«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

venerdì 13 gennaio 2012

Un paio di ancora

Dopo mesi e mesi di ricerche ho finalmente ritrovato una rara foto delle medie che volevo postare!
Non mi è mai piaciuto mettermi in posa o farmi fotografare in genere ma, dopo che in prima media mi spaccai i denti (vedi KGB le Origini: risa distratte e il riferimento al mio divenire più scontroso in Carriera scolastica (2/3)), il numero di mie foto diventò di poco superiore a quelle dello yeti!

Soprattutto voglio evidenziare il contrasto fra le seguenti immagini scattate a 3 o 4 anni di distanza che ben illustrano il repentino cambio di carattere dell'adolescenza:


Questa foto fu stata scattata quando facevo la quarta o la quinta elementare da mia cugina (all'epoca appassionata di fotografia). Ricordo che, per farmi sentire a mio agio, mi distrasse facendomi giocare al gioco del “bastone”: mi tirava un bastone e io dovevo rincorrerlo e riportaglielo, lei mi grattava la testa e poi lo rilanciava (*1)...
In genere, anche nelle foto di quel periodo, appaio un po' teso con un sorriso forzato in faccia. Invece in questa foto sono al naturale, forse un po' più allegro del solito ma non troppo: ridevo spesso e volentieri (non per niente la maestra mi aveva soprannominato “Ridolini”)...


Questa foto mi fu fatta, durante la settimana bianca in terza media, da un compagno di classe che, al contrario di me, era super estroverso, dalla battuta sempre pronta, e abilissimo a interpretare l'umore degli altri con un semplice sguardo.
Non so perché, forse mi vide con la macchinetta in mano a fotografare il paesaggio, ma volle in tutti i modi farmi una foto. Forse per questo motivo ero un po' sospettoso ma il viso serio e accigliato rispecchia bene il mio umore di quel periodo.

Sempre durante la medesima ricerca ho ritrovato anche delle foto che scattai in Inghilterra sul luogo dove si svolsero gli eventi descritti nel post Tidal terror. Secondo il retro di una delle foto si tratta di Folkestone (sul canale della Manica) e non di Brighton come erroneamente scrissi nel post...
Comunque nella prima foto è visibile la spiaggia con il bel tempo (sulla sinistra si intravede il camminamento fatale), nella seconda foto si vede cosa succedeva col mare mosso (ed evidentemente l'alta marea non è di poco conto sul canale della Manica). Comunque quando rimanemmo intrappolati a metà strada era ancora peggio!

La spiaggia di ciottoli di Folkestone: l'ombra che scatta la foto sono io...


Fu molto peggio di così...


Nota (*1): scherzo... Comunque, anche se non ricordo come, trovò il modo di mettermi a mio agio con la macchina fotografica!

Nessun commento:

Posta un commento