«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

giovedì 11 marzo 2010

Telegonia o Teleagonia?

Attenzione! Il seguente post è lungo e noioso. La sua unica ragione di essere è quella di placare, (molto) temporaneamente, la mia frustrazione. Non è interessante nè spiritoso nè originale nè intelligente. Per questi motivi ne sconsiglio vivamente la lettura a grandi e piccini.

Dal 24 febbraio ho problemi con internet.
La connessione è lentissima e cade in continuazione. I problemi variano nell'arco della giornata e si fanno più gravi nel pomeriggio e alla sera. Nel WE poi, è quasi impossibile connettersi.
L'unica stranezza, che però mi permette di sopravvivere, è che, dopo una telefonata, la linea migliora e, per un 10-15 minuti, posso usare internet senza troppi problemi.
La lista dei sintomi e dei miei esperimenti con router, telefono, cordless, filtro, spine e spinotti è molto lunga ma non particolarmente interessante quindi la tralascio.

Questa situazione mi ha quindi costretto a mettere alla prova una teoria che elaborai quando, ormai circa due anni fa, feci attivare l'ADSL a casa.

All'epoca, contattai i diversi gestori di telefonia (Vent, Jodafon, Telegom, TV-2 e Fischiali(*)) per vedere quale era l'offerta più conveniente. In realtà erano tutte molto simili (flat a 7Megabit), così, scelsi il gestore con il servizio clienti più educato, ovvero Fischiali.

Fu allora che ebbi la mia brillante idea.
Poichè vivo in un luogo piuttosto isolato, con la linea telefonica che passa attraverso un bosco, di solito ogni due anni c'è un problema di qualche genere. Pensai quindi che, se abbandonavo la Telegom, avrei potuto avere problemi a richiedere la loro assistenza per eventuali problemi sulla linea. Decisi allora di rimanere con il telefono con Telegom e l'ADSL con Fischiali. Fantasticavo inoltre che, in caso di difficoltà, avrei potuto far intervenire entrambi (che dire? a quel tempo ero un ragazzino giovane e ingenuo...).

Quindi, la sera del 24 febbraio, iniziano i problemi. Il 26 contatto Telegom.
Qui inizia la mia opera di "disinformazione": siccome temo che, se dico a Telegom che ho problemi con l'ADSL loro mi rispondano di rivolgermi a Fischiali, allora, all'operatore Telegom, spiego solo che ho generiche interferenza sulla linea (cosa comunque vera).
Il 27 mi chiama il tecnico. Ovviamente mi chiama in un momento in cui tutto pare funzionare e io mi lascio tranquillizzare da un generico, quanto svogliato, impegno a controllare la centralina.
Nel frattempo chiedo a Telegom di riattivare i numeri telefonici a pagamento (necessari per chiamare anche l'assistenza di Fischiali) ma mi rispondono che è necessario un codice, spedito con una fattura del 2007, che non possono darmi per telefono ma che mi spediranno per posta. Così contatto Fischiali tramite email.
Nel WE la situazione peggiora ma scopro anche che, a circa 300 metri da casa, un grosso ramo è caduto sui fili del telefono. Il 2 marzo richiamo Telegom: spiego che il problema non è risolto.
Il 4 marzo chiama un nuovo tecnico. Egli è sicuro che il problema sia nel mio filtro così, nel dubbio legittimo che abbia ragione, ne compro uno nuovo. Ovviamente non cambia niente.
Il 5, non avendo ancora ricevuto alcuna risposta da Fischiali, mando loro una seconda email.
Lunedì 8 marzo nuova chiamata a Telegom che aveva, ottimisticamente, già chiuso la mia pratica. Però Fischiali mi ha finalmente risposto: anche per loro il problema è il filtro fortunatamente però, nella loro email, è presente anche un numero verde per l'assistenza tecnica (evidentemente il vecchio numero a pagamento che avevo io era stato rimpiazzato!). Chiamo e parlo con un ragazzu dal vago accento sardo (con lui sorvolo sui problemi sulla linea perchè temo che mi rimbalzi a Telegom...). Mi conferma che c'è un problema (grazie!) e mi dice che farà intervenire i tecnici (tempo da 1 a 7 giorni lavorativi).
Stamani verso le 8:30 sono stato chiamato da un tecnico che mi dice di chiamare per conto di Telegom per problemi all'ADSL!
Io ero un po' in imbarazzo perchè non ero sicuro se fosse stato allertato da Fischiali oppure dall'ennesima chiamata a Telegom. Però ho preferito non indagare e gli ho spiegato il problema (anche se mi ha fatto elencare solo metà della dozzina di sintomi che avevo raccolto...).
Il risultato è stato che, mi ha detto, in un paio di giorni, dovrei venir di nuovo contattato da qualcuno per verificare/rimuovere la presenza di frasche e rami dai cavi della linea telefonica.

Al momento i problemi di connessione persistono e io ancora aspetto fiducioso il codice, richiesto a Telegom il 27 febbraio, che mi permetterà di attivare i numeri a pagamento dei quali farò buon uso, o almeno un qualche uso...

NOTA(*) Come spiegato precedentemente, per evitare problemi legali, chiamo i gestori di telefonia con dei nomi di fantasia. Vedi 2+2=boh?

2 commenti:

  1. Quando non ti parte la connessione, prova a chiamare il 187 (o qualunque altro numero) dove sei sicuro che non ti rispondono subito. A me funziona e non saprei perché.
    Fatto è che la mia linea si "intasa" e spesso non funge, ma gli squilli della chiamata sembrano aver potere pulente.
    Ugualmente e spesso il mio telefono e totalmente muto e defunto. Allora mi piglio il cell e mi autochiamo, sentendomi una cretina. Ma funge.

    RispondiElimina
  2. Sì, facendo qualche esperimento ho notato il fenomeno: addirittura mi basta alzare e riattaccare la cornetta. Certo, dopo una telefonata, la connessione diventa pure più veloce però, per controllare la posta basta il minimo...
    Il fatto è che, fino alla fatidica serata, non avevo avuto bisogno di nessun artificio per connettermi e navigare...
    Fra qualche giorno scrivero un aggiornamento sulla situazione...

    RispondiElimina