«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

venerdì 1 agosto 2014

È dittatura?

Prima di rispondere alla domanda del titolo ne pongo un'altra: cos'è la democrazia?

È una domanda subdola perché la sua essenza è particolarmente ineffabile e le risposte sono quindi molteplici. Ricordo che in Sudditi di Massimo Fini vengono riportate varie teorie ma alla fine l'unica definizione, sulla quale c'è il comune consenso, è che la democrazia sia un “insieme di regole”.
Una definizione molto arida, vero? Non comprende parole come “popolo”, “libertà” o altri grandi principi e ideali...

Si tratta di una definizione povera, squallida, direi stitica: il minimo essenziale della democrazia si riduce a semplici regole, a pura forma esteriore.

Eppure, in questi giorni, in queste ore, si sta costantemente violando il regolamento del senato con il totale avallo del presidente Grasso. Lo si sta facendo per ledere i diritti della minoranza all'opposizione (leggi M5S) e favorire la maggioranza.

È poco importante ignorare, magari piegare, qualche “stupida” regola del senato? Dopotutto l'opposizione fa solo sterile ostruzionismo...
L'indifferenza generale, specialmente mediatica, è tale che sembrerebbe proprio così: un nonnulla perché lo scopo è "alto": permettere alla maggioranza di portare a termine più celermente la propria riforma...

Eppure la democrazia è, nella sua più misera essenza, solo un pugno di regole. Se per qualsiasi motivo le si infrangono, giuste o sbagliate che siano, non c'è più nemmeno l'ombra di democrazia. Alcuni, in questi giorni, per giustificare ciò che sta avvenendo danno la comoda definizione che la democrazia è il “governo della maggioranza”: in realtà sarebbe semmai corretto affermare che la democrazia è “il governo della maggioranza nel rispetto delle minoranze”. Ed è palmare che le ripetute violazioni del regolamento non rispettino la minoranza ma al contrario l'umilino totalmente.

Conclusione: sì. Se volete embrionale ma questa è già dittatura. Una maggioranza che con prepotenza fa ciò che vuole è una dittatura perché è da quanto le minoranze sono rispettate che si misura la qualità della democrazia di un paese.

Nessun commento:

Posta un commento