«[Figlio dell'uomo] Porgi l'orecchio e ascolta le parole di KGB
e applica la tua mente alla SUA istruzione
» Pv. 22,17

Qui si straparla di vari argomenti:
1. Il genere dei pezzi è segnalato da varie immagini, vedi Legenda
2. Istruzioni per i nuovi lettori (occasionali e non) qui
3. L'ultimo corto è questo

mercoledì 16 febbraio 2011

Spaghetti aglio, olio e peperoncino reloaded

Mi dimentico sempre di chiedere feedback su i post di ricette come questo. Ho la sensazione che siano saltati a piè pari. Per me è molto fastidioso scriverli, quindi forse non ne vale la pena.
Mentre decido se continuare o meno, propongo una ricetta particolarmente semplice ma alla quale ho apportato un paio di modifiche interessanti.

La tradizione vorrebbe che aglio e peperoncino venissero soffritti insieme nell'olio. Io invece uso l'olio crudo e trito l'aglio finissimo. Ah! E poi aggiungo anche il mio ingrediente “segreto”...

Ma ecco i dettagli:

Ingredienti per 2 persone (porzioni abbondanti!):
  1. Olio (*1)
  2. 1 spicchio di Aglio (*2)
  3. 2 Peperoncini (*2)
  4. Opzionale: Pepe (*2)
  5. Opzionale: Parmigiano (*2)
  6. Opzionale: Noce Moscata (*2)(*3)

Istruzioni:
  1. Presumo che tutti sappiano far bollire l'acqua, salarla e buttarci dentro la pasta quindi passo direttamente alla preparazione del condimento
  2. In un recipiente capiente (*7), tipo zuppiera, (dove sarà anche aggiunta e mescolata la pasta a cottura ultimata) mettere l'olio (*4)
  3. Tritate lo spicchio di aglio finissimo e aggiungetelo all'olio
  4. Tritate il peperoncino e aggiungetelo all'olio
  5. Opzionale: aggiungete il pepe (*5)
  6. Opzionale: aggiungete la noce moscata (*5)
  7. Idealmente l'aglio e il peperoncino dovrebbero stare a mollo nell'olio il più a lungo possibile. Io aggiungo l'aglio e il peperoncino appena ho messo l'acqua sul fuoco.
  8. Quando la pasta è cotta metterla nella zuppiera e mescolarla per bene
  9. Opzionale (*6): Aggiungere il parmigiano grattato e rimescolate. Alternativamente ogni commensale potrà aggiungerlo a suo piacere direttamente nel proprio piatto.

Nota (*1): L'olio deve essere buono: è anche per questo che lo valorizziamo non cuocendolo; lo vogliamo gustare al naturale.
Nota (*2): Le dosi per questa ricetta dipendono molto dal gusto del cuoco (e per il peperoncino dalla sua intensità). Se non siete sicuri andate per difetto: metterete “di più” del particolare ingrediente alla prossima occasione.
Nota (*3): Io uso noce moscata già in polvere e mi trovo benissimo.
Nota (*4): Anche in questo caso la quantità d'olio necessaria dipende dai gusti. Personalmente non mi piace eccedere e copro appena il fondo. Però, a differenza che per gli altri ingredienti, in caso di dubbio, abbondate: male che vada avanzerà dell'olio sul fondo del recipiente.
Nota (*5): Mentre il pepe potrebbe non piacere a tutti, la noce moscata è PERFETTA e ci sta benissimo. Dovete realmente provarla.
Nota (*6): Ho marcato questo ingrediente come opzionale ma, a mio parere, è indispensabile.
Nota (*7): Tenete presente che per poi potervi mescolarvi agevolmente la pasta è necessario che la zuppiera sia molto più capiente di quel che parrebbe necessario. Il pericolo è che rischierete di far fuoriuscire la pasta quando la mescolerete!

2 commenti:

  1. Consiglio senz'altro di acquistare una Knoblauchpresse, la prossima volta che passi per la Germania/Austria. Lì si trova in tutte le case mentre a Firenze è difficilmente reperibile. Costa poco, si compra una volta nella vita, e serve a sminuzzare l'aglio (quasi) senza doverlo manipolare con le mani; quindi ti eviti le mani impregnate di aglio ;-)

    RispondiElimina
  2. Knoblauchpresse = maniglia/pressa/aglio ?
    Se me lo ricordo (difficile!) darò un'occhiata: grazie del consiglio!

    Invece, per lo meno in Olanda, è quasi impossibile comprare una mezzaluna!

    RispondiElimina