«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

lunedì 30 dicembre 2013

Benzina e risparmio

Andando a fare rifornimento di carburante mi sono spesso chiesto quanto sia conveniente allungare la strada di qualche chilometro per risparmiare altrettanti centesimi sul prezzo al litro.
Cioè quello che risparmio sull'acquisto della benzina compensa il consumo extra necessario per raggiungere il distributore più conveniente?

Ragionandoci mi sono però reso conto che la faccenda non è così banale: ci sono molti più fattori da considerare!
Non basta infatti conoscere la differenza di prezzo in centesimi e i Km in più da percorrere ma anche: quanto consuma la nostra auto, quanta benzina acquistiamo e il prezzo base della benzina (non solo il delta cioè)...
Infatti se la mia macchina consumasse pochissimo potrei permettermi di raggiungere anche un distributore molto lontano senza un grosso aggravio di spesa; più benzina acquisto e maggiore è il mio vantaggio (intuitivamente si capisce che ha poco senso allungare la strada di molti chilometri per acquistare solo 5 € di carburante!); e anche il costo base della benzina è importante (anche se in proporzione influisce meno degli altri fattori) risparmiare 2 centesimi quando il costo della benzina è di 1,80€ è meno conveniente di risparmiare 2 centesimi quando il costo della benzina è 1,50€...

Così mi sono divertito a realizzare un foglio di calcolo che mi mostra il mio risparmio in euro al variare di tutti questi fattori:


Questo è il mio caso con la benzina intorno a 1700 millesimi: io metto pochissima benzina (solo 20€) e ho un basso consumo perché è strada statale (quindi viaggio tranquillamente in quarta per raggiungere il distributore). La distanza è però significativa perché è di circa 7,5Km.
In queste condizioni per guadagnarci dovrei pagare la benzina almeno con uno sconto medio di 7,5 centesimi al litro. Siccome normalmente il risparmio è di 5 centesimi mi rendo adesso conto (grrrr!!) che non vale la pena andarci a posta perché ci rimetterei 24 centesimi!

Vediamo cosa succede variando il prezzo medio a litro a 1,8€ e 1,6€...

Prevedibilmente in questo caso il risparmio medio impatta meno e quindi ci rimetterei ancora di più: ben 61 centesimi!

Ovviamente con la benzina a 1,6€ le cose migliorano e ci rimetterei solo 15 centesimi...

Tornando al prezzo attuale della benzina intorno a 1,7€ per litro potrei comunque guadagnare qualcosa acquistando non 20 ma 30 euro di benzina: ben 6 centesimi...

Tanto per curiosità, per chi abita in città, e quindi a causa del traffico percorre solamente 9Km con un litro e acquista 30€ di benzina...

Insomma i parametri in gioco sono molti ma mi pare evidente che se il risparmio sul prezzo non è significativo (almeno 5 centesimi al litro) non conviene allungare la strada di più di 5Km e comunque bisognerebbe comprare almeno 50€ di benzina...

Il foglio di calcolo (in formato .ods Libre Office Calc), per chi è interessato a giocare con i parametri, è qui...

Dimenticavo!
In questi calcoli non ho considerato il tempo extra che serve per raggiungere il distributore più conveniente: ciascuno è libero di valutare il proprio tempo come preferisce ma è chiaro che, ad esempio, quindici minuti in più hanno un valore che andrebbe considerato...

Nessun commento:

Posta un commento