«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

lunedì 21 giugno 2010

Caffè e calcio

Ieri, dopo molto tempo, ho voluto riprovare a prendere un caffè subito dopo cena.
Non so perché: più che altro è stato un impulso. Ero a cena da amici e, sentendomi un po' stanco, ho deciso di riprovare a berne mezza tazzina nonostante un certo timore. Timore, sì. Perché il caffè, non bevendolo mai, in genere mi tiene sveglio per due giorni di fila...
A mezzanotte ero a casa e, alle 1:00, ho provato a dormire: dopo un'ora ero completamente sveglio, così, mi sono alzato, e mi sono messo a leggere e a guardare la TV. Alle 3:30 sono tornato a letto e ho dormito fino a circa le 7:00. Mi sono alzato pieno di energie e particolarmente vispo: evidentemente la caffeina era ancora in circolo. Solo adesso, è l'ora di pranzo, inizio a sentire una certa sonnolenza.

Ovviamente abbiamo guardato la partita ma, non avendo preso appunti, mi limiterò a qualche commento estemporaneo.

Non mi sembra che si sia giocato malissimo: male sì ma non malissimo. Abbiamo fatto la partita e, in pratica, mi pare siano solo mancati i tiri in porta.
Certo la squadra sembrava molto disorganizzata, soprattutto con Maschisio, che vagava per il campo, alla ricerca di una posizione che non riusciva a trovare.
Iaquarta e Giraldino: buona volontà ma scarsa freschezza e lucidità.
Sale e Cresciuto non mi sono dispiaciuti. De Arancioni in miglioramento. Lentolivo il migliore in campo (chissà, se avesse fatto gol, tutta la stampa avrebbe elogiato Pippi e la grinta della sua nazionale capace di rimontare lo svantaggio iniziale...).
I miei zombie in difesa: Zambrutto e Cannainaguro se la sono cavata. Beh, diciamo che Zambrutto è andato benino mentre Cannainaguro ha, forse, qualche responsabilità per il gol. Comunque, fondamentalmente, la Nuova Zelanda non ci ha attaccato e, quindi, come nella precedente partita, la difesa non è stata messa, sostanzialmente, alla prova.
Ciellini mi è sembrato esserci, solo che, non so per quale motivo, nella confusione generale, ha fatto almeno tre sortite alla Luccio (il difensore brasiliano dell'Inter) avanzando, palla al piede, fino alla tre quarti, lasciando Cannainaguro pericolosamente da solo con un perplesso De Arancioni difensivo...

Non ho potuto fare a meno di pensare quanto avrebbe fatto comodo un Cazzano in una partita come questa...

Nessun commento:

Posta un commento