«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

lunedì 8 gennaio 2018

Capitolo zero

Ho effettivamente iniziato la stesura della versione 0.5.0 dell'Epitome!
Dovrebbe essere una versione decisamente più ricca di materiale: ho infatti previsto ben tre nuovi capitoli oltre alle usuali aggiunte qua e là.
Comunque, salvo sorprese, non ci sarà una versione 0.5.1 ma direttamente la 1.0.0!! O forse potrei “divertirmi” a fare delle “RC”...

Al momento ho aggiunto un nuovo capitolo, piuttosto corto, chiamato “Capitolo zero”. Il suo scopo è quello di dare una panoramica sull'intera struttura dell'epitome in maniera che la lettura ne risulti meno ostica: è il mio disperato tentativo finale di venire in soccorso dei lettori che non riescono a superare le primissime pagine...

Conclusione: non sono sicuro che sia sufficiente ma non mi vengono in mente altre opzioni...

Doppio peccato - 11/1/2018
Da qualche giorno (esercitazione) il brano She is my sin mi veniva particolarmente bene e per questo avevo deciso di registrarmi. Ma ovviamente oggi ho suonato male...

Ho fatto due tentativi e in entrambi ho ripetuto gli stessi errori macroscopici che, in genere, non faccio: il primo errore è un accordo sbagliato mentre l'altro è l'esecuzione di una melodia sbagliata (cioè suono proprio altre battute!) poi me ne accorgo e pochi secondi dopo, quando la stessa melodia si ripete, la risuono “perfettamente” (senza cioè errori macroscopici). Poi, ovviamente, ci sono anche molti altri errori meno evidenti...

Non sto a indicarvi i momenti esatti degli errori tanti si sentono bene:
“She is my sin” - doppia esecuzione da b. 1 a 136

Segreto di Pulcinella - 18/1/18
L'articolo: “Paghi la visita e salti le attese”. Il 60% dei pazienti va dai privati di Paolo Russo da LaStampa.it

Evidentemente il fenomeno che avevo descritto in Due piccioni e la solita fava è un segreto di Pulcinella.
L'articolo sullodato ripete le mie considerazioni sulla convenienza del privato rispetto al pubblico con due importanti differenze: 1. spiega che le visite dal medico privato riducono poi i tempi di attesa nelle strutture pubbliche grazie a meccanismi né chiari né trasparenti e, talvolta, pure illeciti; 2. non ne viene dedotto, come avevo fatto io, che la volontà di ottenere questo risultato è politica: eppure i tagli alla sanità chi (*1) li decide? Se si preferisce spendere 12000 (dodicimila) milioni di euro per un centinaio di F35 (v. F35, il piano della Difesa per i 90 aerei. Ognuno costa 100 milioni di euro) è chiaro poi, dato il periodo di crisi economica, che si tagliano i fondi alle regioni...

Nota (*1): La sanità è gestita dalle singole regioni ma è lo stato nazionale che gestisce le entrate e le ridistribuisce anche alle regioni. Se questi soldi diminuiscono le regioni sono costrette a tagliare: questo è un primo problema politico. Poi c'è un secondo problema politico che è quello che a livello di regione si taglia male e si spende peggio...

A proposito 1 - 22/1/2018
A proposito di ADSL (v. Un lavoro con i fiocchi) ieri sono rimasto a dormire da mio padre e mi sono immediatamente accorto che, per farmi rabbia e rodere dall'invidia, la sua linea non va più a 7Mbit ma a 16Mbit!
Ovviamente lui non se ne era neppure accorto...

A proposito 2 - 22/1/2018
A proposito di “babbi”. Ovviamente mi ero dimenticato i pantaloni del pigiama e così il babbo mi ha prestato un suo paio “buono”: avrò riso per dieci minuti!
Era un completino a righe bianche e blu che sembrava una divisa da carcerato come si vede nelle vecchie pellicole...
Ho poi smesso di ridere quando, indossati i pantaloni, a causa della mia pancia mi è parso di somigliare a Obelix!

Nessun commento:

Posta un commento