«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 24 marzo 2010

Il mio ginecologo

Per almeno tre anni sono andato da un ginecologo (*): il Dr. Boender(**). Le mie non erano visite di cortesia ma visite mediche. Diversamente da alcune donne, non ho avuto nessun imbarazzo a farmi visitare anche se il dottore era un uomo. Il dottore era pure un bell'uomo.

Come disse il marito ai carabinieri, che lo sorpresero mentre con un'ascia smembrava il cadavere della moglie, "Non è quello che sembra: posso spiegare tutto..."

Per circa quattro anni ho lavorato in Olanda. Durante il primo anno non ho avuto problemi di salute poi, una estate, una terribile malattia: avevo preso i vermi...
Solo allora mi decisi a informarmi su come avere l'equivalente del medico di famiglia. Parlando con una collega spagnola, che abitava vicino a casa mia, venni a sapere che sull'altro lato del canale c'era lo studio del Dr. Boender, il suo dottore.
Con qualche ricerca trovai l'indirizzo email e scrissi per sapere se aveva posto. Mi rispose la segretaria dicendo che non c'erano problemi. Ah! qui è importante sottolineare che "Gabriele" in olandese viene interpretato come un nome femminile (e infatti regolarmente ricevevo posta indirizzata a "Mevrouw" invece che "Meneer" Gabriele B.). Anche per questo motivo, suppongo, la mia richiesta non destò "sospetti".
La mattina dopo, di buon ora, andai allo studio e subito notai una targa bella grande. La targa era in olandese ma si capiva benissimo cosa diceva: "Medico Ginecologo".
Ora, considerata la mia pigrizia, dopo tutto il "lavoro" fatto per scovare questo medico, oltre che la comodità data dalla vicinanza del suo studio, pensate che sarei andato a cercarne un altro? Ovviamente no...
Arrivato a lavoro rintracciai la mia amica spagnola e le feci notare che mi aveva mandato da un ginecologo. Ella rideva tutta contenta e mi disse "Hai visto poi quanto è bello?". No, non ci avevo fatto caso. La bellezza maschile per me è un totale mistero: magari scriverò un post a questo proposito.

Comunque, una volta debellati i vermi, mi tenni il dottor Boender. Dopo tutto aveva il grosso vantaggio di essere a poche decine di metri da casa. A volte c'era da aspettare un po' ma, in genere, ero in compagnia di belle ragazze. Solo una volta ci trovai un vecchietto (o forse una vecchietta ma molto, molto, brutta).
L'unica cosa che mi infastidiva era che le pazienti le teneva un sacco di tempo e me, invece, mi liquidava in 5 minuti. Anzi, sembrava che evitasse accuratamente di toccarmi. Una volta ci andai, quasi appositamente, per verificare se mi avrebbe toccato o meno: mi feci controllare la schiena dove mi era venuta una pustola...

Comunque come dottore non doveva essere troppo male: infatti per il resto della mia permanenza in Olanda non morii per nessuna malattia.


Nota(*) Secondo il mio Zingarelli:
Ginecologo--> Medico specializzato in ginecologia
Ginecologia--> Parte della medicina che studia e cura le malattie dell'apparato genitale femminile

Nota(**) Normalmente (vedi 2+2=boh?) non uso nomi autentici ma, la probabilità che questo dottore legga il mio blog sono così basse che, per amor di verità, correrò il rischio.

Nessun commento:

Posta un commento