ho trovato la seguente erbetta dai fiorellini piccini, bianchi ma con striature blu, quattro petali asimmetrici. Anche di questa pianta non ne ho però trovata traccia sul mio manuale.

Mentre tagliavo l'erba con la falciatrice ho individuato questo bel fiore al quale, ovviamente, ho girato intorno. Pensavo fosse facile da identificare a causa della forma particolare dei petali ma invece non ne ho trovato traccia nel manuale: proverò il riconoscimento per immagini di Google ma dubito che arriverò lontano...
Fior di cuculo - Lychnis flos-cuculi - 100%

Modificato 23/4/2018: l'amica (v. il corto Aiuto apprezzatissimo) mi ha scritto: «Quella color rosa dopo è sicuramente un garofano! Caryophyllaceae, Silene flos-cuculi; i tedeschi giustamente la chiamano Kuckuksnelke perché inizia a fiorire quando inizia a cantare il cuculo. Fu una delle prime piante che ho imparato dal nonno, sicuramente cascavano le bombe e io ancora non sapevo leggere.»
Ha ragione! Ho verificato su Wikipedia: Fior di cuculo che per la spiegazione del nome dà la seguente strana interpretazione “Il nome specifico si rifà al nome comune, il quale probabilmente allude alla frequente presenza sulla pianta della schiuma prodotta dall'insetto sputacchina (Philaenus spumarius), nota anche come saliva di cuculo”. Io però, senza offesa alla sputacchina, preferisco l'etimologia tedesca!

Invece nell'escursione odierna ho trovato un nuovo fiore giallo: la sua caratteristica sono le foglie spinose... Ma anche di questa pianta non ho trovato traccia sul mio manuale...

Modificato 23/4/2018: l'amica (v. il corto Aiuto apprezzatissimo) mi ha scritto: «La gialla dopo è sicuramente una qualche composita, quindi parente del tarassaco, non saprei essere più precisa.»
Vabbè, almeno è un inizio: se i parenti del tarassaco non fossero migliaia proverei a cercarla: magari potrei limitarmi alle schede presenti su wikipedia...

Il seguente è un trifoglio (con delle caratteristiche macchie più scure su ogni foglia) molto comune ma non l'ho trovato sul mio manuale (magari non è fra i trifogli?).
Erba medica araba - Medicago arabica - 95%

Modificato 23/4/2018: l'amica (v. il corto Aiuto apprezzatissimo) mi ha scritto: «Il trifoglio dopo  è una qualche leguminosa Fabaceae, penso un qualche Lotus.»
In questo caso, guardando Wikipedia, i miei fiori non assomigliano alle 2 specie (su 22!) del genere Lotus presenti in Italia... Visto che alla famiglia delle Fabaceae appartiene anche il genere Trifolium magari darò un'occhiata anche alle sue specie più comuni...
Colpo di scena! Mi sono guardato inutilmente tutti i trifogli della versione tedesca di Wikipedia (hanno i fiori completamente diversi) e alla fine, colto da disperazione, ho provato a cercare "Trifoglio maculato" (nome da me inventato) e guardando le foto l'ho trovato! Si tratta di Medicago Arabica ovvero Erba medica araba o Trifoglio del Calvario: vedi www.FloraItaliae.org
Comunque la famiglia è effettivamente quella delle Fabaceae...

In Fiorame 4 mi ero illuso ipotizzando di aver identificato una Silene bianca: a distanza di pochi giorni adesso sono sbocciate decine di questi fiori e oggi, nonostante il sole e il caldo, erano tutti belli aperti (mentre la Silene bianca è notturna)...
Evidentemente si tratta di qualche altro fiore anche se non ho idea di cosa possa essere: in verità i petali bilobati mi ricordano quelli dei gerani, magari potrei vedere se ne esiste una varietà con i petali bianchi...

Modificato 23/4/2018: l'amica (v. il corto Aiuto apprezzatissimo) mi ha scritto: «La bianca dopo è un qualche “centocchio”. Le piante che in Italia vengono chiamate centocchio sono qualche dozzina, quindi con quel nome vai poco lontano. Penso che sia una Caryophyllaceae (quindi un garofano) del genere Stellaria, forse Stellaria holostea.»
Allora dalle foto che ho visto la Stellaria holostea sembra avere i petali molto più separati rispetto al “mio” fiore: però probabilmente il genere è proprio Stellaria...

Foto bonus!

Lo so che non è un fiore ma questa specie di baccello piantato nel terreno mi ha incuriosito: anzi, più che a un baccello assomigliava a una vescica gonfia d'aria...
Chissà cos'è!
Gigaro chiaro - Arum italicum - 100%

Modificato 23/4/2018: l'amica (v. il corto Aiuto apprezzatissimo) mi ha scritto: «L’ultima poi è decisamente un gigaro. Aspetta i frutti rossi, vistosi in autunno! Arum italicum».
Bo... le foto che ho visto erano già col fiore ma visto che è sicura aggiungo la didascalia: oltretutto mi pare di aver visto un paio di questi fiori negli anni passati. Sfortunatamente i due che avevo fotografato sono stati tagliati oggi da un decespugliatore e quindi non potrò seguirne l'evoluzione...

Nessun commento:

Posta un commento