«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 20 settembre 2017

Novità musicali 10

Dopo oltre tre mesi ecco una nuova infornata di brani nelle mie collezioni (v. su Spotify e Youtube Lista 1, 2 e 3).

In totale ho aggiunto 20 brani scelti in ugual misura da Youtube e Spotify.
I generi: Hard Rock (1), Heavy Metal (3), Melodic Black Metal (1), Melodic Death Metal (2), Melodic Power Metal (2), Pirate Folk (1), Pop (1), Power Metal (1), Progressive Power Metal (1), Melodic Progressive Metal (1), Progressive Metal (2), Psychedelich Rock (1), Speed Metal (1), Symphonic Metal (1), Symphonic Power Metal (1) e Viking folk Metal (1).
Per una volta il classico “Heavy Metal” trionfa con tre brani!

Tre brani sono degli anni '80, tre brani del triennio 2005-2007, quattro del triennio del triennio 2011-2013 mentre i rimanenti 10 brani sono tutti successivi al 2015.

Solo quattro/cinque brani appartengono a gruppi che già conoscevo: “War of the Gods” di Amon Amarth, “The Unicorn Invasion of Dundee” di Gloryhammer, “Church of Carmel” di Luciferian Light Orchestra, “Until the end” di Lonewolf; il quinto brano è di Scanner un gruppo tedesco che in precedenza era chiamato Lions Breed e sotto tale nome avevo ben 5 loro pezzi!

Con qualche eccezione la maggior parte dei brani sono di gruppi tedeschi (5), svedesi (6) e finlandesi (3). I rimanenti gruppi provengono da Bulgaria, Islanda, Olanda, Scozia, Francia e USA.
Sfortunatamente anche a questa mandata non ho aggiunto brani di gruppi italiani: come già scritto altrove non li cerco attivamente ma, quando li trovo, ne sono molto contento.

Ma a passiamo a presentare concretamente qualche pezzo!
Fra i brani nuovi ero incerto fra il delicato ed elegante “Church of Carmel” di Luciferian Light Orchestra e il potente “War of the Gods” di Amon Amarth. Alla fine ho optato per il secondo che rispecchia maggiormente i miei consueti gusti:
War of the Gods di Amon Amarth (2011)

Fra i tre brani “vecchi” la scelta è ridotta a due (il terzo brano è quello Pop “Heaven is a place on Earth” di Belinda Carlisle di cui mi vergogno un po'): “It's raining blood” di Pain e “Across the universe” di Scanner. Ho poi optato per...
It's raining blood di Pain (1986)
...forse perché l'inizio mi ricorda le atmosfere di Seventh Son of a Seventh Son degli Iron Maiden...

Il mio brano preferito fra i pezzi più recenti, i 7 del 2016-2017, è stato più difficile da individuare: non conoscendoli molto ho dovuto ascoltarli più volte ma alla fine ho ristretto la selezione al brano Hard Rock “Dead Man on the Road” di Frontback, il Pirate Folk “Annabel” di Ye Banished Privateers e il Melodic Death Metal di Demonshire. Come per la scelta precedente ho deciso di optare per il genere che più rispecchia i miei usuali gusti:
So far from Victory di Demonshire (2017)

E poi la mia menzione speciale. Ero incerto fra il brano “Hour of Joy” di Morning (un gruppo olandese), di nuovo “Deadman on the Road” dei Frontback e “Annabel” dei Ye Banished Privateers. Questa volta opto però per il brano Pirate Folk perché ho trovato il video molto intenso e coinvolgente:
Annabel dei Ye Banished Privateers (2017)

Mi sono lasciato poi un po' di spazio per segnalare una “somiglianza” (v. i corti Somiglianze e Autoplagio).
Ascoltate a partire da 31 secondi, fra “Into the Enchanted Chamber” di Timeless Miracle (2005)
Into the Enchanted Chamber di Timeless Miracle (2005)

e

Secret Door di Dreamtale (2005)
Il fatto che entrambi i brani siano del 2005 mi fa sospettare che ambedue si siano ispirati a un qualche pezzo antecedente, chissà...
Che dite? La somiglianza è solo nella mia immaginazione?

Conclusione: ricordo solo che per vedere gli altri brani aggiunti basta scorrere gli ultimi pezzi dei collegamenti alle collezioni riportati all'inizio di questi pezzo...

Nessun commento:

Posta un commento