«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

domenica 26 settembre 2010

Mmaow

Su accorata richiesta di Bisba pubblico una sua poesia:

Miao, miiao
Miaao, miiào
Mao, mmiaou.
Miiaaooo miao
Miaò miiaò
Miào, Mmaow
Mìaou miaaou
Mìaou miaaou
Miaaoo miao
Mmao miaaou.


Tradotta, un po' liberamente, da me:

Artiglio sulla mia schiena
Dentino nella mia coda
Lingua al mio orecchio.
Mio stesso odore e sapore
Conforto di calore nel sonno
Tornato a Mmaow (*)
Prima del tempo
Prima del tempo
Ci rivedremo ancora
in fondo al tempo.

Nota (*): Mmaow è, nel folklore felino, un giardino con prati verdi e alberi in fiore da dove i gatti provengono e dove tornano una volta lasciata la terra. Il latte scorre in ruscelli, uccellini e topini abbondano e ogni gatto è libero di cacciare o dormire quanto vuole. Così almeno ho sentito dire...

Nessun commento:

Posta un commento