«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

lunedì 24 settembre 2018

E dopo la quinta...

Non ho voglia di scrivere un pezzo impegnativo e l'alternativa era pubblicare la nuova puntata di “Fiorame” (ho molte foto di agosto e altre ne dovrei fare per settembre ma è noioso sceglierle, tagliarle e ridimensionarle) ma ho preferito scrivere il mio aggiornamento “calcistico” con la 5° giornata. Mi diverto molto infatti a fare previsioni e credo di essere piuttosto bravo considerando che mi baso su poche partite (*1). Come al solito non ne ho guardate molte: di seguito i miei commenti su quelle viste...

Sassuolo-Empoli (primo tempo, seguito distrattamente mentre mangiavo): Mi sono piaciuti Di Francesco e Boateng. Di Boateng avevo sentito parlare bene ma non mi fidavo perché essendo un “personaggio” i giornalisti tendono a esaltarsi per qualsiasi cosa faccia: però nell'azione del gol l'ho visto muoversi bene e mi è piaciuto.

Fiorentina-Spal: Niente di nuovo: la fiorentina sembra una buona squadra senza particolari debolezze. Pjaca ha giocato dall'inizio e ancora non è chiaramente in forma però mi pare si muova meglio di Eysseric: vedremo, ma sono ottimista. Chiesa sta entrando in condizione (ha ripreso a saltare l'uomo) mentre Simeone è la seconda partita consecutiva che lo vedo correre meno del solito (e di conseguenza rendere poco visto che la sua forza si basa tutta sulla generosità). Ah! Benissimo Hanko!! Sembra veramente forte sia in difesa che in attacco: ovviamente sono sicuro che Pioli insisterà per chissà quante altre partite con Biraghi che, seppur migliorato (del resto è più facile giocare meglio quando la squadra va bene), mi pare il giocatore più scadente fra i titolari.

Bologna-Roma (dal 15° del primo tempo): la Roma è decisamente più in difficoltà di quanto pensassi. Il problema non è tanto il portiere, sicuramente inferiore ad Allison, ma normale e non pessimo come avevo temuto, piuttosto il centrocampo: le assenze di Nainggolan e Strootman pesano mentre i loro sostituti non si vedono e De Rossi non può tappare tutti i buchi da solo.
Kluivert ha potenziale ma è ancora troppo acerbo non solo per la Roma ma per la serie A. Pastore ha il solo 15 minuti (Di Francesco l'ha capito e in questa partita l'ha inserito sul finale anche se poi, comunque, non si è fatto vedere). N'Zonzi è lento: magari fra qualche mese si adatterà un po' e potrà essere utile alla squadra, vedremo. La Roma adesso ha attacco e difesa: la difesa prende gol perché manca il centrocampo. Mi pare evidente che Monchi abbia sbagliato tutto e Di Francesco l'ha fatto polemicamente capire facendo esordire un diciottenne contro il Real Madrid ma ovviamente nessuno lo dice chiaramente.

Milan-Atalanta: visto parte del primo tempo. Confermo che sulla carta la rosa del Milan viene subito dopo quella della Juventus; Gattuso sembra poi essere bravo a motivare i giocatori che si impegnano con grande volontà. Dubbi sull'Atalanta e su quanto valga quando Gomez non è in giornata: io credo che in questa partita abbia sbagliato a cercare di giocarsela alla pari col Milan: magari se l'avesse un po' aspettato non avrebbe preso il gol nei primi minuti e sarebbe poi venuta fuori una partita diversa...

Considerando le partite viste (alcune delle quali in maniera frammentaria e superficialmente) ho raffinato il mio giudizio solo sulla Roma. Aggiorno quindi opportunamente la mia “classifica”.

1° Juventus (=): Non c'è niente da aggiungere, se poi Ronaldo inizia a segnare...
2° Milan (=): ha decisamente l'organico più forte dopo la Juventus: poi bisogna vedere cosa riesce a farci Gattuso.
3° Inter (=): Qualcosa non funziona: le vittorie all'ultimo secondo non mi convincono. Io credo che ci possano essere problemi nello spogliatoio: difficile quindi fare valutazioni affidabili con questo elemento sconosciuto di incertezza.
4° Napoli (↑ 1): più che per fiducia nel Napoli ho abbassato la mia stima del valore di Inter e soprattutto Roma. Il Napoli potrebbe ambire anche a soffiare il posto all'Inter.
5° Lazio (↑ 1): sempre sulla fiducia visto che ancora non l'ho vista giocare!
6° Roma (↓ 2): La crisi è brutta perché il problema è che mancano i giocatori. Non ho idea di se e come Di Francesco possa sopperire al problema. Considerando poi che la piazza di Roma è molto esigente e ha alte aspettative i problemi potrebbero anche aggravarsi: non è da escludere che Di Francesco paghi per tutti con l'esonero a Natale.
7 ° Fiorentina (=): squadra solida e se la Roma dovesse entrare in crisi e la Lazio non rispettare la mia aspettativa basata solo sulla fiducia, potrebbe ambire anche al 5° posto.
8° Sassuolo (!): tutto sommato mi pare la formazione più “quadrata” fra quelle da metà classifica.
9° Torino (↓ 1): ho molta fiducia in Mazzari che ha avuto anche un calendario complicato però troppi episodi sfortunati spesso indicano qualche problema più concreto. Quando vedrò una partita avrò poi le idee più chiare.
10° Atalanta (↓ 1): anche l'Atalanta l'ho vista poco ma nel complesso ho la sensazione che si sia indebolita e che Gomez non sia ai livelli dello scorso anno.

In definitiva per le squadre più importanti le mie incertezze attualmente si sono ridotte a Inter, Roma e Lazio: da alcune dichiarazione rubate a Spalletti l'anno scorso io sospetto problemi di spogliatoio e, in tal caso, è difficile prevedere se evolveranno in nuove crisi o se si risolveranno da sole. Probabilmente se i risultati andranno bene la squadra migliorerà ma se dovesse incappare in una serie sfortunata allora potrebbe crollare: in altre parole il 3° posto potrebbe trasformarsi anche in un 5°...
Riguardo la Roma devo ancora capire quanto sia grave la crisi che, come spiegato, mi pare strutturale: nel caso peggiore potrebbe finire ben peggio che al 6° posto.
La Lazio la deve vedere, non c'è altro da dire.

Conclusione: vedi sopra!

Nota (*1): se fossi un giornalista sportivo, cioè se seguire il calcio fosse il mio lavoro, vedrei tutte le partite e alla terza giornata avrei già le idee chiare...

Nessun commento:

Posta un commento