«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 10 marzo 2015

Nulla ma rapidamente

Schermo spento. Mi piace. Non so perché... ma lo scoprirò!
Forse mi sento più libero a scrivere in questa maniera. Meno controllo. Non posso rileggere ciò che scrivo né correggermi: mi concentro sulle idee, mi lascio trascinare dalle idee...
In balia delle idee mi ritrovo su spiagge nuove e inesplorate. Sempre io....

Eppure avevo iniziato a scrivere perché, improvvisamente, mi ero sentito preda dello sconforto. Come se fosse stato in agguato e mi avesse sorpreso alle spalle quando non me lo aspettavo...
Almeno la melanconia è per qualcosa: un rimpianto, ciò che non è stato o ciò che non è più... Ma il mio sconforto è immotivato, sembra il frutto di un oscillazione ormonale... magari è proprio così...
Almeno le donne hanno la scusa essere in balia del loro ciclo...
Gli uomini dovrebbero essere più lineari... io no. Non lo sono mai stato: nella norma intendo...

Un'idea divertente che ho avuto e che, forse, metterò in pratica: un'intervista a KGB, che sarei io, fatta da me (che sarei sempre io!)...
Ha senso? No. È divertente? Poco. Eppure mi tenta...

Basta così. Oggi voglio essere breve. Magari potrei scrivere e scrivere e scrivere ancora a lungo ma senza aggiungere niente.... quindi...

Nessun commento:

Posta un commento