«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 8 dicembre 2013

Vecchi ristoranti e nuova trattoria

Di seguito il riassunto di un colloquio fra me (KGB) e il mio amico Andrea.

«Ciao Andrea, dove sei stato ieri?»
«Ciao KGB, guarda non me ne parlare: sono tornato al mio solito ristorante e ho mangiato ancor peggio dell'ultima volta!»
«Cioè? Raccontami...»
«Allora: già la volta scorsa mi ero trovato malissimo ma ieri sera il cibo era ancora peggiore, i camerieri sempre più maleducati e insolenti e alla fine mi hanno fatto pagare uno sproposito! Un vero schifo, una vergogna!»
«Scusa Andrea ma, se c'eri già stato e ti eri trovato male, perché ci sei ritornato?»
«Non vorrai mica che vada a mangiare al ristorante accanto, quello a destra, vero? Da quando ho scoperto che il proprietario se la fa con le minorenni e le puttane... Non solo: le assume anche come cameriere nel suo locale! Poi, guarda, ti dico il vero: io tanti anni fa ci sono andato a mangiare e i piatti avevano nomi diversi ma alla fine era la stessa sbobba, lo stesso servizio scadente e gli stessi prezzi eccessivi...»
«Ho sentito dire che c'è stato un cambio di gestione...»
«Oh KGB! Non ti far fregare! Lo sai chi è il nuovo proprietario? È Angiolino: uno dei camerieri del vecchio puttaniere; quello con la faccia ingrugnita perché voleva sempre più mancia! E tutti gli altri dipendenti sono sempre gli stessi: come fai a credere che il cibo possa essere migliorato?»
«Sono d'accordo... A proposito: ho sentito dire che anche il ristorante dove sei stato ieri sta per cambiare gestione...»
«Lo spero proprio KGB perché voglio tornare a mangiarci!»
«Ma come Andrea: che differenza ci sarebbe col ristorante di Angiolino? solo perché cambia gestione e lo prende quello giovane, come si chiama...il... il...»
«Sì, lo dovrebbe prendere Renzino, detto il Pulitore.»
«Sì è lui: ma però camerieri e cuochi restano gli stessi no? Quindi perché pensi possa essere meglio?»
«Perché Renzino vuol fare pulizia: lui prima puliva i bagni e ora vuol portare tutto il suo know how negli altri settori del ristorante: sarà una rivoluzione totale! Finalmente i tavoli saranno puliti!»
«Ma, sarà... a me pare che sia come quell'altra volta, quando cambiarono solo l'insegna...»
«Ma quando dici? Perché l'insegna l'hanno cambiata tante volte: prima era tutta rossa e a qualcuno faceva paura; poi ci misero un po' di verde, fa più nature, ma da tempo è tutta colorata...»
«Sì, esatto: il fatto è che ogni volta che cambiano insegna o gestione tu ci ritorni sempre!»
«Non vorrai che vada al ristorante a destra! È vero che il menù è lo stesso e che il servizio e i prezzi non sono peggio del mio ma, come ti ho già detto, il padrone del locale è uno sporcaccione che fa solo il proprio interesse!»
«O non è Angiolino il nuovo capo?» - ridacchiando.
«Non ti far fregare: è il vecchio sporcaccione a comandare: è lui che ha i soldi!»
«Beh, Andrea, adesso c'è un'alternativa: potresti provare la trattoria aperta da quei giovani che...»
«Sì, sì, ho capito quale dici: ma sulla stampa e alla televisione non fanno che parlarne male... temo che siano troppo inesperti... e poi hanno molti piatti nuovi e ho paura di provarli...»
«Beh, i media ne parlano male perché, qui da noi, i due ristoranti insieme li comandano, però tutti quelli che sono stati alla nuova trattoria si sono trovati benissimo: il servizio era ottimo con i camerieri gentili e veramente al tuo servizio, il cibo squisito perché usano prodotti biologici e poi si spende il giusto: non cercano di fregarti togliendoti il coperto ma triplicandoti il servizio come hanno fatto con la loro ultima promozione i due ristoranti!»
«Sarà KGB... ma il Pulitore mi dà più sicurezza... grazie alla sua esperienza ai cessi mi pare più preparato... e poi è simpatico, si presenta bene...»

Ovviamente è una storia inventata: non ho nessun amico così fesso da andare sempre a farsi fregare in un ristorante dove ogni volta mangia malissimo e ci lascia un patrimonio!
Eppure ho vari amici, anche molto intelligenti, che per qualche motivo continuano a votare sempre e comunque i soliti vecchi partiti...

Nessun commento:

Posta un commento