«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

martedì 22 maggio 2012

Maggio 2001

Questo mese un po' me ne ero dimenticato e un po' non avevo avuto voglia: in effetti l'idea mi era parsa molto più divertente quando iniziai questa serie...
Pazienza: la fine del mondo si avvicina ed è giusto che documenti come l'avevo prevista undici anni fa.

Motto di Maggio: "La donna è mobile come una madia al vento (*1)"

Santi:
2 San Sepolto
3 San Java
4 Santa MBRGRP martire (in Frigia II d.C.)
7 San Zucker
8 Santa Irpef
9 Santa Iva
10 San Casino vescovo
11 Santo Io Bono martire
14 San Erectio martire
15 San Gufo
16 Santa Oca
17 Santa Rancorosa
18 San Zoccolo
21 San Belin abate vergine
22 Santa Mamma
23 San Cula
24 San Rin Tin Tin
25 San Boia vescova
28 San Server
29 San Obito defunto
30 San Isidoro
31 San Cogolo di Pejo

Note ai Santi:
Il sinassario di questo mese è decisamente scadente: non c'è praticamente una singola voce veramente divertente. Un mezzo sorriso mi è stato dato dall'autoironia di “San Erectio martire”, da “Santa MBRGRP” (una password) e dal cinofilo “San Rin Tin Tin”. “San Zucker” era chiaramente una premonizione di FB. “Santa Oca” e “Santa Rancorosa” codificano il numero di una targa automobilistica! “Cogolo di Pejo” è una sorgente d'acqua usata (almeno all'epoca) dalla San Pellegrino...

Pagina di esempio:

Note alla pagina:
Uhm... questo mese ero decisamente impegnato col Visual Basic (beh, a parte un'estemporanea lezione su Java). Ricordo con piacere quel periodo anche se, da quel che vedo, mi erano stati affidati dei task piuttosto ripetitivi...
In effetti è comprensibile: all'epoca non ero affidabilissimo perché cercavo più di lavorare velocemente che in maniera corretta (*2). Poi, finita una classe, andavo nell'ufficio della mia responsabile, Marisa, e testavamo il mio lavoro. Era divertente perché, in realtà, mi limitavo a guardare mentre Marisa faceva i test: lei si divertiva, forse per impressionarmi (e io ne ero in effetti molto impressionato) a scrivere più velocemente di quanto il computer riuscisse a visualizzare sullo schermo (*3) e mi trovava sempre qualche cosuccia che non andava bene perché, sostanzialmente, non avevo avuto voglia di fare per conto mio dei banali controlli...
La cosa più divertente era quando trovavamo un baco imprevisto: lei faceva ipotesi razionali e sensate mentre io ero sempre orientato verso la congiura paranoica di strane interazioni fra diverse componenti (comunque possibili seppur improbabili). Una volta, a una mia ipotesi particolarmente farraginosa per spiegare un anomalo comportamento del software, mi rispose: “Se hai ragione tu allora mollo tutto, mi compro un gregge di pecore e vado a fare il pastore!”. E poi era sempre tranquilla (anche quando c'era qualche problema non alzava mai la voce...) e faceva battute (mettendosi a ridere prima di terminarle!)...
Ehm, parlo di Marisa al passato perché, in teoria, adesso potrebbe essere cambiata ma, a quel che mi risulta è ben viva e vegeta! Anzi: ciao Marisa!

Nota (*1): che significa che non è mobile affatto. In realtà avrei dovuto precisare che questo è vero solo in riferimento alla pervicace ostinazione a non innamorarsi di KGB...
Nota (*2): solo anni dopo, quando mi ritrovai a lavorare da solo invece che in un team, diventando quindi direttamente responsabile del mio lavoro, iniziai a essere molto preciso e affidabile...
Nota (*3): i nostri computer erano quel tanto recenti da funzionare con tutte le applicazioni ma, comunque, sempre un po' sottodimensionati come potenza da faticare col multitasking...

Nessun commento:

Posta un commento