«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 28 agosto 2011

Controindicazioni del sale iodato

Attenzione! L'autore del post NON è un medico né ha studiato medicina né è un infermiere né un infermiera: anzi i malati e le malattie gli fanno pure un po' schifo...
Quindi i seguenti pareri sul sale iodato non hanno alcuna rilevanza medica o scientifica ma sono solo opinioni basate sull'esperienza personale.


Premetto che io sono sensibilissimo a farmaci e a cibi. Soprattutto, data la mia tendenza all'insonnia, sono sensibile alle sostanze che rendono il sonno più difficoltoso: quando non dormo senza ragioni apparenti cerco di capire cosa avevo mangiato il giorno prima per verificare se avessi o meno assunto cibi diversi dal solito. Le medicine poi tendo a evitarle perché spesso ne subisco le varie controindicazioni.

Un paio di anni fa mi capitò di andare ospite dai miei zii per diversi giorni (magari anche a distanza di mesi fra loro) e di passare regolarmente la notte in bianco: non solo non dormivo ma ero anche completamente fiacco. Di solito ho la pressione bassa ma in quei giorni mi sembrava di averla negativa: anche sollevare un braccio mi costava fatica! Finiva così che verso le 22:00 provavo ad andare a dormire ma appena steso sul letto la mente mi iniziava a frullare più veloce del solito e, non solo non prendevo sonno, ma mi ritrovavo completamente sveglio.
Ovviamente iniziai a isolare i numerosi cibi diversi dal solito (alcuni me li portai anche a casa per testarli nel “mio” (*1) ambiente!) ma niente: sempre gli stessi sintomi e notti insonni...

Alla fine, proprio come Sherlock Holmes, dopo aver eliminato tutti i sospetti principali allora fu l'improbabile a diventare il mio sospettato numero uno.
L'improbabile era nel mio caso il sale iodato: io per primo non credevo che c'entrasse qualcosa...

Invece appena eliminai il sale iodato dalla mia dieta tornai alla mia normalità: smisi di sentirmi fiacco per tutto il giorno, tornai ad andare a letto dopo mezzanotte e, già che c'ero, mi feci pure delle belle dormite!

Da allora ho continuato a evitare il sale iodato tutte le volte che sono andato dagli zii e non ho più avuto i sintomi che ho spiegato...

Nei giorni scorsi ho passato due giorni di straordinaria quanto improvvisa fiacchezza senza comprenderne il motivo...
Colto da ispirazione ho controllato il sale e ho scoperto che per sbaglio avevamo sostituito il solito sale con quello iodato!!
Da ieri ho risostituito il sale iodato con il sale marino e sono tornato a posto.

Ho cercato intensivamente su internet per scoprire se anche qualcun altro avesse i miei stessi problemi col sale iodato ma niente: ho trovato solo giaculatorie piene di devozione su quanto il sale iodato faccia bene ma nessuna controindicazione.
Cioè, l'unica controindicazione di cui ho trovato traccia, è per chi ha problemi alla tiroide (per la precisione nella tiroidite di Hashimoto (*2)) cosa che non mi risulta di avere...

Editato (26/1/12): La mia affermazione che su internet vengano elencati solo i meriti/vantaggi del sale iodato non è esatta! Una gentile lettrice ha postato un interessante commento sull'allergia al sale iodato al quale rimando...

Editato (5/3/2013): Per completezza aggiungo anche un collegamento segnalatomi da un lettore dove si afferma, fra le altre cose, che «In tutti i soggetti normali, e quindi nella grande maggioranza degli individui, dosi di iodio anche largamente superiori a quelle assunte con l’uso di sale arricchito con iodio sono del tutto prive di rischi. La tiroide possiede infatti un meccanismo naturale di adattamento.» : www.iss.it/osnami (la frase citata è tratta dal pdf nella sezione “Iodio e salute”).

Conclusione: la conclusione non c'è! Ho voluto semplicemente mettere nero su bianco i miei problemi col sale iodato per vedere se qualcun altro, magari arrivato arrivato guidato da google su questo post, ha problemi simili al mio! Ma in realtà non mi aspetto che questo accada...

Nota (*1): Ad esempio scoprii che l'orzo solubile per colazione non mi faceva dormire mentre il succo di arancia è innocuo...

Nota (*2): Ma... ho guardato su wikipedia i sintomi della tiroidite di Hashimoto e io ne ho diversi: magari andrò a controllare dal dottore!

61 commenti:

  1. non è vero che tutti parlino bene del sale iodato.
    Nella trasmissione televisiva di raitre " Pronto Elisir" del marzo 2011 sul sale, la dottoressa Anna Villarini dell'Istituto Tumori di Milano ha detto che il sale iodato (ioduro di potassio più sale marino) non deve essere usato da tutti ma solo da chi è affetto da particolari patologie e su consiglio medico. Ha proseguito dicendo che non è consigliato a chi vive al mare ed è perciò già sovraesposto allo iodio naturale. Aggiungo che io sono allergica (con certificazione) allo ioduro di potassio e, oltre a non usare sale iodato e farmaci a base di iodio, non posso fare gli esami a contrasto, esami per cui a volte capita che muoia qualcuno allergico come me.

    RispondiElimina
  2. Grazie per l'informazione!
    Io non sono un medico e mi ero limitato a fare una ricerca con google e su wikipedia senza trovare particolari controindicazioni: di certo io lo tollero poco e anzi mi dà parecchio fastidio..
    Un altro problema è che, in parecchi supermarcati, adesso c'è solo questo tipo di sale!

    RispondiElimina
  3. Il problema purtroppo esiste perchè nei ristoranti ed addirittura negli ospedali viene usato il sale iodato senza obbligo di renderlo noto. Io sono stata spesso male. Mi risulta che tanta gente non può usare il sale iodato per vari motivi e tanti medici lo sconsigliano, bisognerebbe che queste persone facessero sentire la loro voce, magari scrivendo al Ministero della Salute, io l'ho già fatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ho fatto una ricerca su google con "allergia sale iodato" e ho trovato molti riferimenti a questo problema...
      Strano che al tempo in cui scrissi questo post non trovai niente del genere: probabilmente la parola chiave è "allergia"...

      Personalmente non ho molta fiducia nell'efficacia dello spedire lettere al Ministero della Salute: forse in un paese anglosassone verrebbero prese in considerazione ma da noi temo che non vengano nemmeno aperte.
      Credo piuttosto che dovrebbero essere i medici che, con completa cognizione di causa, dovrebbero far presente ai vertici della sanità questo problema.

      Elimina
  4. Anche io sono allergica allo iodio sintetico (ioduro di potassio) contenuto nel sale iodato. Da bambina mi hanno curata col NEOIODARSOLO a base di iodio e ho rischiato lo shock anafilattico. Al mare ovviamente sto bene perchè quello è iodio naturale. Da qualche anno è stato commercializzato su vasta scala, addirittura promosso e spinto dal ministero della salute a tal punto che alcuni chef di ristoranti molto conosciuti e frequentati (per es la catena di ristoranti anema e cozze) mi hanno risposto che erano obbligati ad usarlo dalle asl (cosa assolutamente non vera). All'esselunga quasi non c'è più il sale marino. Il problema non è soltanto che nei ristoranti non ne è specificato l'utilizzo, ma anche che il sale iodato si trova in alcuni prodotti "occulti" come per esempio alcuni dadi da brodo, o alcune marche di patatine fritte...Bisognerebbe chiedere, oltre all'uso del sale iodato,anche gli ingredienti di ciò che viene usato in cucina!!!
    Ho sentito parecchie persone con problemi di tiroide, e a tutte è stato VIETATO l'uso di sale iodato!!
    A proposito, il NEOIODARSOLO è stato tolto dal commercio, forse ha fatto male anche ad altri.

    RispondiElimina
  5. Bisognerebbe che qualche medico (o qualche suo famigliare) scoprisse di avere questo problema, allora forse si muoverebbe qualcosa. Non sono così scettica nei riguardi del Ministero della Salute, il problema vero è che la gente comune non ha il coraggio di farsi sentire. Comunque ho l'impressione che la lobby del sale iodato sia molto forte

    RispondiElimina
  6. Un'idea potrebbe essere quella di costituire un gruppo su FB: anche solo per contarsi...

    RispondiElimina
  7. Ho visto che c'è un'altra persona che ha scritto, aumentiamo!
    L'idea di FB è ottima, io non sono su FB però si può provare, anche consigliando di leggere "sale iodato allergie" oppure queste lettere che noi stiamo scrivendo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non me ne ero accorto perché sono tutti commenti firmato "Anonimo"...
      Se fai un gruppo su FB io mi ci iscrivo e ci metto un link da questo post (ultimamente google mi sta mandando un sacco di persone che cercano "Controindicazioni sale iodato"...); poi si vede quello che succede...
      Fammi sapere!

      Elimina
  8. Come ho già scritto non sono pratica di FB, non ne faccio parte e non ho la minima idea di come si faccia un gruppo, se però qualcuno lo fa posso trovare il modo di farmi iscrivere.
    FB è una cosa da giovani ed io non lo sono!
    Vorrei aggiungere che il sale iodato esiste in commercio da circa 4-5 anni e mi sembra che non abbia portato giovamento alla popolazione in quanto, come ho letto sui giornali, in questi ultimi anni i disturbi alla tiroide sono aumentati moltissimo. é vero che non esiste quasi più il gozzo, ma non esisteva quasi più anche 5 anni fa, è cioè diminuito con il migliorare dell'alimentazione della gente che viveva nelle zone più depresse e perciò più soggette a questa malattia.Mi sembra che si faccia passare il sale iodato come talmente salutare da essere propinato alla popolazione senza tante spiegazioni . Per questo ritengo che il Ministero della Salute dovrebbe dare chiarimenti.
    La FAO ,anni addietro, ha fatto uno studio sulla carenza di iodio ed altre sostanze nell'alimentazione,ma, come hanno loro stessi specificato, si tratta di popolazioni del terzo mondo che hanno carenza di tutto,non solo di iodio, hanno fame e basta .come sempre succede le nazioni ricche hanno pensato bene di dare lo iodio ai loro abitanti, cosa più semplice che andare a sfamare le popolazioni sottosviluppate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà creare un gruppo su FB è semplicissimo: però ci vuole una persona che sia motivata a mantenerlo (che raccolga e pubblichi notizie, che risponda a chi posta qualcosa, etc...).
      Se davvero pensi che sia una causa per cui valga la pena darsi da fare potresti provare: nel caso peggiore non ti riuscirà fare il gruppo!

      Per valutare l'impatto del sale iodato, a mio avviso, bisognerebbe avere molte più informazioni/statistiche ed essere in grado di valutarle. Non è da escludere che nel complesso i benefici siano molto maggiori delle sue controindicazioni.
      È ugualmente vero però che questo sale, almeno a un numero limitato (sarebbe interessante sapere quanto limitato) di persone, dia non pochi problemi.

      Una soluzione potrebbe essere quella di indicare obbligatoriamente il suo utilizzo da parte di ristoranti, mense, prodotti alimentari, etc in maniera che, chi non lo tollera, possa evitare di assumerlo inconsapevolmente...

      Poi, come mi pare che tu suggerisca, non è da esludere che ci siano anche degli interessi economici in gioco ma, a mio avviso, si tratta più che altro di indifferenza verso le persone che ne sono allergiche.

      Elimina
  9. In realtà lo ioduro di potassio è sempre stato usato in farmacologia. quando ad un alimento si aggiunge qualcosa di curativo questo diventa o un farmaco o un integratore alimentare e deve essere soggetto alle regole vigenti ( vendita separata dagli alimenti ,avvisi sulle controindicazioni e raccomandazioni di consultare il medico )per questo motivo ho scritto al Ministero della Salute (c'è un sito predisposto per comunicare via mail col ministero).Non so quanti possano essere gli allergici però se esiste su google vuol dire che ce ne sono. Bisogna poi aggiungere gli ipertiroidei, gli ipertesi, le persone operate di tumore e forse altri. Non mi sento di dar origine ad una aggregazione di persone; sicuramente , prima o poi ,il problema verrà fuori.
    30-35 anni fa era di moda il fluoro. A tutte le donne in gravidanza ne veniva data una pillolina al giorno e poi al bambino dalla nascita fino alle elementari (la dava la scuola direttamente)doveva servire a prevenire le carie. Poi hanno vietato l'uso del fluoro per ingestione percnè hanno scoperto che indebolisce le ossa. Accadrà la stessa cosa per lo iodio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi pare che il suo ragionamento sugli avvisi ai consumatori riguardo le possibili controindicazioni dello iodio non faccia una grinza...

      Interessante la vicenda del fluoro: non lo sapevo...
      Certo non sarebbe l'unico caso di abuso di un prodotto di cui si sottovalutano (o ignorano!) le controindicazioni: ho in mente, ad esempio, le foto degli americani, che nel primo dopoguerra spruzzano il DDT direttamente sui ragazzini italiani per toglierli i parassiti!

      Elimina
  10. Questa nostra corrispondenza è comunque una cosa positiva ed aggiunge una voce controcorrente. Speriamo che venga letta e porti qualche frutto anche se non nell'immediato.Grazie per avermi dato modo di esternare pensieri che da tempo mi porto dentro

    RispondiElimina
  11. Non so quanto le nostre opinioni siano condivise ma sicuramente vengono lette: negli ultimi giorni Google mi sta mandando molte persone che cercano "allergia sale iodato" e simili!

    Comunque anche a me ha fatto piacere leggere i suoi commenti perché mi ha dato la riprova che le mie idee, giuste o sbagliate che siano, arrivano oltre la solita cerchia di amici e parenti: trovo che questa condivisione di idee fra persone che non si conoscono sia di per sé molto bella...

    Quindi grazie anche da parte mia!

    RispondiElimina
  12. Sono l'altra Anonimo che ha scritto. Poichè anche a me sta molto a cuore che venga fatta chiarezza sull'uso del sale iodato e soprattutto che venga tolto dai ristoranti, (io debbo mangiare spesso fuori casa) cercherò di diffondere la conoscenza di questo blog.
    Grazie anche da parte mia
    Anonimo 2

    RispondiElimina
  13. Ciao Anonima2 ;-)
    Ovviamente non ci sono problemi se mi fai pubblicità però, come ho scritto anche ad Anonima1, penso che sarebbe più proficuo creare un gruppo su Facebook o qualcosa di simile: il mio blog non mi pare il posto più idoneo a scambiare questo tipo di esperienze perché, a parte questo specifico post, si occupa di tutt'altro...

    RispondiElimina
  14. Sono nuovamente Anonimo 1,
    due giorni fa ho commentato un intervento su internet della dottoressa Ballarino, oggi mi accorgo che è sparito sia l'intervento che il mio commento.
    Lo sintetizzo brevemente:
    ho scritto alla FAO chiedendo spiegazioni sulle loro direttive riguardo al sale iodato e mi hanno risposto.
    Intanto non si tratta di direttive ma di enunciazioni . In diverse parti del mondo vi è scarsità di alcuni elementi nutrizionali, per cui loro propongono l'uso di sale con fluoro, sale con iodio, sale con ferro, sale con vitamine ecc. Il fluoro sappiamo già che è stato eliminato come alimento perchè nocivo.
    Nell'articolo si diceva che il 5% della popolazione italiana ha bisogno di iodio, io ho risposto: perchè darlo anche all'altro 95% che magari soffre di altre patologie ed a cui può far male?
    Concludevo con una osservazione: le cardiopatie sono le patologie più diffuse, l'aspirina fa bene a chi ne soffre, dovremmo allora dare a tutti sale con aspirina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo 1,
      Mi sembra che il suo fosse un intervento chiaro, razionale e pertinente: sarebbe stato interessante conoscere la replica degli esperti...
      Comunque grazie per l'informazione!

      Elimina
  15. Sono nuovamente Anonimo 1. Approfitto ancora del suo blog perchè, come ho già detto,non sono in grado di aprirne uno da sola. In questo periodo in cui non mi sono fatta sentire ho scritto numerose e-mail al Ministero della Salute chiedendo che si facesse chiarezza sull'uso del sale iodato . Ormai è presente ovunque: nel pane , nei dadi da brodo, nei concimi per frutta e verdura , nei mangimi per animali ecc. Non ritengo corretto che si possa assumere senza saperlo, che si possa stare male senza capire la causa, che si prendano farmaci e cortisonici per curare qualcosa di cui non si sa l'origine. E' facile dire che il sale iodato è innocuo, chi lo assume senza saperlo ed ha dei problemi non sa cosa dire al medico che lo cura.E' presente nelle mense scolastiche, col risultato che i bambini sono sempre più frequentemente iperattivi, agitati , non riescono a restare seduti , diventano sempre più spesso ingestibili L'unica cosa che ho ottenuto è stato un Link del Ministero della Salute che non contiene informazioni medico-scientifiche, ma solo enunciazioni commerciali-pubblicitarie del tipo "il sale iodato fa bene ai capelli"(come se fosse un prodotto di bellezza!)oppure "aiuta l'acutezza mentale" (come un ricostituente!). Io pensavo che venissero esposti dati, numeri che sintetizzassero questi 6 anni di iodioprofilassi: ad esempio perchè negli ultimi tempi i casi di disfunzioni tiroidee sono molto aumentati nonostante il massiccio uso di sale iodato? (o forse proprio per questo!). Perchè da una parte si dice che il sale iodato è assolutamente innocuo e dall'altra si dice che previene il gozzo? o l'una cosa o l'altra, o non serve a curare e perciò è inutile, o cura e perciò è un farmaco, con tutti i vincoli e le limitazioni del caso.
    Pare che lo ioduro di potassio venga estratto dal riciclaggio di materiale tossico(lastre per radiografie, pellicole fotografiche ecc.)ma al Ministero non interessa minimamente approfondire la cosa, l'importante è che faccia bene ai capelli! La disinformazione è totale, la maggior parte delle persone ritiene che sia un sale migliore, più "marino",più naturale , invece lo usiamo tutti per far risparmiare allo stato le cure del 10% di popolazione a rischio gozzo(come se gli altri che si ammalano perchè non dovrebbero usare il sale iodato non debbano poi essere a loro volta curati!)
    Sono amareggiata e disgustata dalla leggerezza e superficialità con cui questo argomento venga affrontato anche da chi dovrebbe tutelarci.
    E' stato usato come scusa un vecchio studio della FAO (ne ho richiesta una copia), in cui genericamente si diceva che l'alimentazione mondiale (soprattutto nei paesi sottosviluppati, ma come al solito si fa una media) scarseggia di ferro , vitamine, fluoro, iodio ecc. e consigliava sale al ferro, alle vitamine ecc.Ci hanno già provato 40 anni fa col fluoro ed hanno dovuto smettere perchè faceva male. Adesso il mercato ha scoperto il sale iodato che non è più una pillola, i cui effetti sono facilmente identificabili, ma un prodotto diffuso in maniera silente e dispersiva,che è pagato più del suo valore essendo in buona parte chimico.

    RispondiElimina
  16. Capisco la sua frustrazione ma mi sarei meravigliato, conoscendo l'Italia, se qualcuno nei ministeri si fosse degnato di risponderle seriamente...
    Una singola persona che protesta difficilmente viene ascoltata: secondo me dovrebbe cercare di mettersi in contatto con altre persone con lo stesso problema sia semplicemente per contarsi che per condividere idee ed esperienze. Se ne trova un numero sufficiente qualche medico, esperto del settore, potrebbe interessarsi al problema e certificarlo facendo magari delle ricerche, a quel punto suppongo sarebbe lui stesso a iniziare l'iter necessario a portare a un cambio nella corrente legislazione in materia...
    Lo so: è una lunga lista di “se” e buoni propositi ma sinceramente non mi viene in mente niente di meglio da suggerirle...
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  17. Parlo continuamente con persone che hanno sviluppato in tempi recenti noduli alla tiroide ed a cui i medici hanno vietato l'uso di sale iodato. Ho parlato con medici che non supponevano minimamente la sua diffusione.
    E' difficile trovare chi si voglia esporre: anche chi ha sviluppato un tumore od altre gravi malattie non può dimostrare se sia stata colpa del sale iodato perchè non lo sa, nessuno glielo dice, non esistono ricerche o studi in questo senso e trattandosi spesso di più fattori si tende a dare la colpa a quelli conosciuti.
    Nel tempo si scopriranno i danni del sale iodato e forse si porranno dei rimedi, senza comunque che le vittime lo vengano a sapere.
    Grazie per aver accolto il mio sfogo

    RispondiElimina
  18. Quanta disinformazione si legge in internet... e questo ne è un chiaro esempio.
    Il sale iodato è PER TUTTI, non fa male e aiuta a prevenire le patologie tiroidee (addirittura uno studio dimostra come prevenga anche i casi di ipertiroidismo oltre che di ipotiroidsmo). Questo viene certificato dai più illustri endocrinologi italiani (università di Pisa in Primis) e dall'Istituto superiore della Sanita (in particolare dalla sezione OSNAMI, ovvero l'osservatorio nazionale per il monitoraggio della iodoprofilassi in Italia www.iss.it/osnami).
    Purtroppo ci sono ancora in giro persone e, ahimè, medici di base (!!!) che pensano ancora che il sale iodato sia dannoso... o che lo iodio si assimili respirandolo al mare... Aggiornatevi, leggete le locandine del Ministero della Salute, basta con le false credenze popolari.
    Abbiamo 6 milioni di Italiani che soffrono di patologie da carenze iodica, il sale iodato e i prodotti "FONTE DI IODIO" possono aiutarci a risolvere questo problema.

    RispondiElimina
  19. Salve Anonimo (3?),
    Per prima cosa la ringrazio per il commento e l'interessante link fornito che ho aggiunto al post. Sono d'accordo con lei che su internet sia molto facile imbattersi in disinformazione (voluta e non): voglio però sottolineare che nel mio blog, e in particolare per questo post, non cerco di fare nessuna informazione (tanto meno medica) ma solo di raccontare la mia esperienza personale.
    A mio avviso sta anche al lettore dare il giusto peso alle informazioni trovate considerando il contesto del sito e il relativo autore: nel mio caso ho specificato che non sono un medico e che le mie sono solo opinioni basate sull'esperienza personale...
    Ho riletto velocemente anche i vecchi commenti (il post fu scritto quasi due anni fa) e mi sembra che tutti si limitino a fornire la propria esperienza e a dar voce al desiderio di avere chiarezza.
    Se poi, come anche lei conferma, gli stessi medici NON sono unanimemente convinti che il sale iodato faccia bene a tutti mi pare una logica conseguenza che i comuni cittadini siano ancora più confusi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non volevo offendere nessuno e mi scuso se l'ho fatto, forse ho risposto un po' troppo "a caldo" dopo aver letto certi post. Volevo semplicemente fare chiarezza sulla questione. In realtà TUTTO il mondo dell'endocrinologia è fermamente convinto della bonta del sale iodato (e dei prodotti alimentari FONTE DI IODIO)... purtroppo però ci sono ancora in giro medici di base DISINFORMATI che alimentano questa confusione sul cittadino.
      Fortunatamente si sta facendo tanto per dare le giuste informazioni e anch'io ho voluto dare il mio contributo essendo del settore.
      Un cordiale saluto e grazie per il suo blog.

      Elimina
  20. Salve Anonimo (3),
    Personalmente non mi ero offeso: ho voluto solo chiarire quello che mi sembrava un equivoco di fondo ovvero che, dal mio punto di vista, è improprio parlare di disinformazione perché l'intero blog non è, né vuole esserlo, un sito d'informazione (tanto meno medica!). Io mi limito solo a esporre le mie idee, magari bislacche, ma sincere e in buona fede...
    Insomma nessuna offesa: anzi, il vostro intervento mi ha fornito lo spunto per una riflessione che pubblicherò in un prossimo post! ;-)

    RispondiElimina
  21. Buongiorno, sono anonimo 1 ed ho scritto su questo blog. Ho letto con piacere che qualcuno esperto del settore (anche se mi sembra di capire che non si tratta di un medico) sia intervenuto.
    E' vero che vi è disinformazione, ma solo sul fatto che la gente non sa (neanche i medici) che nel 2005 è stato varato un decreto legge che prevede che il sale iodato sostituisca in toto il sale marino normale.
    Lo ioduro di potassio è un farmaco che agisce sulla tiroide, perchè farlo assumere a tutti, anche a chi non ne ha bisogno, creando inevitabili problemi di salute? E' vero che gli endocrinologi sono favorevoli al sale iodato, ma penso si riferiscano ai loro pazienti.
    Perchè negli ultimi anni sono aumentate enormenente le patologie tiroidee che il sale iodato dovrebbe prevenire?
    Lo iodio è un potente eccitante, negli ultimi anni sono molto aumentati i casi di iperattività infantile, è aumentato il consumo di sonniferi ed ansiolitici.
    Essendo lo ioduro di potassio una sostanza chimica spesso unito ad altre sostanze come ad esempio gli antibiotici, può provocare allergie, solo che la maggior parte delle persone non sa di assumere quotidianamente un farmaco che dovrebbe prevenire ipotetici gozzi.
    Nel mio caso, dopo ripetute crisi, ho scoperto di essere allergica allo ioduro di potassio più alcool (aceto, vino), per cui una semplice insalata mi manda all'ospedale. Il patch test eseguito all'Ospedale Maggiore di Bologna ha evidenziato una reazione vescicolo necrotizzante. Perchè mi debbo lentamente avvelenare tutti i giorni essendo il sale iodato ovunque? non sarebbe meglio intervenire per prevenire il gozzo in chi è predisposto? (certi studi indicano il 5% della popolazione, altri più recenti il 10%). La FAO è stata chiamata in causa, ma questa organizzazione aveva già caldeggiato l'uso del fluoro e per decenni si è dato a scuola ai bambini lo Zimafluor, finchè è stato vietato perchè tossico.
    La cosa assurda di questa situazione non è l'uso del sale iodato, sicuramente utile a molti, ma il fatto che per legge venga usato ovunque (persino negli ospedali!) e la popolazione non lo sappia. A mio avviso questo è un sopruso

    RispondiElimina
  22. I problemi alla tiroide (riconosciuti a livello scientifico risolvibili mediante PREVENZIONE con il sale iodato) riguardano il 10% della popolazione italiana ovvero più di 6 milioni di persone. Hanno anche un costo sociale pari a 300 mln di euro all'anno (ricordo che l'eutirox è mutuabile).
    Di persone allergiche allo iodato di potassio combinato con aceto/vino non ne ho mai sentito parlare... forse sei l'unica in Italia e sempre che l'ospedale abbia individuato la vera causa (mah?).
    Come fai a sostenere che l'iperattività infantile sia legata al sale iodato? Non ho mai letto nulla di scientifico a riguardo.
    Infine vorrei risottolineare che il sale iodato e i prodotti fonte di iodio non curano, ma PREVENGONO le malattie della tiroide per cui non è che un endocrinologo lo deve somministrare al proprio paziente (è già tardi, poi bisogna intervenire in modo differente) ma è la sanità pubblica che può e deve farlo, anticipando il problema!
    Io a mio figlio lo do, sarebbe un sopruso farlo ritrovare con dei noduli alla tiroide a 20 anni.
    PS: del fluoro non so nulla, ma se non ricordo male una volta il problema delle carie era diffusissimo, da quando hanno iniziato a mettere flouro nei dentifrici e nelle acqua hanno quasi debellato la cosa, mi sembra.

    RispondiElimina
  23. I medici dentisti per anni hanno caldeggiato l'uso del fluoro per prevenire la carie, veniva dato a scuola, raccomandato alle donne incinte o quando allattavano. Chi ha avuto figli 30-40 anni fa come me lo sa , oggi è vietato perchè fa male. La mia impressione è che stia accadendo qualcosa di analogo col sale iodato, indicato dalla FAO (come il fluoro a suo tempo) e caldeggiato dagli endocrinologi. Lei fa bene a dare il sale iodato a suo figlio se vede che gli giova, se fosse esistito il sale iodato quando io ero bambina forse sarei morta.
    Non asserisco che i disturbi che ho elencato siano dovuti al sale iodato, ho solo notato un parallelismo tra la iodioprofilassi in atto ed il loro accentuarsi.
    L'altra cosa che sottolineo è che, essendo il sale iodato ovunque è difficilissimo individuare la causa di allergie (anche queste ultimamente in forte aumento)ed eventualmente collegarle allo ioduro di potassio unito ad altre sostanze soprattutto se non si sa di assumerelo. Per quanto riguarda il mio caso ho avuto notevoli difficoltà a scoprire le cause delle mie crisi e capisco come altri possano non riuscirci . Lei comunque saprà che per eseguire gli esami a contrasto (a base di iodio) negli ospedali fanno firmare una liberatoria. La cosa che io chiedo e che ho chiesto al Ministero della Salute non come anonima ma con nome , cognome ed indirizzo è che ad un alimento diffusissimo non venga aggiunta una sostanza che può nuocere oltre che curare senza le avvertenze previste dalla legge.
    In campo estetico questa cosa è già avvenuta, dopo numerosi casi di allergie è stato reso obbligatorio denunciare la presenza di iodio nei prodotti in modo che i clienti potessero sciegliere liberamente.

    RispondiElimina
  24. Sono nuovamente anonimo1, vorrei fare alcune precisazioni riguardo all'intervento di anonimo2.
    Mi sono informata, il NEOIODARSOLO è nuovamente in commercio ma senza iodio e,forse, con indicazioni terapeutiche differenti: probabilmente anche altri avevano avuto problemi con lo iodio.
    Diversi ristoratori che ho contattato mi hanno confermato di aver ricevuto comunicazioni dall'ASL in cui si raccomandava l'uso di sale iodato. Quanto le era stato detto risulterebbe esatto.
    Auguri

    RispondiElimina
  25. Se ci fosse stato il sale iodato 30-40 anni fa, Chernobyl non avrebbe fatto tutti quei danni. In Giappone hanno un consumo medio di iodio che è circa 100 volte il nostro (!) e questo fa si che godano di migliore salute http://www.townsendletter.com/Dec2008/iodine1208.htm (ed inoltre i danni di Fukushima saranno meno devastanti, fortunatamente, grazie al fatto che i Giapponesi hanno la Tiroide già "sazia" di iodio e assorbiranno meno quello radioattivo).

    Mi dispiace per la tua allergia, ma sentire dire che il sale iodato fa male o che è causa di allergie è assurdo... se tu hai sfortunatamente questa rara patologia non si può generalizzare e dire che è dannoso... ci sono persone allergiche alle cose più strane ed improbabili, ma non per questo tutti queste cose sono dannose.
    Non combattete una crociata contro il sale iodato.
    PS: ma mi chiedevo... non puoi mangiare nemmeno pesce o altri alimenti che naturalmente contengono iodio? Il sale iodato (1-2 g) non ha più iodio rispetto al pesce azzurro, sardine ecc..

    RispondiElimina
  26. Lo ioduro di potassio è una sostanza chimica un tempo usata solo in farmacologia; ritengo, come ho chiesto al Ministero della Salute, che il suo consumo debba essere regolamentato come prevede la legge per tutto ciò, farmaci o no, che può determinare reazioni o creare problemi . Non capisco perchè non esistano sperimentazioni su come questa sostanza chimica interagisca con altre (esistono ad esempio casi documentati di reazioni allergiche con l'amoxillina)e perchè su questo argomento non si ascoltino le opinioni dei medici contrari alla sua silente diffusione . Mi sembrava di essere stata chiara nell'esporre questo concetto: il sale iodato dovrebbe essere usato da chi ne necessita e da chi lo vuole usare e non ne ha controindicazioni, non è mai esistita una panacea uguale per tutti perchè siamo tutti diversi e soffriamo di differenti patologie.Non si comprende perchè chi trova beneficio dal sale iodato pretenda che lo usino tutti. Al Ministero ho anche scritto che la prima causa di decessi (e di costi per lo Stato) sono le malattie cardiache. L'aspirina aiuta a prevenire queste patologie: seguendo lo stesso ragionamento dovremmo dare a tutti sale all'aspirina!
    Dopo Fukushima in Giappone c'è stata una corsa al consumo di pillole di iodio. L'idea era che saturando la tiroide di ioduro di potassio non ci sarebbe stato 'spazio'per lo iodio radioattivo. I medici hanno cercato in tutti i modi di sfatare questa credenza perchè non si può saturare la tiroide di iodio, c'è sempre spazio per la radioattività e si somma un danno ad un altro.
    Non mi risulta che gli abitanti delle zone contaminate godano ottima salute, anzi! le informazioni sono poche, ma una di queste fu che il politico che aveva mangiato, per dimostrazione, insalata proveniente dalle zone contaminate morì pochissimo tempo dopo di tumore.
    P.S. al mare sto benissimoe non ho problemi a mangiare pesce (a meno che non sia inquinato!)
    Anonimo1

    RispondiElimina
  27. A parte che il sale è iodato e non iodurato (ormai lo ioduro di potassio non lo usa più nessuno perchè instabile) ma comunque vedo che è una battaglia contro i mulini a vento... ho già spiegato (e non lo dico io nè il mio vicino di casa, ma tutti gli endocrinologi, anzi il Ministero della salute, anzi la FAO e pure l'UNICEF) che la iodoprofilassi è necessaria a tutti perchè PREVIENE le malattie della tiroide che colpiscono il 10% degli italiani... il parallelo con l'aspirina è ridicolo, qui si parla di dare alla tiroide un elemento "essenziale" ovvero di cui necessita e che il nostro organismo non autoproduce.
    Il discorso sui giapponesi/Chernobyl/Fukushima penso non l'abbia capito (o forse mi sono espresso male io?), ma non ho detto che le persone a Fukushima godono di ottima salute.. che discorsi... ho detto che i danni saranno minori rispetto a Chernobyl. Grazie alla loro alimentazione ricca di iodio la loro tiroide è più preservata ma al di là del problema radioattivo è dimostrato che con la loro alimentazione (unica e particolare proprio per il grande consumo di iodio) godono di migliore salute (link già postato sopra).
    Vedo comunque che lei rimane ferma sulle sue convinzioni per cui la chiudo qui e le faccio comunque tanti auguri. Per tutti gli altri: usate il sale iodato o meglio i prodotti che hanno la scritta "FONTE DI IODIO" così non dovete mangiare troppo sale che comunque per l'ipertensione bene non fa. Ciao!

    RispondiElimina
  28. Mi sembra che lei faccia un'ottima pubblicità ai suoi prodotti.
    Anonimo 1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti io vendo tutti i prodotti FONTE DI IODIO che ci sono in commercio, e pure il sale iodato... ho praticamente il monopolio dello iodio italiano... ahahah!

      Elimina
  29. Non posso che condividere quanto scritto da anonimo1, spero che venga letto da molti.
    Grazie per l'informazione e gli auguri
    anonimo2
    P.S. è buffa questa graduatoria di anonimi, spero che la prossima persona che interverrà usi uno pseudonimo

    RispondiElimina
  30. Non avendo nulla da aggiungere a quanto già scritto mi limito a ricordare ai lettori ospiti di questo blog di mantenere dei toni civili e rispettosi delle idee altrui anche (e specialmente!) se diverse dalle proprie.
    Grazie!

    RispondiElimina
  31. Salve, mi chiamo Marco. non voglio entrare nell'argomento controindicazioni ma solo fare alcune considerazioni di tipo commerciale che sono sotto gli occhi di tutti.
    Una confezione da 1 kg.di sale marino costa cent.0,15
    una confezione da 1 kg di sale iodato costa cent.0,66
    il sale iodato costa 4 volte di più del sale marino normale (anche i centesimi nella quantità fanno giro d'affari).
    Il sale marino è composto da cloruro di sodio (principalmente) e poi in minor quantità: solfati,calcio, magnesio, potassio, manganese,zinco, ferro, rame, iodio; tutto naturale.
    Il sale iodato è composto per circa la metà da sale marino, per il resto da ioduro o iodato di potassio (polvere bianca, inodore, insapore, ottenuta in laboratorio con procedimenti chimici).
    Se si vuole dare il giusto sapore ad un cibo (a questo serve il sale, viceversa conviene non usarlo) si deve usare una quantità doppia di questa mistura, per cui si consuma la stessa quantità di cloruro di sodio ed una quantità doppia di iodio ad un prezzo 8 volte superiore!
    C'è poi il sale a basso contenuto di sodio:
    200gr costano 2,90 euro, 14,5 al kg. (96 volte più del sale marino!). Contiene circa il 35% di clorurio di sodio e cloruro di potassio e poi: solfato di magnesio (controindicato in chi è affetto da patologie renali, ad anziani e bambini); carbonato di calcio (praticamente polvere di calce, quella usata dai muratori) che, come integratore, può causare allergie ed interferire con altre terapie farmacologiche,e poi altri componenti.
    Anche di questo caso per ottenere un giusto sapore dobbiamo usarne almeno il doppio rispetto al normale sale marino, mangiandoci anche un pò di calce e spendendo 192 volte di più!
    C'è poi il sale iposodico iodato che costa 4,76euro per 300gr (15,6 euro al kg) e qui mi fermo.
    é sicuramente più costoso estrarre il sale e raffinarlo che creare una polvere chimica in laboratorio. a voi le conclusioni!
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco per le informazioni molto interessanti!
      Però non sono sicuro di quale debba essere la conclusione: cioè che dietro la diffusione del sale iodato ci sono degli interessi economici perché produrlo costa meno e viene venduto a un prezzo maggiore?
      Ma è sicuro che il sale iodato dovrebbe costare meno del sale marino? Se così fosse bisognerebbe concluderne che le aziende che lo producono fanno cartello per mantenerne il prezzo artificialmente alto!

      Elimina
  32. Concordo su tutto con Anonimo3... e tu Marco, sei fonte di pure DISINFORMAZIONE!
    Hai fatto una serie di calcoli inutili perchè basati su basi assolutamente FALSE!
    Perdonami se mi scaldo Vapore Sodo, ma leggo un sacco di ASSURDITA' in questo forum... sembra un forum crociata contro il sale iodato che invece di essere promosso (è scientificamente dimostrato essere efficace per prevenire le diffusissime malattie della tiroide) viene addirittura demonizzato... utilizzando dati che non hanno il minimo riscontro.
    1) il sale iodato contiene dallo 0,0051% allo 0,007% di iodato di potassio QUINDI è sale (cloruro di sodio, NaCl) al 99%... COSA DICI MARCO "PER CIRCA LA META'"? Ma ti rendi conto dell'assurdità????
    2) il gusto del sale iodato è IDENTICO a quello tradizionale appunto perchè lo iodato di potassio è presente in una percentuale bassissima (30 mg in 1 kg!).
    3) lo iodato di potassio viene ricavato dall'estrazione di MINERALI contenenti iodio (nitrato del Cile) e in minor parte dalle acque salmastre. Non mi sembra ci sia una gran differenza dell'estrazione del sale che anch'esso si ricava dalle rocce o dal mare... ed è sempre un componente CHIMICO (NaCl).
    4) produrre il sale iodato costa un po' di più del tradizionale perchè appunto bisogna aggiungere un ingrediente e inserire passaggio durante la sua lavorazione.
    5) Relativamente al sale iposodico, confermo che è un prodotto diverso, c'è meno sale (NaCl) che viene sostituito da KCl. Questo ha poco sapidità (è meno salato) ed è addirittura un pelo amaro. Quindi, in effetti, per salare alla stesso modo se ne usa di più = è una mezza bufala commerciale che non hai mai riscosso un grande successo anche perchè costa nettamente MOLTO di più.
    MA RIPETO STIAMO PARLANDO DI UN'ALTRA COSA!
    Un saluto, Gianni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Gianni,
      Non c'è bisogno di scaldarsi quando si spiegano le proprie ragioni: anzi, se espresse pacatamente e in maniera ordinata diventano molto più convincenti.

      La ringrazio per il chiarimento sulla percentuale di iodato di potassio nel sale iodato: in effetti anch'io ero rimasto un po' perplesso. Probabilmente avrei dovuto “indagare” autonomamente ma ammetto che non ne avevo avuto voglia e, comunque, ero sicuro che qualche persona più preparata di me avrebbe presto replicato...

      Detto questo aggiungo qualche considerazione che ho già fatto ma che probabilmente si è persa fra i numerosi commenti.

      Prima di tutto questo sito non è un forum ma un blog personale: il caso ha voluto che questo specifico post, complice google, sia stato portato all'attenzione di molte persone che ricercano le parole chiave “controindicazione sale iodato”. Qualche lettore ha commentato descrivendo la propria esperienza e altri hanno replicato. Tutto qui.
      Questo è un blog in cui io semplicemente esprimo, credo legittimamente, la mia OPINIONE su quel che mi passa per la mente: in altre parole non si tratta di un sito di informazione su qualsivoglia argomento né, tanto meno, su un soggetto delicatissimo come la salute.
      Non essendo un sito di informazione non vedo come possa fare disinformazione!

      Suppongo che lei, scrivendo di disinformazione, non si riferisse al blog in generale ma ai commenti di questo specifico post.
      Ma anche in questo caso io credo che la contrapposizione fra idee così diverse sia un valore e non un difetto. È evidente che per qualche motivo, non voglio entrare nel merito, molte persone hanno dei dubbi sul sale iodato ma, leggendo questi dialoghi a distanza fra “anonimi” possono ritrovare sì le loro paure ma anche le relative repliche dei sostenitori del sale iodato. Di certo non si fanno crociate: io posso parlare solo per me stesso ma ho la forte sensazione che tutti coloro che hanno lasciato un commento lo abbiano fatto in buona fede.

      Confido infine che il lettore occasionale abbia il buon senso di capire che quanto scritto dai vari “Anonimi” sono solo opinioni personali...

      Personalmente credo che, in maniera diversa, tutti abbiano una loro fetta di ragione: a chi interessa scrissi un pezzo al riguardo il mese scorso Gli opposti...

      Elimina
  33. PS sempre per Marco che dice: "é sicuramente più costoso estrarre il sale e raffinarlo che creare una polvere chimica in laboratorio. a voi le conclusioni!"

    Beh, estrarre lo iodato di potassio dai minerali costa sui 40 euro al kg, estrarre il sale dalla roccia, costa circa 0.10 euro al kg... non so proprio cosa ti abbiano raccontato...
    Gianni

    RispondiElimina
  34. Da Marco.
    Mi sono basato su quanto scritto nelle confezioni (quando i dati sono presenti), sul prezzo e su quanto risulta cercando informazioni sui vari componenti, nessuna crociata! sono un consumatore che guarda il carrello della spesa.
    Piuttosto perchè un sale è una bufala e l'altro no? è un quesito che mi pongo come consumatore: perchè il sale iposodico si continua a vendere, anche unito allo iodio ed a caro prezzo, ingannando i consumatori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sale iposodico nasce per diminuire il sodio che è dannoso per chi affetto da ipertensione. Ho detto che è una mezza bufala perchè come dicevi tu "sala meno" e quindi a parita di granellini aggiunti è come mettere, diciamo, metà sale... forse si farebbe prima ad usare meno sale (meglio se iodato) o insaporire con erbe aromatiche (esistono in commercio insaporitori senza sale utili per gli ipertesi).
      Non giudicherei ingannevole il prodotto, è conforme a quanto dichiarato (sale iposodico = a basso contenuto di sodio) e nessuno ti obbliga a comprarlo.
      Costa di più sia perchè produrlo è più costoso sia perchè comunque è un prodotto di nicchia.
      Non ha mai avuto un gran successo appunto perchè quando ti accorgi che se vuoi avere lo stesso livello di sapidità devi mettergliene il doppio allora non lo compri più.
      Ciao, Gianni

      Elimina
  35. sono Marco; è vero il sale iodato contiene pochissimo iodio, mi ha tratto in inganno il sale iposodico iodato che ho in casa e che contiene il 35% di cloruro di sodio, il resto sono i componenti che ho elencato.
    Per lo iodio ho consultato l'Enciclopedia della scienza e della Tecnica che dice " lo iodio si ottiene generalmente dalle soluzioni di ioduri per ossidazione. Normalmente come mezzo ossidante si impiegano il cloro e l'acido nitroso (segue formula). La maggior porte dello iodio prodotto nel mondo proviene dalle acque madri della cristallizzazione del nitrato del Cile (seguono formule per la riduzione dello iodato estratto in iodio). Su Wikipedia ho trovato che il nitrato del Cile è un composto nocivo ed irritante.
    Non sono un chimico per cui sicuramente ho mal interpretato quanto letto. Comunque in casa mia c'è anche il sale iodato.
    Ciao Marco

    RispondiElimina
  36. Sono ancora Marco, ho letto, sempre nell'Enciclopedia della Scienza e della Tecnica, una cosa che può interessare anonimo1 e la sua allergia alcool/ioduro di potassio: "la soluzione di iodio al 7%in alcool di 88,5°,con l'aggiunta del 3% di ioduro di potassio,nota come tintura di iodio,viene molto usata in medicina sia come antisettico sia come revulsivo" La tintura di iodio è un antibatterico e come tale un pò velenosa, infatti non si deve ingerire,se a questo si aggiunge che il nitrato del Cile, da cui si ricava lo iodio, è un composto nocivo ed irritante (Wikipedia), si può comprendere come anche poco iodio del sale iodato unito all'alcool possa provocare reazioni allergiche.
    Sono solo mie congetture, non sono un medico.
    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  37. Anonimo(1)
    Grazie Marco per l'interessamento.
    Sarebbe utile che medici, contrari alla iodioprofilassi diffusa indistintamente a tutti,esprimessero,in qualche modo, la loro opinione e vi fosse un confronto con gli altri medici (principalmente endocrinologi).Temo che sia molto difficile che ciò accada perchè si andrebbe contro le disposizioni espresse dalla legge.Per fare questo bisognerebbe essere molto motivati e rappresentare un gruppo coeso ed organizzato. Ciao e grazie ancora

    RispondiElimina
  38. Guarda che il sale di iodio non è controindicato per chi ha problemi alla tiroide, ma CONSIGLIATO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, probabilmente mi ero spiegato male: all'epoca avevo trovato su wikipedia anche una rara forma (tiroidite di Hashimoto) in cui è sconsigliato...

      Elimina
  39. Mi chiamo Claudia, ho avuto la costanza di leggere tutti gli interventi sul sale iodato anche se ho sempre ritenuto di non avere problemi in proposito, Io sono diventata allergica agli alcolici da qualche anno.
    L'intervento di Marco però mi ha fatto riflettere: ho testato la Tintura di iodio e sono risultata allergica, ecco perchè a volte ho reazioni allergiche bevendo il vino ed altre volte no, dipende dall'unione col sale iodato! ma perchè nessuno dice queste cose, in fondo la tintura di iodio è comunque tossica e le allergie agli alcolici sono in costante aumento ovunque!

    RispondiElimina
  40. salve a tutti!volevo lasciare un commento..ma perchè nutrirci di sostanze chimiche?come appunto il sale marino sottoposto a lavorazioni sbiancanti e il sale iodato arricchito di iodio con sostanze sintetiche a cui parecchi sono allergici??..quando abbiamo il sale INTEGRALE vera fonte naturale di sali minerali magnesio iodio ecc tutto cio che ci serve per una vita salutare!non viene lavorato ma solamente fatto asciugare al sole mantenendo tutte le sue proprietà ke gli altri tipi di sale perdono con la lavorazione...sembra ke la scelta degli alimenti al giorno d'oggi si basi sulla bellezza degli stessi..ma come si puo andare avanti salvaguardare l'ambiente con questi ragionamenti???scusate la franchezza ma è cosi!

    RispondiElimina
  41. Io cerco da tempo una persona che non dorme per colpa del sale iodato, anche se è negli ingredienti della pasta da cuocere che si compra in pacchetti e in altri alimenti (patate iodate, pomodori iodì..) e che, come me sia sensibile ai farmaci e cibi..alcuni..ovvio ! Mi prendono tutti in giro, pensano che siano fisse, anche i parenti, anzi, si offendono perchè nella birretia artigianale a km zero e sani..d mio nipote trovo, per uso sfuso, il sala iodato e l'ho fatto notare infastidendoli e anche a casa di mio fratello c'è solo quello e cibi iodati e infatti non ho dormito quando, a mia insaputa ho mangiato quei loro cibi! Anche mio fratello si lamenta che dorme poco da un po' o male e da la colpa alla bambina piccola e al suo sonno più leggero per stare attento alla bimba, ma non prova a smettere di usare sale iodato o cibi iodati, perchè non lo vuole associare all'insonnia! Anche al bimba lom mangia e infatti ci mette ad addormentarsi!! Essendo della stessa famiglia poi e sensibili, allergici etc..dovrebbe almeno provare..Anche mio padre era sensibile a certe cose che non lo facevano dormire...E poi non è detto che una cosa che non dava noia fino ad una certa epoca non dia noia all'improvviso! Io mangiavo gelato al caffè o dolci al caffè ed ora se anche li assaggio con la punta della lingua non dormo o mi sveglio di continuo..! Non posso assumee vitamine/ cortisone o derivati/ alcune creme cosmetiche/ alcuni prodotti per dolori o per allergie da fieno o piante/ alcuni spray nasali/ neppure il jin-seng e devo sgatre attenta che al bar il decaffeinatio non lo facciano con la stessa "bocchetta" o come si chiama, da dove passa il caffè normale...Meno male che non sono l'unica, da stasera, non mi sento un fenomeno o una paranoica! Io ci sto con F.B.!! Sarebe utile e la penso esattamente come chi ha detto che dovrebbero esser ben "mostrati" come alimenti dietetici o come integratori o alimemntim speciali, per patologie, esattamente come nei supermercati o negozi alimentari o erboristerie ci sono gli alimenti senza glutine, per esempio, che sono in un apposito settore, da non confondere con gli altri, anche per i costi...Lo stesso dicasi per i ristoranti e pizzerie etc..Viene la fobia di chiedere sempre -"Scusi,ma voi usate sale iodato??"- Ed è noioso perchè ci prendono x matti o per noiosi, appunto! Per quanto riguarda i disturbi alla tiroixde..la colpa non è per la mancanza di iodio, ma dlopo Cernobyl c'è stato unaumento dei disturbi e malattie relative..Poi se dopo l'accaduto, occorra integrare può essere, ma non per tutti! Ci vorranno delle analisi prima e vedere se uno ne è carente o ne ha bisogno. Personalmente posso riportare cosa mi disse un endocrinologo il quale mi riferì che a forza di integratori a base di iodio( presi spesso a caso, per dimagrire o non ingrassare o stimolare il metabolismo) lui curava molte disfunzioni alla tiroide !! Quindi tutto può essere utile se ne hai bisogno e comunque una vita senza dormire, dato che ora dormo peggio di prima e spesso poco non la auguro a nessuno! Era tra i sistemi di tortura!! Quindi mi chiedo anche perchè, per esempio, le gelaterie o pasticcerie non facciano gelato al caffè decaffeinato o Tiramisù con decaffeinato, come faceva la mia mamma! Oltre all'insonnia pensiamo ai bambini (che si eccitano e si agitano e si abituano alla dipendenza, come sono contraria a fargli bere coca cola... ) e poi anche ai cardiopatici non farà bene il caffè ! Molti dormono comunque,ma pensiamo anche a NOI!! :-) Perchè l'insonnia dovrebbe essere presa meno in considerazione o con meno serietà e attenzione di chi non tollera il glutine?? La qualità della vita è pessima senza dormire..ci si deprime anche e tutto l'organismo ne risente, le cellule,la risposta immunitaria, e diventa un pericolo guidare e concentrarsi per il lavoro ed altro, etc..E' dura senza dormire. Io rinuncio anche ai divertimenti, ai piaceri dalla stanchezza!! E quando dormo sono attiva invece e lo ero fino a poco tempo fa! Grazia

    RispondiElimina
  42. Non saprei come ritornare su questo blog, ma non ho problemi a mettere nome e cognome e mi trovate su F.Book! O una mail? Si, magari prima provo a salvare la pagina.------------ Anonimo che dice di non sapere come fare per F.B. E' molto più semplice che venire a scrivere qui...e se hai anche un indirizzo mail ti arrivano le notifiche di chi ha scritto e cosa... sulla tua posta, se vuoi! Facciamo qualcosa perchè io ho l'incubo quando mi invitano a cena o si va al ristorante o agli apericena! Spesso se non posso chiedere declino l'inviti..Poi i fissati del biologioco non so perchè, visto che il sale marino è già con iodio al naturale, senza aggiunte, hanno solo sale iodato, sia che si tratti di ristoranti che di case private! Buonanotte a tutti e speriamo che qualcosa cambi e anche che studino meglio l'insonnia e come certe sostanze influiscano così nel sonno!! Grazia

    RispondiElimina
  43. Stessi sintomi, hai perfettamente ragione. Buttato nella mondezza

    RispondiElimina
  44. Mi si sta aprendo un mondo con i vostri commenti! Anche io stranissimi sintomi simili a crisi tireotossiche e tutti i medici perplessi finchè con un lampo di genio non ho eliminato il sale iodato che avevo introdotto da pochi mesi. Non ci si puó credere che una simile sostanza sia addirittura consigliata dalla asl! Ma d'altronde quando qualcuno pubblicizza in maniere sospetta qualcosa di insensato un motivo ci sará! Economico magari?!?

    RispondiElimina
  45. Qui ce ne è un 'altra. Anche io sono estremamente sensibile a farmaci e integratori. Mi è capitato di finire in PS dopo aver assunto un banale antinfiammatorio. Tuttavia l'insonnia più ostinata, da non dormire affatto, comparsa dal nulla, inspiegabile e persistente come poche, è regredita quando anche io ho fatto 2+2. Un anno da dimenticare...

    RispondiElimina
  46. Salve a tutti! Sono un medico e per mia sfortuna affetta dal Morbo di Basedow. Per chi soffre della mia patologia, così come di altre tireopatie autoimmuni il sale iodato fa tutt'altro che bene e purtroppo ormai lo si trova ovunque. Quindi non generalizziamo! Il sale iodato NON fa bene a tutti!

    RispondiElimina
  47. Buongiorno,
    lo iodio accelera le funzioni tiroidee, mentre le crucifere ( verze cavoli etc. ) le rallentano.
    Tiroide e cuore sono legati da un rapporto direttamente proporzionale, mentre una relazione inversa con i polmoni.
    L'agitazione è dannosa e in una qualche misura altera l'ossigenazione diminuendola e a lungo andare aumenta il lavoro della tiroide.

    RispondiElimina
  48. Il sale iposodico è uno dei motivi per cui la carne trattata (cioè la maggior parte) aumenta la durata in esposizione (resta rossa) e aumenta anche il grado di cancerogeno dell'alimento,in Italia assieme al Salnitro è vietato sforare certi dosaggi, anche se poi lo fanno tutti....

    RispondiElimina